Misantropia

Poichè con le mie amiche non parlo solo di cose leggere o hard ma anche di cose serie queste riflessioni sono figlie di un discorso appena fatto e di fatti di cronaca che in questi giorni(ma non solo) mi hanno al solito fatto parecchio incazzare portando il mio livello di misantropia a livelli ormai irrecuperabili.

L’argomento discusso è stato il recente caso di due maestre denunciate per maltrattamenti. Ovviamente come sempre in questi casi, parte l’invettiva comune dal web e tutti si accodano a condividere il loro sdegno, a postare foto, a ingiuriare e quant’altro. Guai a chi in questi casi provi a sollevare dei distinguo, delle obiezioni, delle osservazioni. Chi lo fa rischia di diventare egli stesso vittima di ingiurie.

In effetti la mia amica(che di mestiere fa l’insegnate) si era limitata solo a dire su di un social che, indubbiamente le due donne avevano fatto qualcosa di orribile ma, mentre in questo caso immediatamente tutti si indignano per altri casi invece esiste il silenzio totale e , non è che altri episodi siano meno gravi…anzi.

Riflessione legittima che ovviamente l’ha messa in rotta di collisione con i giustizialisti del web. Ok, poco male le ho detto, io è da un pezzo che ho smesso di parlare con la gente, con gli amici e i parenti! Sopravviverai a qualche amica in meno che ti toglie saluto e amicizia!

Il problema infatti è che la gente adora gettarsi come  jene sul colpevole di turno ma non guarda mai le cose nella sua complessità. Non voglio ne difendere ne condannare queste due donne.Se ci sono prove ci sarà un processo ed eventualmente una condanna.

Però volevo riflettere su una questione e mi piacerebbe chiedere a tutte le persone che si indignano ora se lo erano anche prima quando mattone dopo mattone si distruggeva la scuola pubblica. E questo è importante perchè, se nel caso specifico le due insegnanti sono due pessime persone ci sta anche che ricevano un calcio nel culo senza alcuna pietà.

Ma, se queste due sono arrivate a quel punto perchè a monte qualcuno ha consentito che venissero fatte classi con un numero esagerato di bambini allora magari, non dico che vanno assolte ma un minimo di comprensione ci può stare. Io già con un bambino vado in tilt…figuriamoci con 30 tutti strillanti insieme per ore tutti i giorni!

Certo, l’obiezione è che quello è il tuo lavoro…ma anche qui…siamo davvero sicuri che fosse quello il loro lavoro?E questa è una domanda volutamente provocatoria poichè a me non pare che oggi tutti facciano esattamente il lavoro che vorrebbero. Molti fanno concorsi e pur avendo studiato altro finiscono a far lavori opposti.

E già qui personalmente sono da sempre contrario al concorso come metodo di selezione per dare lavoro. Vinci una prova( e spesso come la vinci…va beh…)ma questo non significa necessariamente che tu sia idoneo.

Esistono tre macro tipologie di lavoro e ognuna richiede competenze talmente diverse che andrebbero valutate. Lavoro mentale, lavoro con cose e lavoro con persone richiedono persone totalmente diverse. Io con le cose mi trovo a meraviglia ma non potrei mai lavorare con le persone ad esempio.

Ed ecco quindi che questa vicenda si mischia con quella altrettanto recente della ragazzina picchiata in uno sgombro da un poliziotto o a quella degli infermieri che picchiavano i degenti. Insegnanti, poliziotti, infermieri.

Sono tre lavori che hanno in comune diverse cose:

  • Sono lavori che hanno a che fare con le persone

  • Sono lavori che in maggioranza riguardano il pubblico

  • Sono lavori che in questi anni hanno visto notevoli riduzioni di organico e budget

  • L’appeal di questi lavori non è altissimo per cui anche la qualità tende al basso

Ora, a me pare evidente che se non sei in grado di lavorare con le persone, se non hai empatia, se non hai carisma ,sangue freddo, calma, pazienza, spirito di sacrificio e altruismo questi lavori non puoi farli.Se li fai di mala voglia non puoi farli. Se hai problemi personali, psicologici e sei un violento certi lavori non puoi farli.

