Facciamo chiarezza?

Mi piacerebbe che questo post fosse letto soprattutto dai giovani ma anche da chi, troppo spesso accetta passivamente quelle che sono delle vere e proprie bufale che circolano in rete e che alla velocità di whatsapp diventano virali e di fatto finiscono per diventare vere o verosimili per chi le legge. Ma soprattutto mi piacerebbe che, chi lo leggesse avesse anche la voglia di verificare, perdendoci qualche minuto ed eventualmente dirmi che ho scritto cose non vere dimostrandomi nel caso il contrario.

Il post nasce dopo che in tutto l’anno passato sono circolate bufale clamorose sui presunti meriti del fascismo che, secondo vulgata e secondo il popolo del uebbe viene sempre più rivalutato e considerato alla stregua di un qualcosa che ha fatto tanto bene al paese da essere addirittura rimpianto ed invocato….della serie quando c’era lui…i treni erano puntuali e tutto il resto di cose fasulle inventate di sana pianta. E tra l’altro queste baggianate continuo a vederle riproposte tanto che in una recente discussione mi è stata ancora una volta vomitata addosso!

Tra l’altro una delle cose assurde che sto vedendo è che sempre più forze politiche “abbracciano” questi estremismi e gente di fogna come gli attivisti di Casa Pound o Forza Nuova trovano sempre più spazio in televisione mentre le loro azioni squadriste tipiche del ventennio si susseguono ogni giorno senza che da nessuna forza politica vi sia una presa di posizione netta. Per chi esalta il ventennio sarebbe il caso di rileggersi un po’ di storia recente. Comunque, fermo restando che non esiste un fascismo buono e che esso ha solo fatto del male al paese portandolo alla rovina vediamoli queste “cose buone” fatte da loro…

Prima cazzata: Devi ringraziare il Duce se esiste la pensione!

La previdenza sociale nasce nel 1898 con la fondazione della “Cassa nazionale di previdenza per l’invalidità e la vecchiaia degli operai”, un’assicurazione volontaria integrata da un contributo statale ed uno libero degli imprenditori. Mussolini aveva 15 anni… L’iscrizione a tale istituto diventa obbligatoria nel 1919 (Governo Orlando) e l’istituto cambia nome in “Cassa Nazionale per le Assicurazioni Sociali”. Mussolini in quella data i Fasci Italiani e non era al governo ma si esercitava a picchiare gli operai soprattutto quando essi scioperavano per chiedere diritti. La storia della nostra previdenza sociale è peraltro verificabile sul sito dell’Inps (leggi qui) . La pensione sociale viene introdotta solo nel 1969 dopo anni di lotte sindacali e politiche ed il capoccione in quella data è morto da 24 anni.

Seconda cazzata: Il Duce garantì l’assistenza sanitaria a tutti lavoratori.

Solo nel Gennaio del 1943, con la legge 138 fu creato un ente di  mutualità fascista che offriva tutele solo ai lavoratori del pubblico impiego.Da tenere presente che la stragrande maggioranza del paese era contadina ed operaia e tutti costoro non ne avevano diritto.
Questo diritto alla tutela della salute per tutti nasce con la Repubblica democratica il 13 maggio 1947, con la creazione dell’ INAM (Istituto Nazionale per l’assicurazione contro le malattie) riformato nel 1968, con la legge n. 132 (cosiddetta “legge Mariotti”), che assisteva tutti i lavoratori, anche coloro che dipendevano da imprese private.
Nel 1978, con la legge n. 833 del 27 dicembre, veniva estesa, oltre che l’indennità retributiva in caso di malattia, anche il diritto all’assistenza medica con la costituzione del Servizio Sanitario Nazionale, con decorrenza del 1º luglio 1980 (la cosiddetta “riforma sanitaria”). La norma era chiaramente ispirata al National Health Service (NHS) britannico.

Terza cazzata: La cassa integrazione guadagni è stata pensata e creata dal Duce per aiutare i lavoratori di aziende senza lavoro.

