L’italia agli italiani…

Ok…sono d’accordo con voi! E però prima occorre che ci mettiamo d’accordo! Credo che sia doveroso non credete? La premessa innanzitutto nasce dall’ennesima scaramuccia che ieri ho avuto commentando un blog sportivo. In particolare si parlava di volley femminile, sport che seguo davvero tanto e su cui ho una discreta conoscenza.

Domenica vi erano due eventi legati a questo sport, da una parte la nazionale maggiore impegnata in Svizzera nella finale di un torneo a cui hanno partecipato oltre alla nostra squadra anche altre tre delle più forti al mondo ovvero Cina, Russia e Turchia e dall’altra parte, in Albania, la finale del campionato under 19 contro la Russia.

Bene, in entrambe le partite (tutte e due contro la Russia!) le nostre hanno vinto. La nazionale maggiore ha vinto il suo primo torneo da quando questo gruppo ha iniziato il suo percorso e mi ha fatto piacere perché è da un pezzo che sostengo siano forti e devono solo crederci. La nazionale minore invece…mi ha regalato solo emozioni da infarto arrivando al terzo set ad annullare due match point alle russe per poi vincere il set, vincere il quarto ed anche il quinto diventando campionesse! Immense!

Ora, dopo questa premessa, è successo che il selezionatore della nazionale maggiore ha scelto le giocatrici per i prossimi mondiali e fra queste, quattro ragazze comunque vengono dal gruppo delle under 19 e precisamente Pietrini, Lubian, Fahr e Nwakalor con le ultime due che hanno giocato la finale vinta e le prime due invece già aggregate alla nazionale maggiore.

Tra le escluse vi è stata Guerra , ragazza che ha un po’ deluso, non crescendo nell’ultimo anno e di fatto scavalcata proprio da Nwakalor. La mia considerazione era appunto quella di essere d’accordo col tecnico visto che Guerra non era sembrata adatta non avendo mantenuto le promesse. Per tutta risposta sono fioccati commenti razzisti del tipo non vogliamo le straniere nella nostra nazionale e i soliti comunista e buonista che non mancano mai…

Ovviamente, le geniali menti italiote protagoniste di questi commenti si riferiscono al fatto che in nazionale giochino Egonu, Sylla, Nwakalor, Lubian, Fahr, e Malinov quindi, tutte ragazze con cognomi di origine straniera e , se vogliamo pensare male, al fatto che le prime tre non siano di carnagione chiara quindi, agli occhi di “certi” patrioti non siano da considerare italiane.

Bene, solo brevemente dico che, tutte queste ragazze sono nate (tranne Fahr nata in Germania) in Italia e sono cresciute qui, vivono qui, parlano nei loro dialetti locali e non hanno nulla di straniero. Tralascio anche la connotazione razzista che, nemmeno merita una risposta articolata visto che chi è un razzista per quanto mi riguarda è solo un decerebrato e merita solo quel misto di pietà per la condizione mentale e di ripugnanza per il fatto di doverci avere a che fare.

Invece mi vorrei concentrare sul cosa rende qualcuno un italiano e non un francese o uno svedese. Forse il fatto che per definirsi bravi italiani bisogna essere dei bravi mafiosi? Dei bravi ladri? Di bravi corruttori? Dei bravi inquinatori? Dei provetti truffatori? Dei pessimi costruttori? Bisogna avere per forza la pelle chiara? E i milioni di abbronzati estivi come li classifichiamo? Inoltre per essere italiani occorre non saper nulla suppongo della propria storia vero? Magari anche non saper parlare e scrivere?

Ignorare le proprie radici un po’ come lo zelante poliziotto che ha fermato l’attrice Ottavia Piccolo solo perché stava entrando al festival di Venezia con un fazzoletto dell’ANPI al collo? E’ questo che ci rende italiani oggi? Questo odio strisciante verso chiunque non ci appaia degno? Significa sbandierare presunte fedi e tradizioni che nessuno poi nemmeno mette in pratica neanche per sbaglio? E’ tutto questo che ci rende italiani?

Bene…se è questa la vostra italia tenetevela. Se è questa non mi sento italiano nemmeno un po’. Ma…se nulla di tutto ciò ha a che fare con l’essere italiani allora dico si, l’italia agli italiani ma a quelli veri, a quelli con la testa sulle spalle e con dentro della materia grigia funzionante. L’Italia a questi italiani che se la meritano e voi tutti che appartenete a quell’altro mondo li…beh…voi dovreste farci un grande favore: toglietevi dai coglioni una volta per tutte.