Eppure non solo la gente li fa ma finisce anche per farli ancora peggio viste le carenze strutturali del paese. Inoltre finiscono per farli spesso persone che probabilmente , come nel caso dei poliziotti che picchiano gente inerme sono anche scarsamente dotati di umanità oltre che di intelligenza.

E andrebbe sempre ricordato che un ordine illegittimo può e non deve essere eseguito.Inoltre andrebbe anche ricordato che proprio perchè questi lavori sono pubblici di fatto i loro datori di lavoro siamo  noi per cui sarebbe quanto meno doveroso fare in modo che, se viene commesso un reato quel lavoro tu lo perda.

E invece no…quello che di solito succede è che passata la buriana, passata tutta l’indignazione del uebbe, passati i titoloni sui giornali e nei tiggì tutto resta immutato.I rei spesso nemmeno perdono il posto e spesso nemmeno ci vanno in carcere ma soprattutto nella indifferenza totale dei giustizialisti del uebbe il settore pubblico continua ad essere lasciato libero di sgretolarsi e lo Stato diventa sempre meno un qualcosa in cui si ha piacere a stare. E io come ho detto non sopporto più questa umanità.

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su fatti di cronaca, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

53 risposte a Misantropia

  1. nascostatralerighe ha detto:

    Se ti devo dire come la penso io non credo che ci sia giustificazione per un comportamento di questo genere. Mai. Neanche se (pur essendo cose da condannare) la scuola pubblica è stata distrutta, se le classi sono piene di bambini e il rapporto insegnante-alunno non è equo, pure se c’hai problemi a casa, pure se sei stato assunto col concorso col calcio in culo. Questa gente non è umana, non può esserlo…mi spiace, ma io sono stata educatrice in asili nido ed animatrice in varie strutture ed è vero che ti fanno andare fuori di cervello, è vero! é vero che ti fanno mettere in discussione il tuo amore e la tua passione per il prossimo, per questo lavoro, è vero! Però è anche vero che devi avere dei limiti e devi saperli riconoscere. Complice la mancanza di lavoro? Sì. E forse nella testa girano discorsi del tipo “non ce la faccio più, ma non posso fare altrimenti perchè ho una famiglia da mantenere”…non li biasimo certi pensieri, ho conosciuto gente che pur facendo 16 ore in fabbrica guadagnando un soldo di cacio non riusciva a trovare di meglio e si rompeva il culo tutti i giorni perchè sennò non sapeva come sfamare i figli. Di delinquenti pronti a sfruttarti ce ne sono ad ogni angolo! Però caspita…no…non si può arrivare a quei punti lì quando hai tra le mani la vita degli altri. Allora cosa si può fare? Questi sono mestieri che ci vuole la passione di fondo (cosa che secondo me spesso manca dal principio) e sono mestieri che, è risaputo, ti mandano in burn out quasi per forza. Non nego che a volte può succedere anche da giovani, anche poco dopo aver iniziato la carriera, però purtroppo spesso succede a persone di una certa età, esaurite, stanche, frustrate e tutto quel che ti pare. Bene, mettiamo un limite. Diciamo che te puoi lavorare nel sociale per…quanto…15 anni, poi devi essere sottoposta a controlli psicologici e casomai devi essere ricollocato. Può funzionare? Non lo so. Possono funzionare le telecamere obbligatorie? Non lo so, però fanno stare senza dubbio più tranquilli anche se non credo che riescano a coprire il raggio totale di ogni stanza.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Io ti ringrazio per l’intervento però vorrei precisare che non ho certo voluto giustificare nessuno! Io ho preso a pretesto questi episodi per sparare a zero sia sul sistema globale in cui tutto ciò avviene e sia su quelle persone che dalle loro pagine FB sono tutte Charlie quando l’onda mediatica parte ma che poi, in realtà se ne fottono di tutto quello che avviene.
      Poi come ho detto, per quanto mi riguarda un certo tipo di persone certi lavori non dovrebbe proprio farli. Eppure invece li fa e questo è il problema maggiore al di la delle vittime per cui ovviamente mi dispiace.Insomma a me non piacciono certamente quelle insegnati o quel poliziotto ma non piace nemmeno la gente che dai social sputa sentenze.
      Invece credo che la tua idea di un limite potrebbe avere un senso ma anche li, il “sistema” è decisamente in controtendenza e se continuiamo con questo passo a nemmeno a 80 anni andremo in pensione…