Innanzi tutto cos’è la CIG? Essa è (cassa integrazione guadagni) è un ammortizzatore sociale per i lavoratori delle aziende in difficoltà economica che nasce nel dopoguerra per aiutare i dipendenti delle aziende che durante la guerra furono investite dalla crisi e che non erano in grado di riprendere la produzione. In pratica la cassa integrazione nasce proprio per rimediare ai danni causati dal fascismo e della guerra che hanno causato milioni di disoccupati per non parlare di tutta la distruzione causata dai bombardamenti subiti.
Nel 1939, venne prevista questa possibilità, ma di fatto senza un reale seguito legislativo  che permettesse di applicarla, anche perchè…la situazione di fatto la rendeva inutile.
Infatti il paese, reduce dalle  guerre coloniali  si stava preparando all’entrata in guerra al fianco della Germania quindi l’industria (soprattutto quella bellica) lavorava a pieno ritmo, con rigidi  turni pesantissimi e un massiccio trasferimento di lavoratori provenienti dalle campagne e tolti all’agricoltura.
In realtà la Cassa Integrazione Guadagni, nella sua struttura è stata costituita solo il 12 agosto 1947 con DLPSC numero 869, atto finalizzato al sostegno dei lavoratori dipendenti di aziende il cui conflitto aveva tolto loro la possibilità di riavviare la produzione visto che per lo più i bombardamenti alleati le avevano rase al suolo.

Quarta cazzata: Il Duce ha avviato il progetto della bonifica pontina.

A parte il fatto che è stato distrutto un intero ecosistema e a parte il fatto che viene riproposta la bufala del diede la terra ai contadini che non è vero perchè la diede ai latifondisti che poi la facevano lavorare a cottimo dai contadini…a parte ciò i primi lavori di bonifica cominciarono nel 1924 con l’istituzione del Consorzio di Bonifica di Piscinara che avviò la canalizzazione delle acque del bacino del fiume Astura, riprendendo un progetto di Leonardo Da Vinci, interessato anche lui su una ipotesi di bonifica. Addirittura i primi lavori furono eseguiti da i Volsci (intorno al VI secolo a.c.) che, con un sistema di drenaggio a base di cunicoli rimasti celebri e forse insuperati, riuscirono ad assicurare la disciplina delle acque per cui la zona divenne prosperosa e fertile. Mussolini, quindi, non ha avviato un bel niente…

Quinta cazzata: Ai tempi del Duce eravamo tutti più ricchi.

Mussolini ed il fascismo (per antonomasia i fasci erano corporazioni)  permise agli industriali e ai latifondisti agrari di aumentare in modo consistente i loro profitti, a scapito degli operai. Ogni protesta venne semmai duramente repressa ( scioperi nelle fabbriche, guarda qui)  e tra le misure adottate vi fu quella del contenimento dei salari.
Nel 1938, dopo 15 anni di suo operato, la situazione economica dell’italiano medio era pessima, il suo reddito era circa un terzo di quello di un omologo francese.

Sesta cazzata : durante il fascismo nessuno si lamentava!

Nessuno si lamentava e nessuno protestava sia per le limitazioni alla libertà di parola che a quelle di manifestare. Nel 1925 con il Patto di Palazzo Vidoni venne abolito il diritto allo sciopero. Lo sciopero venne espressamente vietato dagli artt. 330-333 e 502 e ss. del nuovo codice penale del 1930 detto Codice Rocco. E vogliamo parlare della Censura e delle limitazioni alla stampa con chiusura di giornali e rimozione di giornalisti e direttori non allineati?

Settima cazzata: I treni arrivavano sempre in orario.

Secondo quanto ha stabilito una ricerca storiografica dello studioso Alexander Cockburn ripreso dal Corriere della Sera ma anche riportato da  The Indipendent (leggi qui), a differenza di quanto ci ha tramandato la tradizione, non è vero che durante il fascismo i treni arrivassero sempre in orario. In realtà – secondo lo studio di Cockburn – i treni locali nell’epoca mussoliniana accumulavano spesso un ampio ritardo ma Mussolini, da abile stratega, impose ai giornali di non riportare queste notizie e di propagandare il mito della puntualità ferroviaria. E tutto ciò tralasciando il fatto che ovviamente il traffico su rotaia non era certo quello attuale quindi statisticamente meno traffico…meno treni…meno problemi e meno ritardi complessivi poteva anche starci. Di sicuro c’era che ai ferrovieri venne imposto un rigido e massacrante orario e multe personali anche se i ritardi non erano dipesi da loro mancanze.

