Il giornalismo, le “ciciottelle” e l’arretratezza culturale

Tutti immagino avranno sentito di questa vicenda in cui tre ragazze che partecipando alle olimpiadi ed ottenendo comunque un ottimo risultato sfiorando una medaglia sono diventate protagoniste, loro malgrado, di uno spiacevole epilogo a causa di un articolo del Resto del Carlino in cui venivano appunto definite cicciottelle.

Ok, a seguito di questo stupido titolo sono seguite polemiche ed alla fine il direttore del giornale è stato licenziato. Tutto finito? Tutto risolto così? Giustizia è fatta? Non direi. Anzi, a mio avviso non è certo un licenziamento che chiude la questione. E a dir il vero se questo direttore ha pagato per questo titolo infelice allora dovrebbero dimettersi o essere licenziati in blocco tutti i giornalisti ed i direttori di tutte le testate giornalistiche e non.

Perché ok, quel titolo è stato decisamente di cattivo gusto ma altri titoli su altre vicende , anche più gravi gridano ogni giorno vendetta così come gridano vendetta tutti quei titoli mai fatti per coprire, per nascondere o per non disturbare. Parliamoci chiaro: il livello qualitativo della stampa è pessimo ma quello che è ancora più pessimo è il livello culturale medio che è alla base di tutto ciò.

Nello specifico ad esempio il problema non è tanto dire che tre ragazze sono in sovrappeso. Lo sono. E allora? Sarebbe una notizia? Non credo. Ma dato che per l’appunto sono donne allora bisogna per forza sottolineare la cosa. Fossero stati tre uomini si sarebbe scritto tre cicciottelli hanno sfiorato la medaglia? Non credo…

Ma nello sport (e non solo!) quando si parla di ciò che fa una donna l’aspetto sportivo(o comunque professionale) passa sempre in secondo piano mentre quel che la stampa deve evidenziare è sempre se è bella o brutta, come veste, di che colore ha le unghie e tutta una serie di altre cose che nulla hanno a che vedere con la notizia. E queste cose con gli uomini non avvengono.

Questo è il ritardo culturale che è alla base di tutto ciò. Un licenziamento non serve a nulla se poi quando una donna viene ammazzata o stuprata subito si va a scavare nel privato della vittima per vedere come viveva, come andava vestita e nel caso di lasciar intendere che in fondo se l’era cercata…

Leggendo in giro commenti su forum sportivi( va beh…sorvoliamo sulla sportività di certa gente…) c’è da rabbrividire. Qualcuno per giustificare quella che è sicuramente una mancanza di rispetto verso tre donne ha tirato fuori il fatto che qualche giorno fa un giocatore di calcio fosse stato analogamente sfottuto perché in sovrappeso.

Ok, passi anche lo sfottò (se rimane tale) ma un conto è criticare un calciatore che è pagato per correre ed avere un peso forma specifico per rendere al meglio in quella disciplina e ben altra cosa è rimarcare il sovrappeso in una disciplina che non ha bisogno di avere l’atleta in perfetta forma. Nel primo caso la critica è funzionale alla disciplina mentre nel secondo caso è evidente che non lo è quindi a che pro?

Quindi in conclusione sarebbe opportuno che un pò tutti si iniziasse a rispettare le persone e a valutarle/giudicarle per ciò che fanno o non fanno lasciando da parte tutto ciò che è parte della vita privata. In fondo mi sembra una cosa ovvia eppure facciamo tanto quelli che la nostra civiltà è così superiore ergendoci a paladini contro invasioni culturali e chissà che altro salvo poi scoprire che fondamentalmente siamo tutti uguali e retrogradi. Prendiamone atto e ripensiamo ai nostri atteggiamenti quotidiani per iniziare…

tumblr_o023gkznuz1ufzp8to1_500

 

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, blog su donne, Blog su fatti di cronaca, blog su parole, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

38 risposte a Il giornalismo, le “ciciottelle” e l’arretratezza culturale

  1. 65luna ha detto:

    Concordo. 65Luna

    Mi piace

  2. CriticaComunista ha detto:

    Maschilismo…tanto per cambiare!

    Mi piace

  3. lorenzaravaglia ha detto:

    Sacrosanto! Interessante come molte persone di genere maschile abbiano così chiari concetti che a molte donne restano oscuri. Quindi alla fine credo che la vera differenza non sia tra maschi e femmine ma tra persone consapevoli e non

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Oh esatto, hai usato una parola a me molto cara ovvero persone. Prima di tutto siamo persone e meritiamo rispetto a prescindere da ogni altra definizione come sesso, razza,cittadinanza e quant’altro!

      Liked by 1 persona

  4. CUORERUOTANTE ha detto:

    Ben detto, come sempre!

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    “…A portarle alla ribalta nazionale e al centro del dibattito pubblico – più che l’intenso ed emozionante pomeriggio olimpico in cui, da matricole, hanno raggiunto il quarto posto nell’arco a squadre femminile – era stato un titolo su Il Resto del Carlino: “Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico”.Apriti cielo: …ecc.ecc….”
    passar sopra al fatto che da matricole si siano classificate al quarto posto per la ciccietta ?
    …mi duole dirlo ma soono ancora tante le persone che continuano a perseverare nell’imbecillità 😉
    perdona se non mi sono loggata , ma ora un vuoto , non ricordo la password 🙂
    C.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      E sull’imbecillità sono totalmente d’accordo! E per le password…ahahah ti capisco…capita ogni tanto anche a me di vivere questi…drammi! 😂

      Mi piace

  6. feniceacquamarina ha detto:

    Concordo in pieno…il vero fondamentalismo è quello dettato dall’ignoranza, che porta a credere ciecamente agli stereotipi, che siano di genere, di etnia, di cultura ecc…invece di fermarsi a riflettere e valutare/giudicare le persone per ciò che fanno davvero.

    Purtroppo i media, i politici e in generale il mondo della comunicazione (che io amo e di cui faccio parte) spesso diventato i “portavoci ufficiali dello stereotipo”, e questo non fa altro che alimentare il bisogno di giudicare l’altro, caratteristica insita nell’animo dell’essere umano medio…

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      E si, in effetti dal piccolo di questo mio blog era proprio questo che mi auguravo di suggerire ovvero il cercare, ognuno di noi, di fare autocritica sui nostri comportamenti quotidiani. Spesso purtroppo, si fa presto a passare da ciò che può essere una innocente battuta a quello che poi invece diventa cattiveria gratuita giustificata dal fatto di sentirsi superiori.

      Mi piace

  7. Ahahahahhaha come dirti che hai torto… questa è la nostra società. .. questa è quella che viviamo ogni giorno

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...