Paolucc’ ‘u zuzz…

Facendo una passeggiata stamattina sono passato vicino alla casa ormai abbandonata e semidiroccata in cui un tempo abitava quello che,era un personaggio strano e misterioso,di cui avere anche un certo timore.

Ero ragazzino, e tutte le mattine da Settembre a Giugno percorrevo quella strada a piedi per andare a scuola.

Due chilometri e mezzo con ogni tempo, L’autobus sarebbe arrivato solo in quarta elementare.

E nel percorrere quella strada per un tratto si costeggiava questa casa. Casa di pietra bianca in cui viveva non si sa come questo Paoluccio ‘u zuzz o almeno così tutti lo hanno sempre chiamato.

Viveva da solo con le sue pecore incurante del mondo che gli cambiava intorno. Non so quanti anni potesse avere allora ma ricordo un volto indecifrabile sotto una perenne barba incolta.Ma approssimativamente avrà avuto un età compresa tra i 60 ed i 70 anni.

Non aveva ne elettricità ne acqua corrente ne gas ne nulla. Intorno a quella che un tempo era campagna nascevano case su case ma lui restava li al suo posto.Con le sue pecore.

Si vociferava che gli avessero offerto all’epoca ben 3 miliardi per tutta la sua terra ma che lui li rifiutò. Dei soldi non sapeva cosa farsene.

Aveva l’aria di un barbone,vestito di stracci e abiti rattoppati.

Credo che guardando lui era come avere una fotografia sul passato di noi italiani di 3-4 generazioni addietro. Gente povera, contadina o allevatrice di piccoli capi di bestiame che viveva in un epoca lontana anni luce da quella che viviamo oggi.Che si accontentava di poco senza sapere praticamente nulla del mondo.

Ricordo che ci tenevamo alla larga da casa sua e da lui.Ne avevamo timore anche se, da quel che ne so non ha mai fatto del male ad una mosca.

Ma si sa,si diffida di ciò che non si conosce e non si capisce. E noi bambini non potevamo capire.E cambiavamo strada quando lo vedevamo arrivare da lontano.

Gli anni sono passati e molti di questi li ho trascorsi in giro per il mondo. Non so che fine abbia fatto.Nessuno ne ha più semplicemente parlato.

Presumo sia morto perchè son almeno trent’anni che non l’ho più visto.

E prima guardando la casa in rovina con parte del tetto venuto giù mi chiedevo se nel caso fosse morto qualcuno se ne fosse accorto. L’ho sempre visto solo e non mi risulta avesse parenti.

Presumo di si insomma…o lo spero…poverino,era una specie di Neanderthal che viveva ai giorni nostri, non deve aver avuto una vita facile ma credo che a lui piacesse perchè non ne immaginava una diversa.

Cercando nel web alla fine ho trovato la foto di un pastore sardo e ce n’erano anche altre.Beh…si assomigliano tutti…e pure Paoluccio aveva quella fisionomia per cui,in ricordo di un epoca che non c’è più ne ho scelta una a caso che rende l’idea.

EUR_11_10PastoreSardo

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in Blog su racconti, Racconti d'infanzia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...