Ottava cazzata: Il Duce ha fatto costruire grandi strade in Italia.

La realtà stoica è che il programma infrastrutturale che prevedeva la costruzione delle strade completate durante il ventennio cominciò già durante il quinto governo di Giovanni Giolitti. Fu quel governo , nel primo dopoguerra che constatò l’impossibilità di uno sviluppo industriale in mancanza di solide strutture. Giovanni Giolitti durante il suo quinto governo (15 giugno 1920/7 aprile 1921), capì che in confronto con le altre grandi potenze che avevano partecipato al primo conflitto mondiale l’Italia era profondamente in ritardo.
Questo programma  non potè essere attuato dal governo Giolitti, prima, e dal governo Bonomi poi a causa del boicottaggio e dell’ostruzionismo politico da parte del nascente fascismo, prima generico movimento popolare (1919) e poi soggetto in forma di partito dal 1921, con la costituzione del Partito Nazionale Fascista. Ovviamente una volta al potere fecero proprie quelle idee.

Nona cazzata: il fascismo fu una dittatura benevola…

L’uso della violenza contro gli avversari politici fu senza dubbio una delle caratteristiche principali dl fascismo. Attaccare sedi ed organizzazioni, da parte di delinquenti in camicia nera era normale. Torture, olio di ricino, umiliazioni, manganellate e spesso gli oppositori perdevano la vita grazie alle violenze. Solo tra il 1919 e il 1922 sarebbero morte circa mezzo migliaio di oppositori a causa delle spedizioni punitive fasciste. Il parroco di Argenta, don Giovanni Minzoni, fu assassinato in un agguato da due uomini di Balbo, nell’agosto del 1923. Successivamente a questi primi anni la violenza squadrista venne inglobata all’interno di organizzazioni ufficiali come la Milizia volontaria che portarono a diversi casi emblematici: Giugno 1924, Giacomo Matteotti viene rapito e assassinato con metodo squadrista, e il gesto sarebbe stato esplicitamente rivendicato da Mussolini nel gennaio dell’anno successivo. I colpevoli successivamente identificati praticamente assolti; Piero Gobetti, aggredito nel Settembre 1924, morì due anni dopo, in esilio; Giovanni Amendola venne aggredito e morì in seguito alle ferite causate da quell’aggressione nel Luglio 1925. E tutto questo senza dimenticare la deportazione di ebrei, rom e avversari politici, la creazione di campi di concentramento, il confino e l’istituzione dell’OVRA (l’Organizzazione per la Vigilanza e la Repressione dell’Antifascismo) con cui venne razionalizzata la persecuzione degli antifascisti, con tutti i mezzi, legali e illegali. Anche l’omicidio politico in paese straniero. Ad esempio va ricordato il caso in cui Arturo Bocchini, capo della polizia, venne incaricato dallo stesso Duce e dal ministro degli Esteri Galeazzo Ciano di eliminare fisicamente Carlo Rosselli che allora risiedeva a Parigi. Così per dire…

Altre bufale e cazzate, tutte facilmente smentibili vanno a toccare questioni di governo come il raggiungimento del pareggio di bilancio (cosa che va contestualizzata in una economia protoindustriale e che comunque poi venne superata da svalutazione della moneta, impoverimento, autarchia ed un disastro epocale…), il fatto che amasse il paese (certo…così tanto da averlo portato alla rovina!), che non aumentò le tasse (falso…arrivò addirittura a chiedere le fedi nuziali…che in quel contesto storico era solo all’apparenza un gesto volontario), che non esisteva la disoccupazione (certo, il paese si stava armando, le industrie lavoravano a pieno ritmo, si lavorava senza diritti e molti ingrossavano le fila dell’esercito… e comunque si lavorava solo se si aderiva al partito…) e che diede grande impulso all’arte ed all’architettura.