Siete voi quelli che non dovrebbero stare qui non queste ragazze che per questa nazione si stanno spaccando il culo tra palestra studio e partite facendo enormi sacrifici. Voi siete la parte schifosa di questa nazione, voi tutti, a cominciare dal cazzaro verde passando per i movimentati, i fascistoidi vari e tutti i razzisti siete condannati non da me ma dalla storia ad essere semplicemente schifati e relegati nelle fogne perché li tra stronzi vi potrete sentire fieri di essere a casa.

italia-volley-femminile-gruppo-nr8l43vlwmz47jg3k3v37naaz8q5phmkbcrmrytrsw

Immagine presa da: OA Sport

Uno sguardo ai titoli dei miei post precedenti? Vai qui

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog contro il razzismo, Blog sport, blog su donne, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

61 risposte a L’italia agli italiani…

  1. Lucy the Wombat ha detto:

    Che dire… Hai detto tutto. Secondo me è solo invidia da parte di queste persone… Non sia mai che qualcuno che a loro non piace abbia successo. Oh cmq la storia del fazzoletto dell’ANPI era assurda!

    Piace a 2 people

    • Demonio ha detto:

      Ma si, sicuramente anche l’invidia ha una sua parte in qualcuno anche se mediamente qui la gente è ogni giorno che passa più intollerante e razzista proprio verso chi non ha nulla da invidiare. Io sto paese non lo capisco più! E pure la storia del fazzoletto rientra in questa sagra dell’assurdo quotidiano dove fai una manifestazione fascista e tutto bene…fai una manifestazione antifascista e diventi tu il criminale! Che poi tra le forze dell’ordine li abbiano scelti proprio per le loro indiscusse qualità morali e intellettive ormai credo che sia una cosa assodata e risaputa….

      Piace a 1 persona

  2. Lucy the Wombat ha detto:

    Nemmeno io so come ci siamo arrivati, sinceramente, non riesco proprio a farmene una ragione!

    Piace a 1 persona

  3. quasi40anni ha detto:

    Io credo gli italiani siano coloro che hanno in comune la cultura italiana, culinaria, artistica,storica e via dicendo. Non è solo una questione di passaporto o carta di identità. Detto ciò credo pure che chiunque possa vivere su suolo italiano, rispettando una cultura che loro non è. Che centra con lo sport? Claudio non lo so, ho perso il filo del ragionamento 🤪 sorry

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      E infatti non c’entra nulla perché quelle ragazze di cui parlo sono italiane al 100% ed hanno tutte quelle peculiarità di cui hai parlato! Ma se della gente vi mette come requisito per l’italianità il colore della pelle dicendo che non dovrebbero giocare in nazionale altra il discorso va oltre lo sport e diventa una scelta tra chi è una persona e chi è un idiota! Ultimate il numero dei secondi è in paurosa crescita e questo rende sto paese un posto peggiore in cui vivere ogni giorno di più!
      Ps ti metto un link di una intervista…mi piacerebbe farlo vedere ad occhi chiusi a sta gente e dire alla fine: secondo te è una straniera?E all’ovvio no poi dire: ok coglione, ora apri gli occhi!

      Piace a 1 persona

      • quasi40anni ha detto:

        Io non sono pessimista come te. Mi fa schifo l’Italia per la quantità di burocrazia lenta che bisogna affrontare per una qualsiasi cosa, ammazzando ogni entusiasmo o voglia di fare e crescere. I razzisti sono degli ignoranti che trovi in Italia quanto in Inghilterra per esempio e sono certa che si estingueranno. Non voglio fare del buonismo vacuo, ma non si deve ingigantire la voce di tanti idioti.

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Devo darti ragione purtroppo.È vero, sono ovunque però averci sempre di più a che fare sta diventando stancante.Quindi giusto non dar loro importanza però cazzo, se si levassero dai coglioni non sarebbe male!
        Invece per la burocrazia che dire…spesso anche quella ha come causa la stupidità e pure con quella purtroppo bisogna averci a che fare…

        Piace a 1 persona

  4. PindaricaMente ha detto:

    Io sono italiana perché so che Matera non è in Puglia e sono fatta al 90% di arancino siciliano. Il restante 10% é tutta ricotta, quella del cannolo. Posso restare?🤔

    Piace a 2 people

  5. francescodicastri ha detto:

    Su alcuni punti non concordo, ma complessivamente, sul tema razzismo, non posso che essere d’accordo.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      E mi interessano i punti di disaccordo!

