Sciopero del pompino

Titolo provocatorio? Può darsi. Eppure racchiude bene quello che il mio pensiero riguardo un certo modo di vedere la donna che mal si concilia con quella che dovrebbe essere una società evoluta e nella quale certe cose non dovrebbero più aver spazio. Ma davvero vogliamo ancora tollerare che ci sia chi si permette di giudicare male una qualsiasi donna perché questa fa sesso con chi le pare, quando le pare e come le pare?

Ed allora se fossi donna lo farei proprio sto sciopero del pompino( e non solo!) perché evidentemente serve qualcosa di drastico per sradicare certa ottusità che ancora vorrebbe questi ruoli sociali di genere secondo cui tu uomo grande cacciatore puttaniere eroico collezionista da ammirare e tu donna a casa, madre angelo del focolare altrimenti troia, sgualdrina, poco di buono, buona per essere usata e sputtanata senza ritegno.

Mi pare davvero una assurdità no? Quindi…ecco, se fossi donna e poco poco avessi il sospetto che te uomo sia proprio uno di questi ottusi a fare in culo devi andare. E se fossi donna non vorrei certo essere giudicata per quel che faccio nella mia vita privata specie se son affari che di certo non arrecano danno a nessuno. Che poi fosse per me troia dovrebbe essere al massimo un complimento e non certo un insulto.

Invece andrebbe non solo insultato ma perseguito chiunque (uomo o donna che sia) tradisce la fiducia delle persone e, magari per le svariate ragioni che vanno dalla vendetta alla ritorsione al ricatto pubblica senza il consenso dell’altra persona video o foto che ,senza quel consenso si supponga debbano rimanere nell’ambito strettamente personale e privato. E qui però attenzione a dare sempre la colpa al web ed a invocare più regole perché non è ciò di cui abbiamo bisogno.

C’è del resto chi non aspetta altro per trovare pretesti tali da invocare leggi speciali che limitino la libertà sul web. No, le leggi devono riguardare la persona e devono essere equiparate a quelle sulla violenza poiché violare la fiducia di una persona è una violenza.Quello che però si potrebbe fare e che avrebbe un senso, sarebbe di costringere i siti ad accettare video e foto da utenti privati solo se vi è la certificazione di tutte le persone coinvolte le quali debbono dare la liberatoria per l’uso del materiale.

A questo punto i siti che fossero in regola resterebbero aperti, gli altri andrebbero chiusi e perseguiti. Certo, poi abbiamo ancora Whatsapp ed altri servizi di messaggistica istantanea ma li, esistono i tabulati per cui nel caso in cui venga diffuso qualcosa per danneggiare qualcuno la responsabilità sarebbe immediatamente affibbiata al primo della catena.Non è difficile.Il punto è che penalmente ad oggi l’unico reato contestabile pare sia la diffamazione che mi pare ovvio non sia abbastanza pesante.

Insomma, sarebbe ora di farla pagare cara a queste merde perché, e lo ribadisco ancora una volta la persona sbagliata non è quella che fa il pompino ma lo stronzo che ti sta prima usando e poi sputtanando certo di trovare una vasta platea di uomini e di altre donne tutti pronti a colpevolizzare chi non ha colpa di nulla. Ed il primo o la prima che mi dice che se fai certe cose, se ti filmi te la sei andata a cercare si becca un vaffanculo preventivo poiché evidentemente non ha ancora capito nulla di cosa dobbiamo cominciare a cambiare in questa società assurda.


Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, blog contro la violenza, blog su donne, Blog su fatti di cronaca, internet e porno e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Sciopero del pompino

  1. Blondie ha detto:

    La cosa che mi fa più rabbia è tanti a giudicare a parlare male ecc… e poi sono i primi maledetti che sui social fanno vedere la famiglia stile mulino bianco e poi mandano le foto spinte agli amanti… il problema non è il pompino. Che siamo sinceri tutti lo fanno nelle proprie case, macchine ecc…. ma sta mancanza di rispetto davvero che si ha verso le persone uno sputtanamento senza senso. Triste è davvero triste

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Si, c’è tanta, troppa ipocrisia. E c’è questa voglia di mettere al rogo le persone per motivi futili. È triste e dispiace. Ma ognuno di noi nel nostro piccolo forse può provare a cambiarla questa mentalità magari prendendo le distanze da chi ci sta intorno e che per troppo tempo abbiamo tollerato.