      Mi piace

      • nascostatralerighe ha detto:

        Nono infatti non ti stavo accusando, credo che queste siano cose ritenute ingiustificabili da chiunque…siamo d’accordo su tutto, solo credo che non sia giusto provare a trovare un qualcosa che possa alleggerire diciamo il perchè di questi comportamenti. Un po’ come diceva Alessia via…
        Comunque secondo me sarebbe una buona soluzione come ho detto, ma so anche che come dici tu se si guarda in che paese viviamo e con che stato ci ritroviamo si parla praticamente di mini pony. Gli eroi da tastiera poi, di quelli non ci libereremo mai…

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Oh ecco, sono lieto che mi hai capito. Gli eroi da tastiera poi non li sopporto più. Ho aggiunto al post un video che chiarisce ancora meglio il mio pensiero.

        Liked by 1 persona

  2. alessialia ha detto:

    beh che ci sono due pesi e due misure è vero… vale per tutto…
    ma non sono daccordo sul fatto che vadano un po capite perchè messe alle strette dallo stato… cioè, tu non sei in un archivio con le scartoffie o in un’ufficio a fare fotocopie… sei con dei bambini che non c’entrano nulla con lo stato e col fatto che stanno in trenta chiusi come sardine in un’aula… e in questo ci rivedo pure la mia piccoletta di tre anni e mezzo… le sue maestre pero si cvede che amano il loro lavoro perchèp co i mezzi scarsissime che hanno a disposizione stanno facendo un gran lavoro secondo me…. ed io devo per forza fidarmi ad affidargfliela… questi, come quelli assistenziali dovrebbero essere fatti anche per voglia e vocazione…. anche se capisco che le condizioni sono pessime, i fruitori del servizio, soprattutto se bambini, non devono andarci di mezzo…
    abbiam detto la stessa cosa alla fine, ma con la differenza che io non dico che si deve guardare la condizione in cui versano…

    beh, mi mancava il post inghezzato col sistema! 😀

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Alessia cara mi ripeto ma il discorso sulla “comprensione” ovviamente è provocatorio e non riferito al caso specifico nel senso che se tu prima avevi classi con 20 ragazzi e diciamo che te la cavicchiavi ma poi te ne mettono 40 qualcosa a monte che non va c’è!Eppure tutti zitti.Tutti tacciono. Se in un ospedale non ci sono medici e infermieri a sufficenza e i turni diventano estremi, vi lavora gente che non riposa e poi sbrocca o fa un errore il problema credo che sia a monte no? Se in polizia fai lavorare gente che ha la foto del duce sul comodino il problema è a monte no? Allora, io quello che dico è che va bene incazzarsi se c’è l’episodio di cronaca ma, lo devi fare sempre, lo devi fare anche prima. E ti faccio un esempio stupido stupido stupido ma che provocatoriamente rende l’idea. Tra qualche mese tutti in vacanza, tutti al mare uh che bello…bandiera blu…bla bla bla bla…siamo italiani…o sole o mare ma che ce frega della Merkel…tutto bello…poi arriva una forte mareggiata, una nave sbatte contro una piattaforma petrolifera e succede il disastro. Il giorno dopo le tue belle spiagge son tutte nere di petrolio. Tutti incazzati…tutti su FB però li mi incazzo io perchè al referendum a votare io c’ero e pochi altri quindi chi non c’era deve solo tacere . Gli italiani in questo paese devono solo tacere perchè sono colpevoli tanto e quanto quelle maestre se non di più essendo i loro datori di lavoro. Capisci quello che voglio dire col post?E’ questo. Non assolvo le maestre, condanno loro e tutti gli altri.

