Siamo sicuri che il cattivo sia davvero cattivo?

Questa domanda in realtà era da un pezzo che mi ronzava  tra i miei 2 neuroni e ieri leggendo un post sullo stesso argomento (questo qui) mi son tornate in mente diverse tipologie di “cattivo” che nella storia dell’umanità di volta in volta cambia aspetto a seconda della parte che interpreta quella dei buoni. Come ad esempio avviene  nel ridicolo spot del ministero della salute…i buoni…ed i cattivi nettamente distinti e separati!

Tralasciando questa stupida campagna in generale vi sono diversi tipi di cattivi e tutti più o meno tornano utili per legittimare le azioni dei buoni.O meglio questi ultimi hanno gioco facile a delegitimare i secondi. C’è infatti il cattivo religioso che in ogni religione incarna il male e di solito assume le sembianze del diavolo o più di frequente quella del miscredente o del credente di un altra religione. I buoni di qua…i cattivi di la, se possibile da convertire altrimenti da ammazzare! Conquistadores, crociati…la conoscete la storia no?

Poi ci sono i cattivi nella politica. Vi è la parte giusta e vi sono loro, i barbari, gli incivili, ad ogni epoca il suo cattivo per antonomasia. Da Sparta ad Annibale, Cleopatra, i Galli, Guelfi e Ghibellini, gli austroungarici, i Borboni…dimmi chi sei e ti darò il tuo cattivo! Spesso poi politica e religione vanno a braccetto così il cattivo diventa un cattivo certificato e se dio è con noi (ed è sempre con noi!) allora lo sconfiggeremo!Amen, e così sia!

Nella letteratura, nei miti e nelle leggende il cattivo è sempre presente quindi manco a dirlo il tutto è assorbito in epoca recente dalla cinematografia. E nei film il cattivo è cangiante peggio di un camaleonte sotto Lsd! Oggi sei cattivo, domani torni buono poi chissà! Prendiamo Holliwood e la sua storia. Ad inizio secolo scorso i cattivi erano manco a dirlo gli uomini di colore e, forse un gradino più su c’erano guarda un pò gli italiani e gli irlandesi.

1100e6a4-b3f0-4e67-9465-2dc1c3733e61

Tutti sempre rappresentati come brutti sporchi e appunto cattivi oltre che ignoranti e criminali. I primi associati indissolubilmente ala droga ed i secondi che te lo dico a fare alla mafia. Poi si è passati al filone western e figuriamoci se il cattivo non era l’indiano (anche il messicano!) rappresentato come la peggior cosa possibile ma mai come quello che è stato invaso e scacciato dalle proprie terre…figuriamoci…

In epoca di guerra l’indiano ha lasciato il posto al giapponese e in misura minore ai tedeschi. E a guerra terminata di nuovo i cattivi tornano ad essere italiani, latino americani gli immancabili neri. Ma solo per poco perché poi il cattivo per antonomasia diventa il russo e per estensione il comunista. E via via ai giorni nostri quando per un attimo il cattivo, in piena corsa allo spazio diviene l’alieno. L’unico alieno buono è quello morto!

Notare come la frase sia sempre la stessa e ad alieno puoi sostituire di volta in volta italiano, negro, indiano, giapponese, tedesco, comunista e via dicendo. Con lo svolgersi degli eventi arrivano anche gli arabi ed i cinesi in misura minore.Ma i primi soprattutto seguono gli eventi politici e ora sono palestinesi, ora libanesi finendo a iraniani,libici e iraqueni passando per afghani e somali.La costante ovviamente è quella degli eroici americani sempre nelle fila dei buoni…ci mancherebbe!

Noi italiani? Beh, noi siamo stati i cattivi per gli americani(ed anche per tanti altri…)ma facciamo finta di nulla e così ad un certo punto eravamo noi quelli buoni mentre mezzo mondo era cattivo a cominciare dall’abissino passando per il libico e finendo in bellezza quando da buoni abbiamo fatto guerra a francesi, inglesi, russi, greci, slavi, albanesi oltre che internamente ai soliti comunisti(stan dappertutto quelli!), ebrei, zingari e omosessuali.

Poi però ci siamo evoluti! I cattivi son rimasti solo i comunisti per un pò salvo recentemente riscoprire i buoni vecchi valori e tornare ad avercela anche con zingari, ebrei ed ovviante musulmani in genere con un pizzico di cinesi e, a seconda del vento che tira qualche punta d’odio verso il tedesco o il francese. Sempre in pool position omosessuali e stranieri vari con vari cambi al vertice passando da albanesi a marocchini per finire ai rumeni ed arrivare ad indiani, filippini e mediorientali tutti.

Ora…mi pare evidente una cosa: ognuno a quanto pare è almeno una volta il cattivo di qualcun altro! Altra cosa che dovrebbe far riflettere è che i buoni si scelgono loro i cattivi nel senso che, spesso sto cattivo torna utile per qualche scopo ma alla fine si scopre che quel cattivo non era poi tanto cattivo e che quei buoni forse non erano poi così tanto buoni! In definitiva…ma non sarà che stringi stringi su sta palletta azzurra che rotola nell’universo i cattivi siamo proprio tutti noi? E pure un pò stronzi mi sa!

 

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog contro il razzismo, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

36 risposte a Siamo sicuri che il cattivo sia davvero cattivo?

  1. Marta Vitali ha detto:

    Io sono buona e cattiva, dipende dalla situazione, insomma essendo poliedrica tendo a fare il bello e cattivo tempo…

    Mi piace

  2. alessialia ha detto:

    uè… allora hai visto che sei anche un po cattivo! 😀

    Mi piace

  3. CUORERUOTANTE ha detto:

    Cattivo e buono commentano una situazione e sono entrambi d’accordo..solo che il presunto cattivo la espone a terzi e il buono tace. Così il cattivo diventa intollerante e antipatico, mentre il buono rimane buono. Un finto buono.

    Mi piace

  4. Mariantonietta ha detto:

    Ma tu guarda che combinazione! Proprio oggi stavo pensando di scrivere un post “Siete sicuri di sapere chi è il nemico?”, ma tu mi hai preceduto. Lo scrivo un’altra volta 😀

    Liked by 1 persona

  5. Mariantonietta ha detto:

    solo che non mi riferivo ne’ alla politica ne’ alla vita pubblica, bensì alla vita privata, soprattutto professionale.

    Mi piace

  6. quasi40anni ha detto:

    ho cliccato sul QUI ma non ho aperto nulla!??

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...