Aiutatemi a capire…

Mi piacerebbe che su questa considerazione che sto per fare vi fosse poi un insieme di interventi che davvero mi aiutassero a far luce perché io davvero non ci riesco.

Parto da questa considerazione: siamo d’accordo che( escludendo i sadici psicopatici) la visione di atti in cui viene rappresentata l’azione violenta che porta alla morte sia qualcosa di brutto?

Che sia per un bombardamento o per una fucilata o una coltellata o per una esecuzione siamo d’accordo che vedere la morte inflitta ad altri esseri umani è un qualcosa di effettivamente brutto?

Ok, eppure essa non fa scandalo. Nessuno trova nulla da dire se essa viene mostrata in tv o celebrata in un film. La morte anzi viene esaltata dalla storia stessa e, da Giulio Cesare o Alessandro o chiunque  altro semmai l’atto del vincitore viene addirittura esaltato come eroico.

I popoli sterminati passano nel dimenticatoio. I Conquistadores hanno evangelizzato mica ammazzato…Certo, la visione a volte cambia a seconda del fatto che uno vinca o meno.Hitler e Mussolini avessero vinto loro sarebbero stati glorificati. I milioni di morti?Dettagli.

Nell’antica Roma la morte era addirittura spettacolo e nel successivo medioevo un rogo o una impiccagione ordinate ed eseguite dalla chiesa erano spettacoli di piazza a cui tutti assistevano spesso con tripudio. Altri tempi oggi ma cose analoghe avvengono ancora che ci si trovi nei “democratici” USA piuttosto che in Arabia Saudita o in Cina.

Nelle principali religioni il sacrificio umano, la distruzione del nemico sono pane quotidiano ed offrono più di una giustificazione per i vari fanatismi. Sto dicendo eresie? Credo di no, ma nel caso sono pronto a ricredermi di fronte a un ragionamento forte.

Ok, nelle stesse religioni che sono parte delle nostre culture di questo millennio se la morte inflitta viene quindi ammessa, giustificata, glorificata e santificata per contro vi è invece una condanna di quel che è il sesso in generale e la nudità in particolare.La prima è un dato di fatto mentre il sesso va a braccetto con la censura. Sempre.

Eppure chi di voi pensa che il sesso e la nudità siano brutti o riprovevoli? Chi può dire che se la morte violenta è un qualcosa di abietto lo sia anche ciò che è legato alla sessualità?Io credo che se solo ci si fermasse a mettere sui piatti di una bilancia le due cose sarebbe ovvio che ciò che non è bello è certamente la morte!

Eppure se come abbiamo visto la prima viene non solo tollerata ma esaltata, giustificata e glorificata tutto ciò che è inerente al sesso viene invece trattato come impuro, indegno, empio, addirittura malvagio se non consono a certi dettami(vedi omosessualità) e quindi derubricato a cosa da nascondere per non turbare!

Addirittura gli atti impuri si son inventati!E’ o non è assurdo? Voi cosa preferireste insegnare ai vostri figli? Ad ammazzare o ad amare? Esaltate la visione di un crocefisso(un morto ammazzato) e vi date poi tanta pena per coprire il seno o la nudità di un guerriero raffigurato in una statua classica!

Parlano tanto di superiorità di culture ma io non vedo nessuna superiorità. Io vedo profonde affinità tra cristiani e musulmani, culture parallele dove si rinnega il bello ritenendolo nemico mentre si esalta la morte.

E non fa differenza che l’esaltato sia il martire deficiente a cui hanno lavato il cervello per farsi saltare in aria da qualche parte o il pilota tecnologico che alla guida di una miliardaria macchina da guerra sgancia bombe democratiche.

In entrambi i casi la propaganda esalta le azioni eppure mettendoci nei panni delle vittime proviamoci a chiedere se avremmo preferito vedere la nostra vita finire in modo cruento per la decisione di qualcuno oppure avremmo preferito vivere in un mondo dove ognuno fa sesso con chi gli pare come gli pare e quando gli pare?Sesso, porno, nudo non uccidono…

E non tiriamo in ballo i discorsi ipocriti del rispetto perché coprire delle statue o distruggerle o negare dei diritti non ha nulla a che vedere col rispetto…anzi…è solo l’ennesima dimostrazione che viviamo in un mondo illogico, stupido in cui a quanto pare per ciò che è bello o piacevole non c’è posto.

a474897f14211fc9bcf9f4a5c9532e89orig_main

Ed allora vi chiedo: cosa preferite?Il brutto o il bello? Io su questo non ho dubbi!

