Ci hanno tagliato la voce.

A volte leggendo cose nel web trovi cose di una genialità assoluta e questa che ho letto poco fa per me è una di quelle.

Caro diario.
A casa mia ci hanno tagliato la voce.
Non abbiamo pagato la bolletta.
In casa per il momento stiamo usando parole di cera. In cucina perché in soggiorno è silenzio pesto e anche andare in bagno è un problema.
Per fortuna avevamo dei gesti a pile e mio padre ha recuperato dei discorsi da campeggio che stavano in cantina da anni.
Ci stiamo arrangiando così, ma non va molto bene.
Di giorno ancora ancora tutti escono, ma la notte c’è un silenzio che fa paura.
Mia madre ha preso l’abitudine di lasciare aperte le persiane per far entrare un po’ di voce dalla strada.
Ho anche sentito dire che altri nel palazzo sono senza voce, anzi pare che stiano staccando la voce a quasi tutto il quartiere e la gente sta rimanendo tutta in silenzio.
So che qualcuno si attaccato abusivamente ad una radio per rubare un po’ di parole almeno per qualche ora ma altri sono proprio muti.
Solo Mariotto se ne frega. A casa sua sono anni che ha rinunciato alla voce pubblica e tira avanti con i suoi paroloni a petrolio.
A dire il vero se ne frega anche l’avvocato Sparagrosso. Figurati se a quello manca la voce con quella casa piena di filippiche di cristallo e citazioni dotte che ne basterebbe una per dare un mese di voce ad una famiglia normale.
Io non penso sia giusto che chi non ha i soldi per la bolletta rimanga senza voce. Tutti hanno diritto di parlare.
Ma le cose stanno così e non credo cambieranno.
A casa papà ha deciso di vendere un po’ di dignità per avere un po’ di voce almeno per un paio di mesi.
Peccato. Non ne ha quasi più e anche mamma ha detto che la sua l’ha impegnata tanti anni fa. A noi ragazzi forse la regalano finita la scuola.
La situazione è nera.
L’altro giorno però in strada ho visto un gruppo di ragazzi che dava voce gratis a chi non ne aveva.
Avevano una macchina che produceva voce, che la amplificava insomma che dava voce a tutti nel quartiere.
Secondo me è illegale. Infatti, appena si è creato un po’ di movimento sono spariti.
Mio padre ha detto che quelli sono solo degli imbecilli e che faranno una brutta fine. In realtà non l’ha detto perché non ha voce, ma è bastata la faccia.
Io invece credo che se si rimane senza voce bisogna pur trovarla.
Con le corde solari così uno se la fa in casa, o con i megafoni a basso consumo o con la macchina di quei ragazzi che ho sentito uno che la chiamava “cervello”.
Ma anche io non ho potuto dirlo perché ero senza voce.
Tornati a casa poi però avevamo la voce perché mio fratello si era allacciato abusivamente alla radio del bar di sotto.
Mio padre prima ha dato un ceffone a mio fratello, che queste cose non si fanno, poi però glielo ha lasciato fare.
Tutti si sono messi a parlare insieme, per sfogarsi dei giorni di silenzio e era bello parlare di nuovo e tutti parlavamo a voce alta.
Allora mio papà è andato in bagno e ha usato tutta la sua parte di voce per farsi la barba e cantare.
Flavio Pirini
Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog vari, internet ecc e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...