Us and them, decisamente contro corrente

Avete presente gli animalisti fanatici? Quelli che sono poi vegani perché guai ad uccidere un animale per mangiarlo che è un essere vivente (come se le piante non lo fossero anche loro…va  beh…) ma poi li senti che si lamentano perché maledette zanzare ma quando la fanno la disinfestazione? E la derattizzazione? E ci stanno i cinghiali in città…e son tornati i lupi..gli orsi…non è possibile…i nostri bambini ecc ecc…

Ecco…quelli che sono animalisti a razze…questo si, quello si…quello no…e intanto hanno appena spiaccicato quel povero rospo in strada che attraversava…perché ci son animali più animali degli altri…ma loro sono convinti di rispettare la natura…loro sono casti e puri e quello orribile sei solo e soltanto tu.

Il discorso lo si riporta paro paro quando si tratta di esseri umani…sdegno enorme…chilometri di trasmissioni se a morire sono persone “nostre” invece al massimo un alzata di spalle se sono “loro” se non addirittura un nemmeno tanto nascosto meglio così che vengono qui e ci rubano lavoro, donne, cibo e cultura…

Perché di questo si tratta…semplicemente di ridurre sempre tutto a un noi ed un loro, a creare categorie, confini e dentro di questi sentirsi sicuri, protetti e, nel caso prendere gli opportuni provvedimenti che ovviamente non serviranno a niente se non a farti stare ancora peggio. Ma intanto i burattinai ne traggono giovamento.

E così l’uomo arancione parte per il suo mini tour…arriva ovviamente la dove ci sono i suoi sudditi e via…ti do queste belle armi nuove di zecca…e tu mi dai un pacco di soldi così la mia industria prospera, la gente lavora e l’idiota che mi ah votato è contento e potrà comprarsi l’ultimo televisore ipermegafullaccadi da 2000 pollici e vedersi la CNN che trasmette l’ultimo bombardamento in diretta!

Poi passa pure per la colonia italiana…il dialogo potete immaginarlo:

Trump: wee paisà…mi raccomando…dovete alzare le spese militari di un altro cicinino!

PM (primo ministro): ma come, non abbiamo soldi per ponti che cadono, strade sderrupate, gli ospedali che chiudono, stazioni pure, le scuole cadono, il terremoto…

Trump: e che sarà mai! Cazzo ti frega guagliò, tu dai sempre la colpa agli immigrati, all’isis, al tempo e alla sfiga che poi qualche dollaro te lo faccio sempre avere…un paio di giacimenti te li faccio gestire li, qualche cannone lo vendi la e tutt’a posto!

PM: ma veramente qui l’isis n’ha fatt ‘nu cazz!

Trump: non ti preoccupare…ci penso io!

PM: si ma tutte ‘ste cazzo di armi ‘ndo le metto? Non ho spazio!

Trump: e che problema c’è? Fai partire un altro po’ di soldatini e ne sganci un po’ qui e un po’ la…ah…si vede che sei nuovo e non capisci ‘nu cazz…me lo diceva Kissinger…Andeotti, Cossiga…quelli si che ci sapevano fare…ti devo dire tutto io?

PM: e vabbuò capo…come lei desidera…baciamo le mani!

Trump: bravo guagliò…e mo piggliammoci sto caffè che devo andare a parlare con gli altri picciotti francesi, inglesi e teteschi!

PM: certo che pensavamo tutti che fossi diverso dagli altri, fuori dal sistema! Gliel’hai proprio fatta credere a tutti eh?

Trump: beh si, un po’ come l’amico Berlusca qui…mi ha insegnato tanto lui! Pure quell’altro scimmione che avete…si Salvini …un poco l’ho copiato…bisogna sempre perculare chi ti vota e prepararli bene per fotterli dopo! Vabbuò..vado che tengo da fare!

E le cose non cambiano…ci sono delle equazioni inserite in sistemi dove cambiano poche variabili come ad esempio chi fa il cattivo…vuoi che sia la mafia, le Br, la RAF, l’Eta, l’IRA, l’OLP, i Talebani, l’Isis, Saddam, la Corea, l’URSS…variabili appunto…un cattivo si trova sempre e si trova sempre il modo di manovrarlo a sua insaputa naturalmente.