Beh, anche di queste due cose ci sarebbe tanto da dire ma credo di essermi già dilungato troppo! Di sicuro però c’è da rilevare che erano entrambi aspetti molto utili alla propaganda stessa per cui essendo funzionali al partito stesso era plausibile che artisti ed architetti venissero “usati” e lasciati liberi di creare seppur con direttive ferree.

Ma su una cosa intendo finire mettendo l’accento sulla cazzata più grande di questo regime e di chi ancora oggi se ne riempie la bocca senza davvero conoscere i fatti e questo anche per colpa dei programmi scolastici che appena sfiorano quel periodo. E questa cazzata di cui questi moderni paladini delle coltellate alla schiena ancora oggi vantano è quella di due parole come onore e lealtà. Ora…ci potrei fare tutto un post ma mi limito ad una sola osservazione: di quale onore e lealtà può parlare un popolo che prima firmò un patto di non belligeranza con Francia e Gran Bretagna e che solo quando credette che la guerra dell’amico nazista volgeva al termine in virtù del fatto che occorreva  “qualche migliaio di morti per sedersi al tavolo delle trattative” di fatto stracciò per attaccare francesi ed inglesi? Onore e lealtà? Come aggredire la gente per strada ed accoltellarla alla schiena? Come agire in branco magari contro lo straniero inerme? Quel che è il vostro dna è l’essere infami…questo si ma di onore e lealtà non ne avrete mai perchè per avere quelle due cose serve avere la testa, serve avere un cuore e serve avere coscienza e voi non avete nulla di tutto ciò. Queste sono parole che un fascista qualsiasi non ha nemmeno idea di cosa significhino quindi…per piacere…lasciate perdere e tacete una volta per sempre!

tumblr_p2nnc8sd5g1tixnvio1_1280

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su politica, Blog su storia, Blog vari e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

55 risposte a Facciamo chiarezza?

  1. Liza ha detto:

    Mi hai fatto tornare indietro a quando i miei nonni mi raccontavano….

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Purtroppo tanta gente non ha avuto la tua fortuna ma per contro non ha avuto neppure un sistema scolastico in grado di raccontare e far capire. Io quando ancora nel 2018 sento parlare di Mussolini come di uno che ha fatto cose buone mi viene un nervoso che non hai idea ed ogni giorno poi tocca sentire ste merde che vanno in tv o ste altre merde dei politici che se li coccolano sapendo bene che parlare a degli ignoranti è qualcosa che porta voti e consensi ed invece dovrebbe portare solo calci nei denti….

      Piace a 1 persona

  2. 76sanfermo ha detto:

    Grazie per esserti preso il compito di chiarire alcune cose…..
    Anch’io strabilio davanti a certe prese di posizione , soprattutto da parte di chi non era ancora al mondo e non le ha di sicuro imparate a scuola.
    E’ cosi comodo credere in una realtà su misura , tanto quanto crearsi un capro espiatorio….
    In mezzo ci sarebbe la verità , ma chi la cerca?

    Piace a 2 people

  3. silviatico ha detto:

    Complimenti ed incoraggiamenti: solo con la contestualizzazione si possono sconfiggere i vermilingua, atti a costruire verità virtualmente addomesticabili…
    Ciao

    "Mi piace"

  4. PindaricaMente ha detto:

    Grazie!
    Mi viene solo da dirti grazie.
    Sei stato preciso, puntuale, chiaro e ironico nei punti giusti.
    Bravo Dem!

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      E sto ancora colpito dalla litigata avuta qui su Word press con una quindi avevo necessità di sfogarmi…poi i fatti recenti di Genova me le hanno fatte girare definitivamente dopo che ho saputo che sti topi di fogna vengono pure inviati in tv…troppo per me…

      "Mi piace"

  5. Giuliana ha detto:

    grandioso, ma se lo postassi su Fb nessuno andrebbe oltre le prime tre righe … tanto per intenderci 😉

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Anche qui succede lo stesso…è l’epoca della informazione smart…che poi si riduce a slogan o catena di Sant’Antonio.Nessuno si documenta…per il post ho ripassato nozioni fu storia, lette pagine e pagine…ma alla gente figurati se interessa!