      Piace a 1 persona

      • francescodicastri ha detto:

        Parto da lontano. L’Italia, come entità culturale, non esiste. Hanno provato a unirla dal punto di vista geografico, ma da tutti gli altri punti di vista è andata malissimo. Ci stanno provando distruggendo le tradizioni culturali locali, i dialetti, ma andrà male anche lì. Non siamo un popolo unito.
        Detto questo, chi dice “prima gli italiani” lo fa solo ed esclusivamente per parlare alla pancia di quella parte di popolazione che, a ragione o torto, si è vista togliere tutti i diritti conquistati con il snague dei nostri nonni.
        Che sia cazzaro non lo nega nessuno, ma che una grande fetta della popolazione la pensi allo stesso modo, idem.
        Io, quando militavo politicamente, sono sempre stato dal lato destro del pensiero politico, ma ti assicuro che non sono razzista nel senso oggi diffuso del termine. Sono razzista con i parassiti, con gli ignoranti (quelli arroganti e presuntuosi), con chi approfitta della propria posizione per ottenere qualcosa.
        E non dobbiamo dimenticare quello che è successo dopo il 1861 o dopo il 1943. Eravamo italiani anche lì? E negli anni di piombo?
        Poi ricorda una cosa: l’Italia è il paese del campanile; l’ho raccontato in “Carbonaro di calcio”.
        Sul tema sportivo non puoi che trovarmi d’accordo, tant’è vero che paesi più furbi di noi (Francia e Germania su tutti) hanno delle nazionali (non solo di calcio) formate da gente proveniente da tutto il mondo.

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        Beh, non sono in disaccordo con il tuo disaccordo nel senso che ciò che dici storicamente è vero. Il punto però è che un conto è il “campanile” ed un altro è il credersi superiore. Del resto la differenza che c’è tra uno di Napoli o uno di Bolzano, tra un pisano e un livornese, tra un montanaro e un valligiano alla fine è folklore ma, se vai in Francia o Spagna o in qualunque altro posto del mondo vi saranno sempre analoghe manifestazioni eppure nonostante che so, tra Oxford e Cambridge c’è un odio storico comunque di sentono inglesi! Noi invece ci sentiamo italiani a convenienza e però, un certo nazionalismo fa presa proprio tra chi alla fine è meno italiano di tutti! Costoro infatti finiscono per rivendicare tradizioni che loro per primi hanno affossato o si appellano ad un tricolore senza nemmeno conoscere la storia. Detto ciò, si può benissimo essere di destra se questo è inteso come conservazione dello status quo e politicamente mi sembra normale che vi sia una mediazione democratica tra chi ambisce a redistribuire ricchezza o affermare diritti e tra chi è di parere opposto. Certamente questa nazione è storicamente di destra e le conquiste sociali della sinistra hanno sempre avuto vita dura e lunga salvo poi, una volta raggiunte diventare scontate tanto che poi finiscono col perdere di valore o di essere messe in discussione.Il punto però è che, se in un quotidiano sportivo commento sulle convocazioni della nazionale mi aspetto che si parli del rendimento delle atlete e non del colore della loro pelle dandomi del comunista buonista perché faccio notare che sono italiane! Che poi, a parte il fatto che sono di sinistra (abbraccio le teorie keynesiane) ma non sono comunista non capisco perché questa parola deve essere usata a mo di insulto! Personalmente non credo in quella soluzione ma indubbiamente è stato un movimento storico importante, ormai superato ma sono convinto che chi usa certe parole non conosce nulla!E questo è il guaio di questo paese!
        Sulla tua domanda invece dico che quando c’è una causa poi c’è sempre un effetto e sta a noi riuscire a cercare di essere il più giusti possibile. Ovviamente poi, il titolo del post era abbastanza sarcastico ma forse non si è capito! Per quanto mi riguarda , dipendesse da me esisterebbe una sola nazione terrestre dove i confini sono solo amministrativi…tutto il resto per me non ha semplicemente senso!😉

        Piace a 1 persona

      • francescodicastri ha detto:

        Sul tuo ultimo pensiero sono assolutamente d’accordo!

        Mi piace

      • Demonio ha detto:

        E comunque mi aspettavo che non fossi d’accordo sull’esclusione di Guerra e mi ero già preparato tutte le statistiche di ricezione e percentuali d’attacco! 😀

        Piace a 1 persona

  6. Seguo 0 (zero) il calcio ma hai ragione: l’Italia all’Italia con un giusto Reblog 💗💗💗

    Mi piace

  7. L’ha ribloggato su Sito dell'amorevole Elfa Sabrye ha commentato:
    💗 un buon articolo degno di un angelo e non di un demonio 💗

    Mi piace

  8. Evaporata ha detto:

    Son storie che si ripetono, ma non ci faccio più caso.

    Mi piace

    • Demonio ha detto:

      Se non riguardano me preferibilmente cerc di ignorarle però se mio malgrado mi trovo coinvolto non ci riesco a star zitto e la mia la dico! Poi sono conscio che uno stupido non lo convinci ad essere intelligente però almeno non mi tengo il nervoso dentro!

      Piace a 1 persona

  9. cuoreruotante ha detto:

    Mmmm… la pallavolo maschile l’hai vista?

    Mi piace

  10. Pingback: L’Italia che mi piace! | Blog di Demonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...