      Liked by 1 persona

  2. alessialia ha detto:

    tanto la merda è sempre la donna che le cose se le va a cercare…
    ecco magari io eviterei di farmi filmare da chi non conosco e non so che tipo di etica abbia… i filmati se mi fanno piacere li farei con chi mi fido… ma se io ho voglia di fare sesso e cavoli vari con qualcuno sono affari miei e non vedo perchè l’uomo debba essere bravo e la donna zoccola… poi molti uomini hanno dignità, etica e consapevolezza pare a quelle di un verme e lui che posta i filmati è bravo e la stronza è chi ci è caduta… non vanno mai ad analizzare cosa possa esserci dietro,,, ma… i siti che fanno firmare le liberatorie… non mi sembra na cosa possibile. piu giustio sarebbe che ognuno prima di pubblicare usasse il cervello e non altri organi.

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Mi sembra che siamo abbastanza d’accordo. Sui siti non è difficile. Basta che chi vuole farsi pubblicare registri un account(che garantisca anonimato ovviamente) e che prima della pubblicazione pretenda dai partecipanti una conferma via mail o sms a cui si invia un codice che poi va inviato congiuntamente. Ma ci possono essere anche altri modi. In ogni caso chi pubblica deve essere certo che ne comprenda le implicazioni e se ne assuma la responsabilità.

      Liked by 1 persona

  3. Quanto siamo d’accordo!!!!!
    La donna viene ancora vista “diversamente” rispetto all’uomo…

    Liked by 1 persona

  4. CUORERUOTANTE ha detto:

    Sesso o non sesso, pompino o non pompino..una cosa è certa “attenta a chi lo dici, non sono tutti amici” o, se preferisci, “amici amici e ti rubano la bici”. Purtroppo occorre realmente fare una bella scrematura ed affidarci a chi, si spera, non ci faccia mai del male, nella realtà o nel web. Sicchè di vita ne abbiamo una sola.
    Bell ‘articolo!

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Si, come dico spesso è dagli “amici” che ti devi guardare perché con loro si abbassa la guardia. Il problema è che non si può vivere diffidando sempre e prima o poi a tutti noi capita di essere traditi proprio da chi mai te lo saresti aspettato. Detto ciò penso davvero che in queste vicende la diffamazione non sia adeguata come via penale e serve qualcosa di più. Poi non sarebbe male se già dalle scuole si parlasse anche di ciò…ma vallo a spiegare ai cattolici che vedono i discorsi sul superamento dei ruoli di genere come se fosse la fine del mondo…

      Liked by 1 persona

      • CUORERUOTANTE ha detto:

        Troppi genitori difendono i loro “bravi ragazzi”..e poi ci si chiede da dove arrivino questi adulti coglioni.
        Mi auguro solo che queste storie maledette servano a far cambiare le leggi perché episodi come quelli accaduti di recente sono sempre più frequenti

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Ecco, quello che hai toccato è un altro punto dolente. Proprio sra settimana notizia che un genitore ha messo avvocato perché a scuola è stato sequestrato telefonino al figlio. Ai miei tempi se a scuola facevo una cappellata a casa prendevo il resto mentre oggi si giustifica e difende l’indifendibile e alla fine un insegnante, piuttosto che trovarsi in queste storie lascia perdere. È tutto assurdo. Tutto.

        Liked by 1 persona

  5. ciao Demo, ero arrivata sorridendo leggendo il titolo invece non c’è proprio nulla su cui ridere.
    Correggimi se sbaglio , presumo tu stia parlando del fatto emerso settimana scorsa della ragazzina vittima dello “sputtanamento” da parte di altre ragazzine , dicasi sue amiche.
    Sai cos’è la cosa che mi fa’ più’ specie..? l’eta’ di queste ragazzine che hanno messo in pratica il cui sopra , 16/17 anni di piccole donne alla ricerca di chissà’ cosa e come ..
    per il resto sono d’accordo con ciò’ che ho letto nei vostri commenti, a nessuno è permesso giudicare
    quello che un essere dedica della propria vita , quando si da’ via del proprio consapevolmente , ripeto, nessuno può.

    ps. se non parlavi di quello a cui mi riferivo, pazienza, a me è emerso quel’ episodio che purtroppo non è neanche isolato.

    Ciao , complimenti bel post !