1412102562-originemondo

bronzi-di-riace

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su politica, Blog su religione, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Aiutatemi a capire…

  1. Mariantonietta ha detto:

    Chiaro, anche se il discorso non è semplice. Comunque, la storia delle statue è ridicola! L’arte è arte perchè esprime qualcosa e suscita emozioni. Dovremmo cercare di preoccuparci di cose più importanti, ecco, a me queste cavolate sanno solo di distrazione dai veri problemi.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Mitica Mariantonietta!!Speravo che sto post generasse una discussione ma così non è stato e mi stavo chiedendo se fossi l’unico a pensarla in un certo modo!Si, non è semplice il discorso però trovo tutto ciò davvero assurdo.Ricordo da bambino quando se mi trovavo a vedere un film e c’era una scena di sesso(e parliamo di film di 35-40 anni fa…non certo espliciti!!) e mia madre mi copriva gli occhi per non farmela vedere mentre non mi ha mai coperto gli occhi di fronte a scene cruente! Poi si, condivido che c’è molto da distrarre da ben altro però il mio era un discorso che andava al di la del fatto(ridicolo) del giorno!

      Mi piace

  2. alessialia ha detto:

    allora… il discorso è vastissimo e difficile parlarne cos’ in piccoli commenti su un post.
    post tra l’altro in cui mi trovi daccordo es esplichi tutte le problematiche da affrintare… l’arte è arte e come tale va trattate. come pure la religione, io rispetto la tua e tu rispetta la mia. un riferimento erotico ben fatto non deve assolutamente dare fastidio perchè si parla della natura umana, di qualsiasi natura sessuale stiamo parlando. e qui mi fermo.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Potevi continuare! Mi interessa conoscere il tuo pensiero. Dico solo che posso rispettare un credo religioso a patto che sia personale e sentito e non prodotto tradizionale e religione istituzionalizzata che pretende di decidere cosa sia giusto anche per gli altri.

      Mi piace

      • alessialia ha detto:

        eh e tanto avevo detto piu o meno tutto… ognuno deve rispettare gli altri, a partire da religione o sessualità. e quindi sono daccordo con te in linea di massima, come pure il tenere il crocifisso nelle aule e fare l’ora di religione, chi non vuole esce. le statue ci sono e sono quelle, se sei turbato ti giri. come io mi giro se vedo morti ammazzati brutalmente e no se vedo una foto erotica.

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Sul crocifisso invece non sono proprio d’accordo. Ma non perché turba ma semplicemente perché la scuola pubblica è di tutti e non ci si va per essere indottrinati ma per studiare. Lo stato è laico chi vuol pregare lo può fare dove crede ma non a scuola. Tra l’altro si spendono inutili soldi per insegnanti di religione quando con quei soldi sin dalla prima elementare ai bambini andrebbe insegnato l’inglese aumentandone le ore. Il crocefisso invece è una imposizione che non rispetta sia le altre religioni e sia chi non crede ed è una imposizione che viola palesemente la costituzione.

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        in realtà non la vedo come imposizione, perchè se non vuoi che tuo figlio faccia l’ora di religione non la fa. cosi pure quando sei piu grande e decidi tu se farlo. ci sono chiese, moschee… io se sono cristiana non sono di certo turbata dalla presenza delle moschee. anzi capisco che al mondo siamo tanti e diversi come è giusto che sia. se c’è il crocifisso in classe non dovrebbe turbare le altre religioni perchè hai il tuo credo e viene rispettato. ah sull’inglese pero sono daccordo…

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Vedi, se non fosse una imposizione allora non sarebbe un problema toglierlo invece non lo si può togliere proprio perchè è una imposizione. Te lo spiego qui (https://klaudiomi.wordpress.com/2015/10/02/per-fortuna-non-ho-figli/) e anche qui(https://klaudiomi.wordpress.com/2014/12/16/scuole-laiche/) mentre qui(https://klaudiomi.wordpress.com/2014/12/10/percorsi-di-crescita-e-di-ribellione/) parlo di come non vi è questa libertà di cui parli.
        Del resto come molti non sanno nelle scuole dello Stato italiano non c’era nessun simbolo esterno(se simbolo deve esserci che sia la bandiera!) ma poi fu introdotto dal fascismo per un puro scambio di favori tra lo stato fascista e la chiesa.
        Inoltre un bambino non può capire la cosa e toglierlo dall’ora di religione sarebbe una discriminazione visto che lo si renderebbe “diverso” agli occhi degli altri. Tutti devono avere libertà di culto ma lo Stato è laico e non c’entra nulla con il Vaticano. Non è una questione di turbamento ma proprio di imposizione. E non va bene.