Le costanti sono sempre le stesse…industria armamenti e petrolifera, armi, esercito, guadagni, economia, PIL, paura, eroi. Campo dei buoni contro campo dei cattivi. Il risultato deve sempre essere un grande attivo economico ed un discreto spread tra i morti nostri (sempre eclatanti) ed i morti loro che non debbono mai fare notizia più di tanto. L’importante è che il saldo sia sempre positivo che il morale fa la differenza!

E niente…dopo i tanti Je suis passati mo siamo tutti Manchester in attesa della prossima equazione da risolvere per far quadrare i conti. I più strilleranno, si scaglieranno con odio contro gli altri, i giornali e le tv spiegheranno, si cercheranno testimonianze, ospiti…tutto come sempre…verranno prospettate soluzioni…chiudiamo porte finestre e frontiere…niente pc a bordo, niente tablet, niente visto…statt’a casa guagliò…ma dove devi andare?!

Naturalmente nessuno si accorgerà che in tutti gli attentati dall’11 Settembre gli attentatori non solo erano cittadini residenti ma erano spesso semplici delinquenti che nulla avevano a che fare con i paesi che poi sono stati colpiti! Uno dei maggior esportatori di terroristi ad esempio è proprio quell’Arabia Saudita alleata di banche e industrie americane…così per dire…mica hanno bombardato loro…

Tutto questo solo per dire che, ok…piangete per i bimbi inglesi e mi sta bene e mi dispiace ci mancherebbe però, ricordatevi, se non volete fare gli ipocriti, anche di tutti gli altri che in questo gioco del noi e loro muoiono tutti i giorni a causa delle politiche che mirano a far si che quelle equazioni di cui sopra vengano sempre rispettate.

Altrimenti tacete perché i vostri sentimenti sono falsi come è falso tutto in questo schifoso contesto ed alla fine non c’è alcuna differenza tra un qualsiasi idiota che si fa saltare in aria credendo di risolvere chissà cosa e voi che fate lo stesso votando per chissà chi che darà il via al decollo di qualche aereo per ammazzare chissà chi di la.

La verità è che fino a quando si continuerà a ragionare con questi schemi non cambierà nulla. La verità è che fino a che non capiremo che siamo tutti abitanti di un pianeta e che questo naturalmente non ha confini sarà sempre uguale. La verità è che non lo capiremo mai, la verità è che in quelle equazioni noi siamo solo delle costanti e le costanti si sa, non cambiano mai .

Us and them
And after all we’re only ordinary men
Me and you
God only knows it’s not what we would choose to do
Forward he cried from the rear
And the front rank died
And the general sat,and the lines on the map
Moved from side to side
Black and blue
And who knows which is which and who is who
Up and down
And in the end it’s only round and round and round
Haven’t you heard it’s a battle of words
The poster bearer cried
Listen son,said the man with the gun
there’s room for you inside

Down and out
It can’t be helped but there’s a lot of it about
With,without
And who’ll deny it’s what the fighting’s all about
Out of the way, it’s a busy day
I’ve got things on my mind
For wants of the price of a tea and a slice
The old man died

Noi e loro
E dopo tutto siamo solo uomini comuni
Io e tu
Dio solo sa che non è ciò che avremmo scelto di fare
Avanti, gridò, dal fondo
E la prima fila morì
E il generale sedeva, e le linee sulla mappa
Si muovevano da una parte all’altra
Nero e blu
E chi sa quale è quale e chi è chi
Su e giù
E alla fine è solo girare e girare e girare
Non hai sentito che è una battaglia di parole
Urlò l’uomo con il manifesto
Ascolta figliolo, disse l’uomo col fucile
Qui dentro c’è posto per te

Sotto e fuori
Non ci si può fare niente, ma ce n’é molto in giro
Con , senza
E chi negherà che è tutto qui il senso della lotta
Fuori dai piedi, ho un giorno indaffarato
Ho tante cose in testa
Per volere del prezzo di un thé e di una fetta di torta
Il vecchio morì

Tradotto da LA CORTE DEI MIRACOLI

 

Tutti i miei post : clicca qui

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su fatti di cronaca, Blog su politica, Blog su società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

35 risposte a Us and them, decisamente contro corrente

  1. cuoreruotante ha detto:

    E hai pienamente ragione su tutto. Anche ad incazzararti che può essere una variabile ma di fronte a certe prese per il culo diventa una costante.

