Il tristo mietitore!

Qualche giorno fa ho letto una citazione che ironizzava sulle banderuole umane, quelle che  dicono di essere per qualcosa a seconda della convenienza.

Grosso modo era che i comunisti sono tali fino a che non diventano ricchi, le femministe fino a che non si sposano e gli atei fino a che non sono in pericolo di vita diretti a morte certa nel qual caso iniziano a pregare!

Beh, soprattutto la considerazione finale mi ha fatto riflettere sul fatto che le mie convinzioni tutto sommato sono abbastanza ponderate da farmi evitare di cambiare idea!

Per carità, è vero che solo gli stupidi non cambiano  idea però è anche vero che mi ci vorrebbe qualcosa di più concreto che dei vecchi libri per farmi cambiare idea sul mio essere formalmente ateo!

Credo nella scienza perché essa non è una fede in quanto ogni convinzione può essere cambiata sulla base di nuove prove che smontano le vecchie. E quindi col beneficio del dubbio si finisce per accettare verità confutabili ma almeno plausibili.

Ora, riguardo la morte devo dire che l’ho sfiorata diverse volte e mai mi sono messo a pregare ma a seconda delle circostanze sono sempre rimasto più che altro passivo della serie…ahooo…e vediamo che succede sperando di cavarmela!

La prima volta avevo circa dieci anni e dopo aver  innumerevoli ghiaccioli ad un pranzo di comunione di un cugino rimasi vittima di una congestione.

Mi salvarono che ero privo di sensi e ricordo solo che sentivo di star lasciando la pelle col corpo che non rispondeva più, le membra irrigidite e il pensiero era più rivolto al che stesse succedendo che non al pregare infatti non lo feci nonostante allora ero ancora nella fase indottrinata e religiosa della mia vita.

Sempre da ragazzino facendo lo splendido al mare mi allontanai troppo, la corrente era forte e ad un certo punto mi prese un crampo pazzesco e mi assalii il panico di chi pensa che annegherà!

C’era poco da pregare…ma restai calmo e mettendomi a far il morto pian piano tornai a riva. Da allora non mi allontanai mai più da dove si tocca!

Una volta invece mio padre uscii di strada e finimmo per una scarpata…potevamo finir male ma ne uscimmo illesi…pensai non tanto che potevo morire ma a come sarei tornato a casa!

Sempre in macchina durante una forte pioggia con un mio amico in una curva venimmo travolti dall’acqua che si riversava da un muro.L’auto perse aderenza e portanza e finimmo fuori strada ma forse li fu troppo rapida anche per pensare!

E per due volte in una settimana mi addormentai guidando, cosa che peraltro ritenevo impossibile! Invece successe solo che ebbi la fortuna di farlo in due rettilinei(stesso punto tra l’altro!) e nel sonno sognai che stavo uscendo di strada…una volta la macchina andò tangente sulla destra senza sbattere e la seconda volta andò tangente a sinistra anche li senza sbattere.

Ebbi fortuna, soprattutto la seconda volta quando invadendo la corsia opposta non c’era anima viva!Beh li di fatto dormivo quindi anche volendo non avrei potuto invocare nessuno!Mi svegliai entrambe le volte di soprassalto e realizzato cosa accadeva ripresi il controllo fermandomi poco più avanti.

Una volta mentre aggiustavo una presa femmina trifase un amico inserì la presa maschio nel quadro ed io comparsi in una nuvola di fumo dopo che il cacciavite fuso nel fare contatto esplose. Non ebbi tempo nemmeno di capire cosa fosse successo…

Dove invece capii fu in un locale all’aperto a Roma dove ero salito sulla struttura delle luci(allora si saliva così…senza imbragatura di sicurezza…)e mentre avanzavo ad un certo punto mi appoggiai al lampione vicino…

Il lampione non era messo a terra ed io feci da ponte per l’arco elettrico…presi una tale quantità di corrente che ancora oggi mi chiedo come il cuore come abbia retto!

Restai attaccato ameno una decina di secondi e non pregai…ammetto però che bestemmiai e urlando riuscì a darmi uno strappo che mi fece saltar giù.

Non mi feci nulla e nemmeno mi spiego come…per tre ore non sentii più le braccia ma poi tornai operativo!

Se non ricordo male ( a parte il terremoto del 1980 in cui la scossa  fu lunga e tanti avranno pregato ma non io) l’ultimo episodio, quello si simile al caso della citazione dove si parlava di aereo che precipita, fu quando un collega alla guida del furgone 9 posti si addormentò.

Li facemmo non so quante carambole  tra i newjersey in autostrada e subito dopo il primo impatto si capì subito che stavamo rischiando la vita. Ma non pregai. Tutti urlavano…credo di averlo fatto anche io per le botte ricevute e lo spavento. Ma ne uscimmo illesi.Uno solo si ruppe un braccio. Il giorno dopo eravamo a lavorare.

Insomma questo per dire che sono fatalista…un giorno arriverà il triste mietitore e non starà nemmeno a sentirle eventuali preghiere perché quando ordinerà di seguirlo dovrai andare e basta!

Per cui no, non pregherò nessuno quando succederà ma mi limiterò semplicemente a considerare che tutto sommato se non ci sarà nulla pazienza e se ci sarà qualcosa credente o non credente non ho mai fatto del male a nessuno, penso di esser stato meno peggio di tanti credenti per cui ahooooo che incontri dio, manithu, budda o allah io resterò tranquillo e semmai…beh… che siano loro a spiegarmi e a rispondere alle mie domande!

E non posso non citare questa scena de Il senso della vita dei Monty Python con l’arrivo del signor morte!

 

 

Questa la versione originale più lunga: qui

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su religione, su di me e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

140 risposte a Il tristo mietitore!

  1. Mariantonietta ha detto:

    Bello mio, cambiati subito il nick, tu non sei un demonio, sei un gatto, anzi, che dico, hai molto più di 7 vite! 😀

    Mi piace

  2. eda ha detto:

    uao. in quanto a sfighe stai messo benissimo! XD

    Mi piace

  3. alessialia ha detto:

    e che caspita demoniè!
    beh menomale che se po raccontà!
    ho letto finalmente tutti gli altri post!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...