La fabbrica della paura

Oggi qui nevica. Per carità…nulla di eccezionale, ci saranno 5-6 cm di neve e nevica con quei fiocchi fini tipo polistirolo. Si, ha imbiancato tetti e strade e il freddo siberiano ha drasticamente fatto scendere le temperature. Ok…e allora? E’ un evento eccezionale? Raro? Unico? A me non pare proprio…se fosse Agosto e vivessi a Palermo e nevicasse con queste temperature allora potrei anche capire l’uso di parole come emergenza neve…allarme meteo ecc ecc.

Ma c’è un piccolo particolare…siamo ancora in inverno, inverno tra l’altro inspiegabilmente mite (io me li ricordo gli inverni veri che iniziavano a fine Novembre e finivano ad inizio Aprile…) e mi trovo in una città appenninica su cui storicamente la neve non ha mai fatto paura a nessuno e che al massimo provocava disagi se superava i 40-50 cm ma non certo per queste spolverate!

Bene…eppure da tre giorni qui si sono prodigati con allarmi, circolari, notizie, esperti, climatologi con la conseguenza che la gente ieri (che per la cronaca non ha visto cadere manco mezzo fiocco di neve per sbaglio…) è letteralmente impazzita prendendo d’assalto centri commerciali e negozi per fare provviste….manco arrivasse una nuova era glaciale…manco stesse per scoppiare una guerra!

Ora…mi sono reso conto…o meglio, ho ancora una volta avuto conferma del fatto che la cosiddetta massa non ragiona e segue ciecamente come formiche di un formicaio ciò che le viene indicato. Senza alcuna riflessione agisce e non si ferma a valutare le cose. Risultato? Ieri supermercati vuoti  nonostante che, col surplus produttivo di questa epoca, ogni giorno vi siano continui rifornimenti di qualsiasi genere alimentare anche in condizioni meteorologiche avverse! A meno di emergenze catastrofiche vere i camion arrivano tutti i giorni ovunque! Di che cazzo avete paura? Di restare senza i biscottini del culino bianco?

Infine,  scuole chiuse e gente a casa! Eppure quando ero bambino io, a scuola ci andavo (e a piedi per due km!) anche quando nevicava e per chiuderla doveva davvero fare mezzo metro di neve altrimenti tutto seguitava normalmente! Oggi? Oggi basta che la tv ed i politici agitino lo spettro di una possibile emergenza che tutti si lasciano  prendere dal panico e danno di matto! Viviamo in una perenne emergenza ed in un atmosfera di perenne paura che sta deteriorando decisamente la capacità di discernimento delle persone.

E del resto, questo meccanismo è lo stesso che sta animando queste elezioni! Elezioni già decisamente prive di contenuti che, a dire il vero, di certo non mancherebbero ma che fa appunto leva sulla paura e sulla percezione di essa per attirare voti. E così, le parole che più sentite sono emergenza, invasione, guerra, terrorismo, sicurezza, malattie, violenza, difesa e similari quando la realtà è ben altra e per ognuna di quelle parole esiste una statistica che dimostra semmai il contrario di quel che viene affermato dai politici.

Eppure, come per la neve che qui  non c’è ma che viene percepita come se fosse precipitata una valanga dalla Luna nonostante sia perfettamente normale che in inverno nevichi (semmai non è normale che nevichi così poco…) per tutto il resto la gente vive angosciata ed intimorita dalla stessa propria ombra prestando ascolto solo a chi poi la rassicura proponendo rimedi drastici. Peccato solo che queste persone non si rendono conto che non solo quelle paure non siano reali ma che a crearle sono proprio coloro poi vendono le soluzioni per risolvere il problema! Ora ditemi se tutto ciò non è assurdo!

6418623f-660c-4a1f-b7dc-03bdd8571dc3c605ce81-f926-4457-9246-ad09bf077556tumblr_p472chDON61rwb5jjo1_1280tumblr_p4b6w7Prfp1tixnvio1_1280tumblr_p3dic7Bf7M1woy6ofo1_500b37623e6-53fe-43ae-b2fa-6743b04eebb815831776-eb06-4891-9376-e82c95cb4959

tumblr_p475fzpTHw1tixnvio1_1280
Non so se sia veramente di Cicerone ma il concetto credo sia comunque vero!

 

Pensate di aver perso un post, ne cercate uno che non trovate? Andate qui e magari riuscirete nell’intento scorrendo i titoli di tutti i post! Cliccandoci su verrete re indirizzati al post stesso!