      Mi piace

      • alessialia ha detto:

        Ok perfetto… Stavo di corsa ed ho omesso delle cose e scritto un po a cazzum….!
        Sono daccordo con questo tuo commento… Ma poi bisogna sempre distinguere con chi si doscute di queste cose….
        Una delle mie migliori amicje lavora come infermiera all’ospedale bambin gesu… Prima era reparto oncologico o trapianti midollo bambini… Facevano turni di 12 ore… Ma se dovevano preparare le chemio con percentuali alla 12esima ora come potevano stare?? Che dovevano poi avere swmpre attenzione per non sbagliare le terapie di sti poveri bambini….

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Esatto. È quello che volevo dire. È giusto incazzarsi se qualcuno sbaglia ma bisognerebbe essere più vigili in generale sulle cose che ci riguardano mentre oggi la gente crede che basti mettere un mi piace su Fb per aver la coscienza a posto.

        Liked by 1 persona

      • alessialia ha detto:

        beh per le cose serie fb non è proprio indicato e manco ci si riesce a provare…

        Liked by 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Totalmente d’accordo tanto che me ne tengo alla larga!

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        ecco però… se stavi su fb, ora ci potevamo amicare… invece no!

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        E qui non ci siamo già amicati? 😂

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        cettttoooo che si! almeno io… tu???? sgrunt!

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Ahahah ma come almeno io…tu?! Anvedi questa! 😔😔

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        De che stavamo a parlâ?

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        mi stavi dicendo che non mi vuoi essere amica!:-P

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        Ahhhh si si, ricordo…. E tu che m’avevi risposto? 😁😁😁

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Veramente dato che io per primo avevo detto che ti amicavo e che tu invece non mi credevi non avevo detto nulla ma ero stato colto da profondo stupore e costernazuone e lacrime di dolore ed avevo solo detto: anvedi questa! 😂😂😂

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        Agahahah! Certo che la notte tu dormi eh! 😁
        Ma come…. Io ero addolorata nel profondo fino alla cistifellea di n9n poterti amicare anche su fb…. Non è che abbia na gran vita sociale li ma essendomi amicata con altri bloggers ci chiacchieriamo!
        A seeeee? Tu mi hai amicato x primooo? Non volevo spezzarti il cuore tesò… 😁😁😁
        Allora mi vuoi bbbbbene! Uau! 😁

        Liked by 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Dormo a spizzichi e bocconi mannaggia…
        Ti voglio bene? Ho il tuo poster gigante sul comodino!!:-D

        Mi piace

      • alessialia ha detto:

        ussignur! e ti chredo che dormi male col mio poster sul comodino! così ti incubi benedetto regazzo! 😀
        te potevi sceglie na gnocca! che so, tipo belen! 😀

        Mi piace

  3. Mariantonietta ha detto:

    Fermo restando che spero che venga fatta giustizia, tutte queste considerazioni ti fanno solo onore e mi fanno sperare che non tutta l’Italia sia abitata da italioti ma anche da gente che usa la testa e il discernimento. Non mi capita spesso di dire ad un blogger che è molto intelligente.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Posso solo ringraziarti per aver colto l’essenza del mio post. Non penso davvero di essere intelligente ma come dissi forse proprio commentando un tuo post non è colpa mia se son gli altri ad esser decisamente sotto media. Io mi limito a ragionare (magari a volte sbagliando o esagerando) non ripetendo a pappagallo quello che dice la massa.

      Liked by 1 persona

  4. Annaluna ha detto:

    Demonio ti voglio bene!!

