Lo zio di Alfea

Si sa che anche le fate non sono così potenti da poter resistere alla forza distruttiva dei bambini e la winx non fanno certo eccezione. Bloom aveva subito un duro colpo ed era praticamente divisa in due. Per ridarle vita è occorso un duro intervento di consolidazione attraverso massicce dosi di vinavil delle due parti di plastica all’altezza del tronco.Con il trapano è stato necessario fare due fori per permettere ad una vite di essere impiantata dentro e permettere alle due parti ti riunirsi. E’ stato un processo laborioso ma alla fine è tornata intera.

Ma non era finita qui: insieme a Tecna e Flora tutte e tre avevano perso le ali ed una fata senza ali non vola!Ed allora ieri, quando mia nipote è venuta a casa con tutte e tre le fatine amputate ho deciso che bisognava far qualcosa.
Primo passo è stato quello di cercare grazie alla magia di google i tre modelli di ali delle fatine. A quel punto ho preso un foglio di carta e, in uno spazio quadrato di 10cm ho riprodotto il primo disegno delle ali di Bloom. Che fai zio caio?Adesso ti faccio vedere…disegno una forma a matita…perchè cancelli?Perchè ho sbagliato…ecco ora va bene…

Subito dopo ho preso una busta di plastica trasparente di quelle che contenevano le mutande acquistate un paio di giorni prima. A differenza della plastica originale delle ali che era troppo rigida e quindi destinata come è avvenuto a spaccarsi, questa plastica è abbastanza rigida da conservare la forma(non si piega insomma) ma abbastanza flessibile da non spezzarsi se viene piegata. Poggiando la plastica sul foglio ho ricalcato con un pennarello la forma e quindi l’ho ritagliata.

A quel punto mia nipote ancora non capiva cosa volessi fare ma era ipnotizzata…che fai zio caio? Nulla …mi passi Bloom? Tieni…e, nello spazio ristretto in cui vi era ancora l’attaccatura delle vecchie ali ho inserito le nuove, quindi vi ho applicato del vinavil e messo due fermi di carta provvisori per schiacciarle e farle aderire. Mia nipote è rimasta un attimo incredula quindi mi ha dato il più meraviglioso bacio di cui fosse capace ed è corsa di la dalla mamma: mammaaaaa…vediiii…volaaaaa….ohhhh…stupore! Ed alla fine quando è andata via aveva di nuovo le tre fatine con le ali!In fondo basta poco per fare una magia!

Schermata del 2016-03-01 10:35:52

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su racconti, su di me e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Lo zio di Alfea

  1. Pingback: Fate che persero la testa! | Blog di Demonio

  2. Pingback: Zio me l’aggiusti? | Blog di Demonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...