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su politica, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

24 risposte a La fabbrica della paura

  1. Evaporata ha detto:

    Stavo pensando queste cose proprio ieri sera quando ho sentito che in alcune città d’Italia è stato disposto lo stato di emergenza e le scuole resteranno chiuse. Mi sono domandata se la maggior parte degli italiani siano nati dopo il 2000 per non ricordare gli inverni a 10/15° sotto zero. Mi sono chiesa proprio quanto il nostro cervello venga manipolato con il nostro consenso. Da anni si sta diffondendo un terrorismo psicologico che fa comodo a chi sta massacrando l’Italia e gli italiani ormai avvolti in un oblio senza speranza. Solo in questi frangenti si parla dei terremotati ancora nelle baracche, dei senza tetto che dormono per strada, degli animali che muoiono al gelo. La mia già precaria salute mentale subisce botte feroci ogni volta che guardo il mondo.

    Piace a 2 people

    • Demonio ha detto:

      Ecco, vedo che abbiamo pensato esattamente le stesse cose anche se credo tu l’abbia detto molto meglio di me ed anche in modo più sintetico!
      E comunque io quegli inverni lunghi e freddi me li ricordo e mi ricordo anche che gli anziani di allora mi dicevano che quello non era nulla…ai tempi loro era ancora più freddo! E basta ricordare la campagna militare alleata del 44-45 e vedere i filmati d’epoca in Italia per vedere e rendersi conto di cosa fosse l’inverno allora! La verità è che qui tutti sono convinti che la normalità sia uscire in Ferrari come Magnum PI per le strade delle Haway ed ogni cosa che si discosti da quella percezione paradisiaca diventa una tragedia…

      Piace a 2 people

  2. quasi40anni ha detto:

    Secondo te posso avanzare questa ipotesi? I giornalisti di nuova generazione provengono dalle scuole di nuova generazione, con professori di nuova generazione…pochi contenuti, poca attenzione al dettaglio, poca qualità. Ecco spiegate le news così come ci vengono poste.

    "Mi piace"

    • Demonio ha detto:

      Mmmm…non sono del tutto convinto!Sicuramente a livello generale c’è un decadimento culturale e questo inevitabilmente si ripercuote anche sulla qualità dell’informazione tuttavia non credo sia solo quello il problema ma credo che vi sia una sorta di strategia della comunicazione che ormai è vista come un prodotto e si sa… i prodotti bisogna venderli…

      Piace a 1 persona

  3. Giuliana ha detto:

    tristess … qui non nevica mai! da voi sempre … ndo’ sta la novita’?

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Si, riallacciandomi alla risposta data poco fa a quasi40anni posso dire che personalmente mi vergogno di questa informazione, di questa politica e di far parte di questa umanità! Il problema è: esiste un alternativa? No…ed allora viene da piangere!

      "Mi piace"

  4. Paola ha detto:

    Condivido pure le virgole

    "Mi piace"

  5. L’unico terrorismo che esiste in Italia è quello dei media! Concordo anche questa volta con tutto quel che dici! Oggi mia sorella a Ravenna , non ha mandato i bimbi a scuola X scuole chiuse! A Bologna tutte agibili! Due cm di neve di differenza, noi partivamo da 1 cm! Ma ci rendiamo conto che rasentiamo il ridicolo? Ma che poi in Scandinavia e simili che fanno? Tengono perennemente chiuso o non vanno a scuola sti bimbi?

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Io ricordo che da bambino, sin dalle elementari andavo per due km a piedi fino a scuola e lo facevo con ogni tempo. Una volta mi ricordo che ci ritrovammo in tre a tornare a casa mentre usciti da scuola c’erano almeno 40 cm di neve e faceva una bufera che non ti faceva vedere a più di 10 metri! Zitti zitti ci incamminammo e ognuno tornò a casa, un pò infreddoliti e coi pantaloni di velluto(quelli che si usavano allora…color marron!) fradici ma non siamo morti assiderati! 😀 Oggi…boh…come scrissi in un post a volte penso di essere stato un miracolato e che i miei genitori , secondo gli standard odierni dovrebbero ancora stare scontando l’esrgastolo…

      Piace a 1 persona

      • 😂😂😂😂😂😂 tu pensa che noi, anche quando c’erano le alluvioni all’uscita di scuola, tornavamo a casa senza che nessuno ci venisse a prendere, qualcuno ci prestasse l’ombrello, i genitori non ci accompagnavano e prendevano da scuola! Si è sviluppato uno stato di apprensione esagerato, dannoso per i genitori e X i figli! Sono senza parole! A saperlo prima avrei evitato di mettere al mondo figli in una società malata e perversa, ansiosa e ansiolitici 🤦🏻‍♀️

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        E ci troviamo d’accordo!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.