      Piace a 1 persona

      • Giuliana ha detto:

        a qualcuno si, per fortuna. Ormai viene corrotta anche la storia, Orwell ci aveva azzeccato alla grande 😒

        "Mi piace"

      • Demonio ha detto:

        Orwell e non solo lui era stato lungimirante…purtroppo!E lo erano stati anche gli autori che scrissero la Costituzione che la scrissero proprio pensando a come evitare che ciò che accadde potesse ripetersi…solo che non avrebbero mai potuto immaginare che tanti cognomi insieme riuscissero a farla a pezzi nel tripudio generale dove qualcuno è addirittura riuscito a dire che era un limite alla nostra crescita! Sigh…

        "Mi piace"

  6. Evaporata ha detto:

    Per avere queste informazioni storiche occorre prendersi la briga di fare ricerche. A scuola non se ne parla. Ogni corrente politica racconta quello che fa comodo; in questi ultimi anni siamo allo sbando totale, non esiste alcuna figura cui poter dare la minima fiducia e la disperazione induce ad attaccarsi ovunque. Renzi e Berlusca sono storia di malgoverno attuale, eppure c’è il rischio che siano rieletti. 😠

    Piace a 2 people

    • Demonio ha detto:

      Si, occorre impegnarsi ma ciò non avviene perché viene ritenuto tempo perso.Invece fare shopping online o cercare porno lo di fa con naturalezza ed entusiasmo! La scuola …l’hanno distrutta, ormai è più un centro dove parcheggiare i figli che un qualcosa che formi individui pensanti…anzi è semmai il contrario…la scuola sforna schiavi mansueti pronti per il mercato.E le correnti politiche…piatte…senza storia e senza dignità tutte…non possono parlare perché hanno leader che non sanno e la cui ignoranza rispecchia quella di chi li vota che è contento così! Se un ignorante va lì pensa allora è uno di noi…allora posso andarci anche io domani…
      E in quanto a quei due che siano rieletti direi che è una certezza insieme a tutti gli altri…

      Piace a 1 persona

      • Evaporata ha detto:

        Già, c’è gente che passa giornate intere on line solo per postare sul social immagini del piatto di pesce che si accinge a gustare al ristorante, ma non pensa minimamente e informarsi su come si scrive correttamente un vocabolo, oppure capirne il significato. :-/

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        E la cosa alla fine non mi darebbe nemmeno fastidio se almeno evitassero di sentirsi superiori dando agli altri la patente di ignoranti! Non sanno un cazzo, non capiscono un cazzo e pretendono di sapere e capire tutto! Ecco…questo si che mi urta…

        "Mi piace"

      • Evaporata ha detto:

        Ho un paio di conoscenti che in gioventù erano comunisti convinti, uno girava in eskimo l’altro frequentava centri sociali a manetta, ora che sono over non riescono a capire che il comunismo è finito da un pezzo ma loro continuano a sputare sentenze dal pulpito di fb esprimendo concetti già consunti negli anni ’90. Questi sono altrettanto pericolosi.

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        E si, assolutamente vero e d’accordo! Oggi è un qualcosa di anacronistico.Storicamente gli di tutti i meriti che ha guadagnato ma oggi, per questa società occorre qualcosa di diverso.Il problema è che restando fermi a quel modello non se n’è trovato uno che facesse altrettanta presa e sono giusto rimasti questi elementi caricaturali che esprimono concetti vuoti che ovviamente non fanno presa sulla gente.Detto ciò penso che se con una certa tenerezza loro mi fan sorridere altrettanto sorriso mi suscita chi ancora sbandiera pericoli comunisti!

        Piace a 1 persona

      • Evaporata ha detto:

        Ahhaaaah quelli che mangiavano i bambini 😂

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Buuhh…che poi con con la giusta ricetta non devono essere malaccio!😈🙄😂

        Piace a 1 persona

      • Evaporata ha detto:

        Chiederò ai miei conoscenti e se m’invitano a cena farò molta attenzione a non mangiare carne. Tanto a me non piace. 😉

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Ahahah allora sei a posto!😛

        "Mi piace"

  7. Judith ha detto:

    Ho incontrato una marea di persone alle quali vorrei far leggere il tuo post. Un plauso anzi due!