    Liked by 1 persona

  2. La dama distratta ha detto:

    Quanto sono d’accordo! Questi giorni ho la repulsione da notizie ancora più del solito, non voglio più sentire quei discorsi ipocriti, non riesco a sentire notizie per le quali un bambino di Manchester vale più di un bambino di Raqqa, mi sono stufata di prendere parte a un gioco in cui i cittadini diventano patriottici ignorando completamente la storia, confondendo ingenuamente l’Occidente con il buono, l’Oriente con il cattivo e delimitando squadre con i confini geografici, al posto di prendere la parte delle vittime, ovunque queste siano nate. E in tutta questa storia l’Oriente è dilaniato da secoli, bambini ne sono morti a migliaia come non valessero neanche un pugno di bambini bianchi. Boh, io non ho parole. Gli attentati in Occidente sono disgrazie, ma possibile che quasi nessuno sia i grado di vederne la causa? Che nessuno capisca che il problema va risolto proprio lì, a valle?

    Liked by 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Mi hai compreso in pieno! Non ero sicuro di risultare chiaro perchè in questi casi i pensieri mi si accavallano e si sovrappongono ed alla fine non ci capisco nulla nemmeno io. Ma era esattamente quello che volevo esprimere e che forse tu hai saputo sintetizzare molto meglio. Come te non ho voglia di ascoltare nulla perchè tutto mi suona fasullo, tutto è un continuo deja vu. L’unica cosa che so è di cui sono certo è che mi sale la violenza verso quel genere di terroristi nostrani come quel giornale di carta igienica che è Libero o come Salvini e tutti gli accoliti di Casa Pound e fascistoidi vari che non perdono occasione per aprire bocca. Odio tutto ciò ed odio doverci avere a che fare.

      Liked by 1 persona

  3. valentinemoonrsise ha detto:

    Piccolo appunto riguardo la parte iniziale: gli animalisti vegani veri non sono ipocriti, rispettano ogni essere vivente anche la zanzara.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Mm mm…è quel veri che mi lascia assai perplesso…a parte i monaci tibetani quanti saranno?Cinque? Dieci toh…voglio essere generoso!Ma per la maggior parte è una moda.Che poi rispettare la natura non significa che non te ne debba nutrire altrimenti la stessa biodiversità non esisterebbe!Non mi dilungo ma ammiro molto di più il rispetto insito nei popoli pellerossa che uccideranno il bisonte e se ne nutrivano,vestivano ed altro ma ad ogni morte né ringraziavano lo spirito.Essi,vivevano in armonia con la natura e non prendevano mai più del necessario esattamente come un Leone non stermina tutto il branco di gazzelle anche se potrebbe! Insomma, non so se riesco a farmi capire dal cel ma per rispetto della natura intendo ben altro.

      Mi piace

  4. Oih boh ci sono dibattiti dibattitissimi sul fatto che ognuno debba stare a casa sua e io con rabbia esprimo la mia. Io sono abitante del mondo dunque nel rispetto dello stesso voglio potermi muovere a mio piacimento. Questi e-saltati sono persone che probabilmente hanno avuto il deficit di quell’unico neurone di cui la loro mamma li poteva dotare ( associazione ironica tipica della figura maschile hi hi hi) la pace nel mondo non ci sarà mai. Ci sarà sempre chi vuol comandare che pretende sempre di più. .. i soldi annebbiano la vista come il potere delle volte fino a rendere ciechi. Concordo sul fatto che ci siano persone e personeche vengono ricordate e altre meno e da domani voglio essere carnivora poiche in qualità di amante e rispettosa della natura… odio tutti coloro che pestano le piante e ci lasciano i loro escrementi sopra impedendomi di stwndermi sul prato e guardando al cielo godermi puri e puliti momenti di gioia. Buona giornata caro

    Liked by 1 persona

  5. Demonio ha detto:

    Ahahah e si, sta storia che uno non si può stendere nei prati deve finire!:-D Per i matti e il mondo non c’è un cazzo da fare invece quindi tocca adattarsi e sopravvivere sperando di schivare il più possibile tutto ciò. In questo naturalmente serve anche una buona dose di culo e riuscire a non esser al posto sbagliato al momento sbagliato…

    Liked by 1 persona

  6. Qui ci siamo dati all’assenteismo oramai…. que pasa?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...