Alternativamente…post mortem!

C’è una scena del film Così parlò Bellavista in cui un disperato venditore cerca di convincere il professore a fare l’affare della sua vita e comprarsi per tempo, a rate, la propria bara che , a suo dire è un vantaggio!

Bene, la prendo un po’ alla lontana perché l’argomento per alcuni potrebbe essere…diciamo…malaugurante o incentivare al tocco di materiali ferrosi o alternativi quali parti in ombra del proprio corpo virile e rito scaramantico del rattazio pallorum pericula fugatorium!

Personalmente non mi pongo il problema scaramanzia. Non che non desideri vivere ma sono fatalista e non temo quello che so essere un passaggio naturale che prima o poi avverrà. Del dopo poi non sono minimamente preoccupato. Tanto quattro possono essere le possibilità e se ce ne sono altre va bene lo stesso!

La prima è che come credono in tanti, vi è un ordine delle cose e al terreno segue un ultraterreno dominato da qualche divinità nella quale finiremo: se così sarà non ho nulla di cui preoccuparmi anche se non sono un credente! Del resto, se tu esisti e vuoi che io ti creda sii più chiaro! Ci saranno centinaia di culture e divinità…che ne so io quale ha ragione ad essere unica? Non è colpa mia se tu non sei chiaro quindi sto tranquillo! Nel caso ci chiariremo!

La seconda è che la vita è un continuo passaggio da una forma all’altra quindi cessata una vita quella stessa ricomincia sotto altra forma. Ok, può essere. Non vedo perché debba preoccuparmi anche in questo caso! Peggio di così non potrà andare no? E se andrà peggio poi comunque si ricomincia quindi sto sereno!

La terza ipotesi è che non ci sia proprio nulla. La morte è la fine di tutto e finito il nostro percorso non ci sarà alcun dopo. Ok, possibile anche questa e se sarà così non vedo di cosa dovrei aver paura…finisce…stop…rien va plus!

La quarta che è la più concreta e verosimile, non in contrasto con le leggi della fisica ed in qualche modo simile alla seconda. Si muore e la materia di cui siamo fatti così come l’energia si conservano e si trasformano ricombinandosi nell’ambiente così che i nostri atomi dispersi un domani si riaggregheranno in altre forme animate o inanimate compreso il nostro io cosciente. Ovviamente anche in questo caso non è che ho da preoccuparmi!

Insomma, sto tranquillo e accetto ogni eventualità! Però, fino a ieri c’era una cosa di cui francamente non m’importava proprio nulla ed era l’approccio funerario al decesso! Sepoltura classica con bara? Cremazione ed urna? Discarica ? Ai pesci? Criogenizzato? Spedito nello spazio? Riutilizzato come concime? Francamente pensavo che davvero non farebbe alcuna differenza quindi ero dell’idea del fate un po’ come cazzo vi pare!

Poi ieri invece ho letto per caso questa pagina che sin da subito mi ha incuriosito! E per i pigri ve la riassumo in breve: in pratica qualcuno ha pensato che invece della classica bara con spreco di risorse come legno e metalli ed altro, era meglio creare un contenitore (a forma ovoidale) biodegradabile su cui verrà piantato un albero.

Insomma, alla fine, invece di avere il classico cimitero triste si avrebbero dei boschi in cui passeggiare ed in qualche modo si avrebbe un legame con la vita stessa oltre al fatto di contribuire in maniera attiva ad un processo che sia meno dannoso per l’ambiente ed anzi decisamente utile! Beh, inutile dire che questa idea mi piace e se questa forma di sepoltura in futuro prenderà piede penso che la preferirei!

Poi ecco, magari, se potete, invece di un albero mi chiedevo se potreste piantarmi una bella piantina di marjuana, di quelle che crescono alte e rigogliose,con l’idea che se un giorno qualcuno passasse di la e decidesse di fumarsela tutto sommato ne sarei contento! 😀

Tutti i miei post : clicca qui

 

 

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog vari, su di me e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Alternativamente…post mortem!

  1. Mariantonietta ha detto:

    Mi piacerebbe. Per me una quercia, grazie. Sulla tua piantina stendo un velo pietoso!

    Mi piace

  2. SognidiRnR ha detto:

    Idea originale! E con la pianta che hai scelto Alla fine da morto daresti molta più gioia a chi ti circonda piuttosto che da vivo 😂😂
    Comunque tempo fa avevo visto anche la proposta di cremare tuo marito o un tuo caro defunto e dalle ceneri ti creavano un diamante da incastonate in un anello. Più o meno funzionava così l’offerta 😂 la genialità non ha limiti, secondo me sono tutte alternative valide.

    Liked by 1 persona

  3. cuoreruotante ha detto:

    Due cose. La prima è che, da morta, Chi c’è lassù dovrà spiegarmi tante cose, il perché di queste cose. Se dovessi finire all’inferno ci starei meglio, ci sono abituata e poi farà caldo. E l’idea della pianta mi piace, verrò a prendere qualche foglia da te.

    Liked by 1 persona

  4. La dama distratta ha detto:

    L’avevo vista anch’io questa cosa e mi è subito piaciuta moltissimo! Anche se poi già so che quei burloni dei miei amici sceglierebbero un bonsay.

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Ahahahah ma come un bonsai? Ma poverina! I tuoi amici sono cattiverrimi! Meriteresti come minimo un bell’abete, comunque un sempre verde ed io propenderei per una bella sequoia!:-D

      Mi piace

  5. Sei il solito burlone ah ah ah… ma la pianta di maria dopo cmq morirebbe a differenza di un albero che potrebbe avere una qualche vita più longeva e il giorno che una sega abbattera’ il tuo troverà scritto… qui giaceva in una pace indiscussa un demonio che si burlava dei rompi maroni come te ( riferito alla sega… s’ intende) buon week end caro… ci vediamo la prox week.. che avendo ripreso a lavorare in treno riesco a leggere ma a casa è D E L I R I OOOOOOO!!!!! bacini bacini

    Liked by 1 persona

  6. Io mi sono sempre ritrovata nel quarto punto. L’energia non muore mai, si trasforma. Ecco perché sono sempre stata attratta dalla Legge della Conservazione della Massa “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. È vero che la gente muore, ma in realtà non sparisce, si trasforma in altra energia. Non sono una fisica e quindi non posso sapere in cosa si trasforma, ma di sicuro lo fa perché l’energia non muore mai 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...