Il peso del basso

No, non sto per parlare di diete e nemmeno di Calderoli! Il peso in questione è squisitamente un peso artistico e quindi ovviamente soggettivo ed il basso relativo è lo strumento musicale che, spesso passa in sordina o è messo in secondo piano rispetto ai cugini della chitarra o ad altri strumenti più accattivanti come il sax o quei metronomi dei batteristi! Faccio però una premessa: ne parlo da ascoltatore e non da esperto quindi magari dirò delle inesattezze quindi nel caso correggetemi senza problema!

Ah, altra premessa è che mi riferisco alla musica rock perché il basso nel jazz e nel blues ha valenza differente così come ne hanno in un orchestra sinfonica le sezioni con il contrabbasso suo stretto parente. Se parliamo di rock invece con tutte le sue sfumature(hard rock, progressive, poprock, metal ecc ecc) a mio avviso c’è una evidenza lampante tra una band al cui interno vi è un grande bassista ed una in cui non c’è.

Ma se c’è, quando c’è e quando la creatività dell’esecutore sono libere di esprimersi quel suono ha un peso non indifferente e si sente eccome…non è un semplice accompagnamento ritmico che detta i tempi insieme alla batteria ma contribuisce attivamente a definire una melodia, a dare una impronta al gruppo ben precisa oltre a lasciare degli accordi che poi magari finiamo per fischiettare tanto si imprimono nelle nostre teste!

Ieri notte tra l’altro, non riuscendo a dormire mi sono guardato per caso un film (Band Aid) sulla storia di una coppia che non riuscendo a smettere di litigare ha trasformato le loro liti in musica con lui alla chitarra e lei al basso!Tra l’altro l’attrice (Zoe Lister-Jones) che non conoscevo ho scoperto essere realmente anche una bassista musicista quindi nel film ha un po’ interpretata se stessa! Di seguito un loro brano presente nel film:

Tornando ai bassisti, a quelli che diciamo hanno lasciato il segno (o che almeno hanno colpito me o che conosco io!) ve ne sono indubbiamente di grandissimi e carismatici, ognuno dotato di un suo stile ed una sua tecnica perfettamente riconoscibile. Tra i grandi impossibile non citare Sting che sia coi Police che da solista ha scritto pagine uniche come questa quando era coi Police (Every Breat you Take):

O come non citare questo brano dal ritmo incalzante e martellante dei Pink Floyd e del suo storico fondatore e bassista in Another Brick in The Wall ? Riuscite ad immaginarlo senza basso? Impossibile vero?

E sempre parlando di ritmo incalzante che ne dite di Psycho Killer dei Talking Heads e dello stile pizzicato della sua bassista Tina Weymouth:

Tra l’altro apro una piccola parentesi riguardo alle donne al basso che, sono spesso molto migliori di una buona parte dei loro colleghi maschi e hanno raggiunto il top. Qui ad esempio una carrellata di sole donne non necessariamente rock ma comunque vale la pena di ascoltarle! Tra l’altro, ricordo un episodio legato ad una bassista italiana molto brava (Camilla Missio) a causa di cui presi un gran cazziatone dal leader della band in cui suonava perché mi permisi di sottolineare con un cambio di luce un suo assolo e questa cosa fu ritenuta una specie di affronto di lesa maestà! Esauriti nostrani…

Va beh, questa ovviamente non voleva certo essere una classifica ma solo un omaggio ad uno strumento che come ho detto se c’è e suonato bene si nota! E lo concludo con il ricordo di un altro grande bassista che purtroppo non c’è più e che ebbi la fortuna di conoscere trascorrendo insieme a lui ed alla sua band piacevoli ore di chiacchierate! La storia della sua morte avvenuta proprio in quella occasione la racconto in questo post stranamente passato inosservato che ripropongo con un po’ di malinconia.

Tra le cose che ricordo di quella lunga chiacchierata fu il racconto di come iniziò a suonare il basso…prima con una corda sola, poi passai a due! Chissà, oggi ne avrebbe magari 16! Mark Sandman:

Uno sguardo ai titoli dei miei post precedenti? Vai qui

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog musica, blog su film, Blog su racconti, Blog vari, su di me e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

40 risposte a Il peso del basso

  1. Evaporata ha detto:

    Bravo Demo bell’idea mettere le mani in basso. 😉

    "Mi piace"

  2. cuoreruotante ha detto:

    Quello che so della musica è che mi aiuta tantissimo… ed ogni momento, ogni situazione, ha la sua melodia

    "Mi piace"

  3. PindaricaMente ha detto:

    Un post sul basso.
    Ma come cazzarola si commenta un post sul basso?
    Forse dovrei scrivere qualcosa di “alto” per compensare, ma adesso non ho tempo perchè devo pulire i vetri. 😉

    Piace a 1 persona

    • Demonio ha detto:

      Ahahah ma come come di commenta? Potevi dire se ti piacciono i brani che ho messo, se ti piace il suono del basso, se hai visto quel film, se sei d’accordo o meno che le donne hanno un tocco particolare con quello strumento, leggere l’altro post indicato e dire la tua su quello, dirmi che conosci bassisti migliori, dirmi che come tromba un bassista e raccontare le tue performance…ma insomma devo farmi pure i commenti da solo mo?
      Vuoi che ti scriva un post sulla pulizia dei vetri …magari così puoi rispondere bella sgrassata e profumata!😂😂😂

      Piace a 1 persona

      • PindaricaMente ha detto:

        Scrivere siffatti commenti presuppone la lettura attenta e dettagliata del post.
        Io leggo al massimo le prime tre righe, l’ultima frase e poi scrivo la prima cazzata che mi viene in mente. 😎
        E adesso scusami, ma il Quasar Vetri mi aspetta.

        Piace a 1 persona

      • Demonio ha detto:

        Ahahah infatti lo avevo capito che avevi letto solo il titolo!😂 Sei pessima lo sai?😝Però mi fai troppo ridere e ti perdono…vai e quasarizzali tutti!💃💪

        "Mi piace"

  4. Ho vissuto il basso da giovane, un amico del gruppo con cui uscivo lo suonava, ci ritrovavamo in una casa libera di parenti ed insonorizzata ad hoc per non dare troppo fastidio ai vicini! Che spettacolo! Credo che il basso sia davvero un grande valore aggiunto! E il rock era il nostro preferito genere! Buona giornata

    Piace a 1 persona

  5. alessialia ha detto:

    mo io il basso non lo so commentare… uffa però…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.