La mediocrità al potere…

Per chi appartiene alla mia generazione ci sono buone probabilità di aver guardato almeno una volta uno di quei vecchi quiz televisivi come appunto Rischiatutto o Lascia e raddoppia. Sono passati tanti anni da allora eppure in quell’italia che certo non era priva di difetti e di cose da cambiare o migliorare va detto che una cosa sicuramente non c’era ed era la mediocrità. O meglio…c’era ma ci si vergognava ad essere mediocri quindi restava in disparte;e si dava atto a chi non lo era di essere degno di ammirazione!

Chi partecipava a questi quiz infatti, mediamente era di un livello culturale “superiore” al livello medio e chi non aveva determinati doti di certo non pretendeva di mettersi in mostra col rischio di fare delle figure pessime!Si aveva dignità e senso del ridicolo! Ma chi invece aveva le giuste qualità veniva giustamente applaudito e premiato col risultato che i “mediocri” guardavano al personaggio in questione con ammirazione e si, un pizzico di invidia ma di quella invidia buona della serie vorrei essere come lui!

In questi anni invece tutto ciò si è ribaltato. La mediocrità ha preso il sopravvento e con una sfacciataggine senza precedenti si è messa in mostra tanto che oggi si assiste spesso al paradosso di gente che non sa nulla di nulla che pretende di saperne di più di chi magari ha passato anni sui libri a studiare, sperimentare, evolvere la propria conoscenza e metterla al servizio dell’umanità. Umanità che per contro invece non apprezza affatto ed anzi, spesso denigra queste persone, convinte, nella loro misera mediocrità, di essere migliori e di saperne di più visto che loro hanno letto su FB o fatto una ricerca su Google…

Tutto questo ovviamente si riflette anche in politica. Un tempo se veniva intervistato un Pertini, un De Gasperi  o un Berlinguer qualunque c’era nel farlo sicuramente un po’ di soggezione ma era dovuta al fatto che sapevi che di fronte avevi persone eccezionali, preparate e che parlavano con cognizione di causa. Poi, certo, ognuno poteva avere le sue idee ma, tutti, sicuramente, prima di parlare sapevano come funzionasse la macchina dello Stato, cosa fosse un iter legislativo e come si presentasse una proposta di legge.

Erano politici di professione ed in questo non c’era assolutamente nulla di male perché la politica è e deve essere una cosa professionale che richiede si passione ma anche impegno assoluto e conoscenza oltre che un minimo di intelligenza… Il problema di questo paese invece (ma non solo del nostro, anzi direi che è in generale il problema di questo secolo) è che si è pensato che chiunque potesse essere in grado di fare politica. Senza pudore e vergogna.

Si è in pratica legittimata la mediocrità che è arrivata prepotentemente al potere sostenuta da milioni di cittadini altrettanto mediocri che, si sentono proprio rappresentati da chi percepiscono esattamente come loro. Se un tempo c’era soggezione e reverenza per rispetto a chi era palesemente migliore oggi si è passati all’estremo opposto per cui uno vale uno e chiunque crede di poter essere in grado di mettere bocca su tutto. Si è portato il bar al potere attraverso l’uso dei social.

Social che, come dimostra lo scandalo in atto riguardo FB (e non dite che io non l’avevo detto!) sono stati usati per influenzare e pilotare la mediocrità facendo in modo che trovasse gli sbocchi voluti. In definitiva…se ho elettori mediocri…avrò politici scelti da questi mediocri e sarà molto più facile manipolare gli uni e gli altri per chi gestisce interessi di parte  e detiene il vero potere.

Questo è quello che è successo…se lo dicevi prima ti davano del complottista…poi si scopre che è andata davvero così ed il mediocre figurati se si scompone…dirà al massimo che è la solita invenzione di quei buonisti della sinistra non rendendosi ancora conto che la sinistra è stata divorata proprio da quella mediocrità e che non esiste più da tempo!

E così niente, il mediocre è convinto di conoscere tutto…se parla uno scienziato il mediocre ne sa di più pur se non è capace nemmeno di risolvere una semplice equazione di primo grado! Il mediocre dibatte su tutto, e che si parli di vaccini o di relatività, di energia o di economia, di sanità o di calcio ridurrà sempre ogni questione a pochi assiomi fondamentali: è colpa degli stranieri e dei comunisti gay figli di ebrei che li hanno voluti a tutti i costi. Stop. Fine di ogni discussione.

Ora, con questo non voglio dire che uno non si deve informare su quante più cose è possibile. Per carità, informarsi ci sta. Internet va usato anche per questo. Ma, una legge zero dovrebbe essere implementata in ogni dannato cervello mediocre di questo mondo: informati quanto vuoi ma resta umile e conscio del fatto che quell’informazione ti può servire per comprendere cosa succede ma, a meno che tu non ti metta a studiare per anni ed anni c’è sicuramente chi ne sa molto più di te e di questo ne devi tenere conto mentre è altamente probabile che la notizia che ha messo su FB il salumiere non sia altrettanto valida specie se, nel dare certe notizie non vengono citati dati, fonti e persone.