    Mi piace

  5. Anais ha detto:

    Io condivido il tuo pensiero, direi su tutto. Ho un’intollerenza per gli individui che citi. Tuttologi, opinionisti, giudici dei miei cogl#@*#… questo un altro dei motivi che mi ha fatto rinunciare a fb. Continuo a pensare che è l’ignoranza il male incurabile.
    Buona domenica Demonio 😊

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Si è un male davvero incurabile a quanto pare. Il guaio è che queste persone confondono l’aver curiosità per vari argomenti, l’aver legittime opinioni, anche diverse con il parlare a vanvera senza riflettere e senza informarsi almeno un minimo. Quello è disarmante. Gente che rilancia bufale facendo diventar vere cose assurde. E in quanto a Fb…me ne tengo alla larga ben volentieri anche io.
      Grazie, buona domenica anche a te! 🌂

      Liked by 1 persona

  6. pattykor122 ha detto:

    È l’intero sistema che non funziona Demo, ma questo non giustifica azioni tanto deplorevoli. Andrebbero riviste taaante cose, una fra cui la capacità psicologica di certe insegnanti, cosa che non avviene. Ricordi un post che ho scritto sulla mia professoressa di francese? Lei poteva avere tutti i problemi di questo mondo, ma prima di entrare in classe ed insegnare quello che doveva essere la sua materia ,doveva essere esaminata da uno specialista in psicologia ed essere aiutata , visto il risultato che ne ha ottenuto. Prima doveva risolvere i suoi problemi e poi rapportarsi con i suoi alunni. Non si possono scaricare le proprie frustrazioni di bimbi inermi, non si puó! Cosí con quello che dovrebbero essere i tutori della legge, pestare la gente solo per scaricare la priori rabbia, non si ha a che fare con palloni ,ma con esseri umani. Non riesco a giustificare le azioni di queste persone ,posso comprendere fino ad un certo punto il loro disagio, ma non bisogna giustificarle. Ho vissuto sulla mia pelle la crudeltà di un insegnante quando andavo all’asilo , i miei ricordi rimangono impressi nella memoria , odio le veneziane verdi e ogni volta che mi guardo il dorso delle mani mi vengono in mente i buchi fatti con una siringa piena d’acqua con la quale ” l’insegnante” ci puniva se mormoravamo anche solo un a! No! Mia madre la denunció ,fu cacciata dalla scuola. Mi domando che fine ha fatto? Ha continuato ad “insegnare” in qualche altro istituto per l’infanzia? Le è stata fatta una visita psicologica a fronte dei suoi crimini, perchè sono veri e propri crimine ciò ha perpetrato a noi bambini? È stata valutata la sua capacità d’insegnamento e di relazionamento con altre persone? Boh ! Manca questo caro Demo ! Tu non ci sei fare con i bimbi o con gli anziani o con l’essere umano ti radio da alcune professioni e vai a scavare buche in campagna a piantare alberi,ma almeno non fai del male a nessuno. Questa è la mia opinione , scritta male sicuramente ,ma da donna e sopratutto mamma incazzata! Bacio le smorzare

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Ovviamente non ho(l’ho anche scritto) voluto certo giustificare nessuno!Il mio spunto di riflessione partiva da questi episodi per andare ad analizzare quella che è una situazione molto più generale. E come non giustifico questi episodi altrettanto non giustifico il popolo italiano che semplicemente se ne frega quando c’è da decidere(in un commento ho fatto l’esempio dell’ultimo referendum disertato…)sul nostro futuro e sulle questioni che ci riguardano tutti da vicino. Troppo facile fregarsene prima e poi fare quelli che sul web fanno tutti gli indignati. Questo è ciò che mi da davvero molto fastidio. Poi ovviamente se ci sono reati è giustissimo che la magistratura indaghi e condanni!Ma anche qui in questi anni abbiamo visto come spesso è l’impunità uno dei tanti problemi che abbiamo.

      Liked by 1 persona

  7. pattykor122 ha detto:

    E scusa gli errori devo levare questo cazzo di scrittura facilitata

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...