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Diciamo che cerco di non entrare mai nello specifico dei fatti di cronaca perché spesso disponiamo di notizie parziali o non attendibili o prefabbricate o manipolate per rinforzare o smorzare determinate onde mediatiche. In questa settimana i fatti di cronaca con attinenza alla sfera sessuale sono stati due. Oltre la ragazzina c’è stato anche un suicidio. Ma come ho detto non ho parlato direttamente di nessun fatto in particolare(anche per una forma di rispetto) mentre di solito focalizzo i miei interventi su tutto il resto ed è di solito tutta la parte peggiore. Per esserne più chiaro come parte peggiore indico la gente che straparla, che giudica, che condanna senza appello e senza cervello. E naturalmente i media.

      Liked by 1 persona

      • si sentito anche dell’altra vittima anche se con qualche anno in più, non ha avuto modo di non arrivare al suo gesto finale… che dire? condanne e giudizi sono all’ordine del giorno, non s’immagina neanche il danno che si reca puntando solo un dito.
        ciao demo

        Liked by 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Già è così. Eppure sento che siamo ben lontani dal migliorare le cose. Lo vedo anche da questo post. Su circa 50 che lo hanno letto solo 5-6 hanno condiviso il mio pensiero mentre il resto evidentemente trova giusto tutto ciò. E al di la delle tragedie questa è la cosa che mi dispiace di più…

        Liked by 1 persona

      • Invece voglio credere e sperare che lo abbiano letto e tenuto per se’ la loro impressione , in attesa di voler commentare magari.
        Come ben sai io credo in un mondo migliore di quello in cui viviamo, vedrai.

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Il tuo ottimismo è commovente ma io sono di avviso contrario. Noi nasciamo e cresciamo in una società di pregiudizi e ne siamo talmente tanto infarciti che non ne possiamo fare a meno. E per tanti ciò serve a sentirsi migliori. Della serie…lei ha fatto quello? Ah ma a me non sarebbe successo perché io sono migliore…certe cose non le faccio…se le fai sei una troia e in fondo te la sei andata a cercare. Magari molti lo pensano ma non lo dicono…

        Mi piace

  6. La dama distratta ha detto:

    Grande, demonio! Oltre le protezioni l’unica regola per una donna dovrebbe essere di darla a tutti meno che a ‘sti maschilisti maledetti. Sciopero a vita. E solo con loro. 😂

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Oh, lieto di aver trovato chi ha compreso in pieno lo spirito del mio post! E fanculo a sti maschilisti che poi alla fine son solo dei poveri idioti ottusi!

      Liked by 1 persona

      • La dama distratta ha detto:

        E la cosa più difficile davvero è come comportarsi con le donne che giustificano questi atteggiamenti. Io mi circondo sempre di uomini che non hanno questi preconcetti, è una cosa che succede in modo naturale. Ma tra le amiche molte volte mi capita di doverle “abituare” a sentirmi parlare di sesso in modo libero, e spesso perché sono le prime vittime di un’educazione familiare (magari con retaggio religioso) che ci ha volute in una posizione subalterna. Io credo che nella maggior parte dei casi quelle che additano le altre come troie lo facciano per invidia e per l’incapacità di vivere bene la propria sessualità, oltre che perché si sentono minacciate. Quindi credo siano le prime vittime di questa mentalità ottusa. Però poi certe soddisfazioni quando a forza di parlarne alcune si abituano e cominciano a dire che in effetti dovrebbero vivere il sesso come una cosa bella e naturale e senza sensi di colpa 😃

        Liked by 1 persona

  7. Demonio ha detto:

    Ecco, questi “scontri” li ho anche io e su entrambi i fronti. Da una parte certe volte mi trovo sconcertato di fronte a certe amiche perché mi ritrovo ad essere più femminista di loro! E allora ci litigo cercando di far capire che se pensano che perché son donne io le debba trattare con maggiori riguardi si sbagliano! Il riguardo maggiore lo riservo per una che magari mi piace! Altrimenti uomo o donna per me pari sono! Invece con gli uomini ci litigo quando danno della troia a qualcuna. Embeh dico? Che problema avete? Saranno pure fatti suoi! Insomma…la strada è lunga a quanto pare!

    Mi piace

  8. Anais ha detto:

    👏👏👏 bravo! Tutto giusto… ma il mondo che fa e dice le cose giuste non esiste! Finché ci saranno donne che non insegnano per prime ai loro figli il rispetto, eh! Niente da dare!! Buon sabato Demo 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...