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        Eh ok… Domani vado a vedere i post. Ma mi sa che qualcuno l’ho gia letto…
        Dal momento che nasciamo in una famiglia cje è radicata in un posto del mondo si lrendono quelle tradizioni di nascita…. Se io sono vegana probabilmente vorro crescere il mio bimbo secondo quella tradizione… Io sono cattolica.e battezzero mia figlia e andremo a messa (in realta non pratichiamo tantissimo) andra in una scuola dove studiera religione. Gia appena nasciamo è una imposizione. Ed io avendo avuto quella convinzione e non avendo cambiato idea la impostero pure su mia figlia. Sbagliando sicuramente eh. Ma se il simbolo della mia religione che è la maggioranza del luogo in cui vivo è il crocifisso a me fa piacere che ci sia. Non per questo se c’è un musulmano deve sentirsi maltrattato perche durante religione puo uscire… Ma scrivendo un connebto non riesco ad esprinere bene la mia idea….
        E cmq tutte le idee secondo me sono rispettabili…

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Ti ripeto il concetto. Fino alla riforma scolastica fascista non vi era nessuna tradizione. Semplicemente le scuole facevano le scuole e nessuno pensava minimamente che bisognasse mettere il crocefisso negli edifici pubblici. Anzi, c’era netta distinzione tra stato e chiesa e il papa,privato dei suoi poteri temporali se ne stava in vaticano senza rompere i coglioni a nessuno. Chi voleva andava in chiesa in sinagoga o dove voleva. Poi il fascismo per avere un sostegno politico ed una sua legittimazione andò dal papa e coi patti lateranensi stabiliti da 2 tizi (poi ribaditi da altri 2 tizi…craxi per la cronaca) stabilì che bisognava inquadrare e formare sin da piccoli gli italiani per crescerli fascisti. E diede alla chiesa l’opportunità di prendersi le scuole col doppio compito di spiare e segnalare tutti ciò che era contrario al regime( leggi insegnanti comunisti…).
        Insomma uno scambio. Io di una cosa a te e tu ne dai una a me. Non c’entra nessuna tradizione ed anzi, fosse per la chiesa tua figlia a scuola nemmeno ci andrebbe visto che nella sua storia secolare la chiesa si è sempre prodigata al che il popolo restasse ignorante. Ma ciò detto lo stato garantisce il culto privato a tutti per cui nessuna maggioranza verrebbe privata di nulla ma la scuola deve tornare laica. Io se vado in tribunale devo poter giurare sulla costituzione, o sulla bandiera, o meglio ancora sulla carta dei diritti dell’uomo e non certo su un libro come la bibbia dove sui diritti dell’uomo si sputa! Ripeto, ti potranno sembrare cose di poco conto ma la civiltà ed il rispetto su cui si fonda uno stato inizia da queste cose. Poi se vogliamo essere cittadini del vaticano…

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        eh ok! sicuramente hai ragione guarda. anzi ne sono sicura avendo spiegato così bene i concetti e con cognizione di causa… e si, forse questo è rispetto delle civiltà, ma io sono cresciuta avendo il crocifisso nell’aula e non mi ha ne dato ne tolto nulla…
        detto questo, sai che neanche so se nella classe di mia figlia che va alla scuola materna ci sia il crocefisso… mmmhhh mo mi faccio una domanda in piu, va!

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Ecco hai detto una cosa giustissima ovvero che quel simbolo che per altro rientra nel capitolato dell’arredo scolastico( ne più né meno di una sedia…) nulla toglie e nulla aggiunge alla formazione di un ragazzo per cui ostinarsi a difenderlo quando ci son le scuole che cascano a pezzi è davvero assurdo!

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        e per non parlare delle violeze di alcune sedicenti maestre…

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Purtroppo l’animo umano ha il germe della cattiveria

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        Che schifo guarda….

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Un giorno domineranno i robot!

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        Guarda proprio si… In questo senso si…

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...