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Tanto chi non vuol leggere e vedere non lo vedrà comunque.Qualche giorno fa litigai con una e le facevo notare che stava continuando a dire minchiate incolpando i comunisti di tutti i mali attuali.Le risposi che primo non esistevano più da tempo, secondo, diceva ringraziare proprio quei movimenti socialisti e comunisti se oggi aveva otto ore, una paga, sanità, ferie ecc ecc…Beh…per tutta risposta mi ha dato dell’ignorante e, lei che si è detta essere insegnante di storia mi ha insegnato che tutte quelle conquiste le dobbiamo a Mussolini!E nessuno a parte me leggendo quel commento le ha risposto! Questa è la situazione…come dici c’è una marea di gente che non sa e crede di conoscere una storia che qualcuno ha raccontato e che è diventata…vera. Prendersi la briga di controllare? Non lo fa nessuno…

      "Mi piace"

  8. quasi40anni ha detto:

    Ti dico solo che la mia bisnonna Vincenza vide una lucente Balilla in strada, ammirò dapprima la macchina poi si accorse che all’interno c’era il Duce. Dopo il primo momento di incredulità, alzò il braccio e gridò: Signor Duce ci faccia pagare meno tasse!

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      E quindi significa che già i conti non tornavano…e di sicuro non tornarono nemmeno dopo!A meno che non si appartenesse alle classi dominanti e queste si che facevano una bella vita nel ventennio ma anche prima dopo…adesso e domani!

      Piace a 1 persona

  9. Mariantonietta ha detto:

    Io ho sentito con le mie orecchie che “ai tempi del fascismo stavamo tutti meglio. Dormivamo con le porte aperte e nessuno si permetteva di importunarti perchè la pagava cara”. Chi è vissuto ai tempi del fascismo non sempre ha elaborato correttamente ciò che accadeva e sopratutto a quei tempi erano quasi tutti fascisti per convinzione, plagio o quant’altro. I loro racconti sono stati tramandati ai più giovani.

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Si, sentite anche io queste bufale ma ovviamente non ci ho mai prestato attenzione sapendo che non erano verosimili per tanti motivi…in primo luogo perché c’era nel novanta per cento della popolazione l’ha miseria vera e nelle case da rubare non c’era proprio nulla! Le grandi città invece come tutte le gradi città avevano i loro bassifondi e le zone d’ombra e i furti, esclusi quelli di regime, c’erano anche allora se non anche di più vista la maggior povertà! Chi ha raccontato ciò, spesso non era proprio in grado di vedere…o temo che, la nostalgia per la propria giovinezza andata faccia loro distorcere la realtà!

      Piace a 1 persona

  10. Mariantonietta ha detto:

    soprattutto (errata corrige)

    "Mi piace"

  11. mollymelone17 ha detto:

    Dopo la prima frase stavo per desistere, ma sono arrivata fino in fondo 😉

    Piace a 1 persona

  12. Ma pensa te, certo che testi obiettivi che raccontino la storia non ne esistono. Ma la cosa peggiore è che a scuola non si punti alla conoscenza e alla formazione degli individui, bensì a deviare e tenere ignoranti che si possano facilmente manipolare. Incutere terrore X meglio operare sul popolo. Che tristezza di paese. Non sono quasi più tanto contenta di essere italiana. Buona giornata e complimenti per questo bel post.

    "Mi piace"

    • Demonio ha detto:

      Beh no, ad esistere esistono ma il problema è che, tranne eccezioni le classi non arrivano mai a studiare quel periodo. Inoltre ci sarebbero tanti autori che hanno descritto bene il periodo, autori anche di opposte fazioni, che se letti comunque danno un quadro completo di quel periodo storico.Silone,Rigoni Stern,Levi,Svevo,Pirandello,Gadda,Moravia,Pratolini,Pavese,Bocca…Insomma da leggere ce n’è eccome!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.