E questa ultima cosa, questa legge zero, dovrebbe valere a maggior ragione per la stampa e tutti i mass media perché se è vero che vi sono state persone eccezionali come Ilaria Alpi che per cercare quelle informazioni ci hanno lasciato la vita è altrettanto vero che il panorama giornalistico attuale è desolatamente deprimente e pieno di una mediocrità assoluta. Ecco, il mio desiderio sarebbe quello di tornare ad ascoltare chi ne sa davvero e che soprattutto in politica tornassero a parlare persone che sappiano parlare non alla pancia della gente ma ai loro neuroni. Oggi più che mai c’è bisogno di questo, il resto è fuffa…

 

 

Per cercare tutti i post scritti clicca qui

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su politica, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

35 risposte a La mediocrità al potere…

  1. Giuliana ha detto:

    ma non ce ne sono, neanche se ti metti a quattro piedi a raschiare la terra con le unghie 😄

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      No no, non sono d’accordo! Ci sono ma non gli danno spazio e quando glielo danno non li lasciano parlare! Così su due piedi penso al recente caso del direttore del museo egizio di Torino, ma penso anche a gente come Rubbia, Gino Strada, Odifreddi ma altri ce ne sono e magari poco famosi perchè la mediocrità oggi vede come persona famosa quella che è stata all’isola dei …famosi!

      Piace a 1 persona

  2. quasi40anni ha detto:

    Che bella riflessione Claudio. Adesso che la cultura è diventata di facile fruizione per tutti, si è diventati approssimativi e superficiali. Che paradosso vero?!

    "Mi piace"

  3. Mariantonietta ha detto:

    Non credo sia così semplice, Dem. Io credo che più che votare a favore della mediocrità molti abbiano votato contro i soliti. In parole povere, era l’unica strada per mandare a casa certa gente.Il problema dell’Italia è che o sono ignoranti oppure quelli che non lo sono usano le proprie conoscenze per nuocerle. Cosa è peggio? Sai che non lo so?

    "Mi piace"

    • Demonio ha detto:

      Beh…sorrido…a me non pre che certa gente sia andata a casa e…sorrido(amaro!) non mi pare che la nuova gente sia poi così tanto nuova e di sicuro non mi pare migliore o diversa! In prole povere a me pare che siamo rimasti stabili nella mediocrità! 😀
      Alla tua domanda rispondo…direi che non lo so neppure io!

      Piace a 1 persona

  4. PindaricaMente ha detto:

    Tutto è degenerato da quando Cicciolina è entrata in Parlamento.
    Da lì in poi, la politica è andata a puttane.
    Diciamolo. 😉

    "Mi piace"

  5. cuoreruotante ha detto:

    Concordo su tutto. Lo so, fa strano anche a me… sarò ammalata? 🤔😳
    Bell’articolo davvero!

    "Mi piace"

  6. 76sanfermo ha detto:

    Una volta di piu , mi fai da portavoce… D’accordissimo con te su tutto!

    Piace a 1 persona

  7. Evaporata ha detto:

    Se fossi sicura che non ti offendi scriverei: “parole sante” 😉
    Condivido tutto, ovviamente.

    Piace a 1 persona

  8. Paola ha detto:

    Sono d’accordo con te. Ci possono essere anche altre questioni, ma questa è una delle più rilevanti. Giorni fa ascoltavo TvTalk: uno studente universitario commentava l’intervento di De Mita da Fazio in modo sorpreso, faceva il confronto con i politici attuali e rilevava con piacere lo spessore culturale del vecchio politico rispetto agli attuali. Pensare che quando De Mita era De Mita non mi faceva nessun effetto, abituata al fatto che erano tutti così..

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Ecco, hai proprio centrato il punto! Un tempo si poteva essere contrari alle idee di certi politici , li si poteva anche odiare politicamente perchè erano delle vere e proprie carogne ma, indubbiamente erano preparati ed avevano uno spessore culturale sconosciuto oggi. Oggi del resto non hanno ne spessore culturale e neppure idee. Ogni tanto te lo giuro, ci provo ad ascoltare una qualsiasi trasmissione tv ma dopo un minuto me ne vado perchè parlano di nulla e su questo nulla vanno avanti settimane a discutere ed io mi chiedo: ma che davero?

      Piace a 1 persona

  9. The Butcher ha detto:

    Non sarò della tua generazione (sono del ’95) ma qualcosa di quei programmi ho visto per curiosità, per vedere più o meno com’era l’Italia prima che io nascessi. E sì, iho notato quanto mediocrità si sia fatto largo nel nostro paese, nella politica in primis. E questo si è anche esteso ad altre settori come la televisione, il cinema e anche nella letteratura. Diciamo che io sono proprio nato negli anni in cui la medicrità sta avendo il sopravvento e mi sono un po’ stancato di vedere tutto ciò (e soprattutto mi sono stancato di essere sempre preso di mira da gente adulta ma ignorante che dice che i giovani di oggi non fanno nulla ecc… ai loro occhi siamo tutti uguali a quanto pare).

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Riguardo ai giovani e a quel che si dice avrei tante considerazioni da fare. Che poi è un po’ come quando si pretende di parlare di persone inquadrandole per macro categorie….le donne…gli stranieri…i gay…i giovani…i pensionati ecc ecc come se appartenere ad una macrocategoria rendesse poi tutti gli appartenenti ad essa identici. Personalmente ho visto giovani idioti e nullafacenti esattamente come ho visto ciò in gente adulta così come ho visto giovani brillanti molto più maturi di certi settantenni! La mediocrità è anche questo: oggi si generalizza tutto e soprattutto si scaricano sempre le colpe sugli altri. Di sicuro se abbiamo questo mondo la colpa non è di chi è arrivato dopo e su questo molta gente dovrebbe iniziare a rifletterci…

      Piace a 1 persona

      • The Butcher ha detto:

        Ma la gente su questa cosa non ci rifletterà mai. E’ sempre colpa di altri mai di noi stessi. Ormai questa cosa lo imparate molto bene, purtroppo.

        "Mi piace"

      • Demonio ha detto:

        Beh, allora peggio per loro ( e per noi!) evidentemente bisognerà toccare il fondo perchè quello attuale deve essere solo un fondo finto…

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.