Tre foto…

Cracco, paese in Basilicata evacuato a casa di una frana
31 Gennaio 1953, il Mare del Nord sommerge mezza Olanda
Venezia, 2019…

Tre foto su cui riflettere e ragionare. Con una premessa che ci deve comunque distinguere dai tuttologi da tastiera che tutto sanno e che come il loro amato capitone a parole sarebbero bravissimi a risolvere qualsiasi problema perché alla fine basta negare o crearne altri ad arte ed il resto scompare. Dato che non sono come loro io premetto di non essere uno scienziato, un ingegnere, un esperto di bacini idrofluviali ecc ecc. Le mie sono solo considerazioni generali oggettive. Nulla di meno nulla di più.

La prima foto ritrae quello che oggi è un paese fantasma. Cracco. Ce ne sono anche altri ma questo lo ricordo perché ci fecero una trasmissione. Il paese venne evacuato poiché c’era il pericolo che venisse giù a causa di una frana. Gli amministratori di allora si trovarono a dover fare i conti con la forza della natura e presero la loro decisione.

Nella seconda foto, si vede un centro abitato olandese interamente sommerso dalla furia del mare del Nord. Per la cronaca li le piene di marea superano abbondantemente i dieci metri quindi, provate un po’ ad immaginare una piena di un metro e settanta quanta paura e quanti danni fa e poi provate a pensare cosa succeda se quel muro diventa di oltre dieci metri. Ecco quello accadeva in Olanda nel 1953.

Anche li gli amministratori si trovarono ancora una volta a dover fare i conti con la natura e la sua devastante forza. E dovettero prendere una decisione. E la presero.

Nella terza foto, una delle tante di questi giorni ma andava bene una qualunque di qualsiasi altro anno, C’è Venezia tanto per cambiare sott’acqua. Non è una novità, non è un evento imprevisto. Anche qui la forza della natura pone delle scelte da fare. E quelle scelte si riducono fondamentalmente a due sole opzioni. Non si scappa. Perché devi anche farti delle domande. Puoi fare qualcosa per impedire che ciò avvenga? Si o no?

Se si allora fai come hanno fatto gli olandesi. Stop. Lo fai e lo fai per bene, una volta per tutte. Studi il problema, magari crei più equipe di studi che in parallelo affrontano il problema ed alla fine scegli l’opzione migliore e per migliore non necessariamente si deve intendere quella che costa di più e su cui puoi moltiplicare più tangenti…

Se no, fai come fecero in Basilicata. Se non puoi garantire una vita dignitosa ai suoi cittadini, se non puoi garantirgli la sicurezza della vita, di un investimento allora la evacui …siori e siori Venezia chiude, andate a Las Vegas se volete farvi un giro in gondola…ci dispiace ma non siamo capaci di fare un cazzo se non di dare la colpa al primo che passa specie se africano. Amen. Un bel museo a cielo aperto permanente e i veneziani ridotti a profughi, tanto che così magari capiscono anche cosa si prova a perdere casa e patria…

Beh, la terza foto riassume invece il miracolo quantistico italiano! Dove avviene tutto ed il contrario di tutto. Noi tra due decisioni da prendere contrastanti siamo riusciti a prendere la terza opzione che significa di fatto non fare un beneamato cazzo! Non decidere, far finta di fare per non far nulla se non accaparrarsi miliardi di soldi pubblici per un opera che a detta di chi è davvero esperto non servirà a nulla. Bene…continuiamo pure così…ci rivediamo al prossimo telegiornale con le solite immagine della città allagata…

Nel frattempo continuiamo pure a parlare del nulla, di non problemi, di cazzate tipo chiudiamo le scuole medie, tipo apriamo gli ospedali il sabato e la domenica notte, tipo la droga fa male…figuriamoci le botte…tipo armiamoci e difendiamoci a casa nostra e tipo una tonnellata di cazzate quotidiane che stanno portando così tanto consenso che, in piena emergenza, gli amministratori di quella città se ne vanno a far campagna elettorale perché, ormai, in questa nazione finché c’è campagna elettorale c’è speranza di continuare a spartirsi tangenti e cariche mentre tutto il resto non conta un cazzo…è solo teatro.

Uno sguardo ai titoli dei miei post precedenti? Vai qui

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su società, Blog su storia, Blog vari e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

34 risposte a Tre foto…

  1. Misteryously 🕶 ha detto:

    Mi trovi d’accordo buongiorno

    Piace a 2 people

  2. Daniela ha detto:

    conosco la realtà di Craco che ho visto più volte sia su riviste che in tv e che è abbastanza simile a quella di Civita di Bagnoregio, dove però sono stata di persona constatando che ciò che è rimasto della parte vecchia è mantenuto giusto a scopo turistico. Sono in toto d’accordo con te, con le tue riflessioni che vanno a evidenziare il solito blabla mediatico che serve a scopi elettorali e di fatto poi non si conclude nulla fino al successivo rinnovato blabla e così via…A proposito di Venezia, da quanto si discute sul danno apportato al transito delle navi da crociera e poi di fatto salvo una pausa forzata giusto nel periodo di maggior vociferare, non è cambiato nulla? Tutto gira esclusivamente intorno a lucri spaventosi ( in Italia ci sono avvoltoi ingrifati anche i giorni seguenti un terremoto catastrofico, che cinicamente ridono delle disgrazie altrui…) Ci sarebbe di che gettarli a calci in culo in galera a vita, ma sono beatamente protetti e magari promossi a incarichi più remunerati… tanto delle vite di gente che perde casa e lavoro e spesso pure la vita non importa un cece ai politici di turno, pronti solo ad avallare iniziative generose per le loro tasche.. questa è la tragica realtà

    Piace a 1 persona

  3. Demonio ha detto:

    Buongiorno e buona domenica anche a te. Difficile essere in disaccordo quando si parla di buonsenso eppure, in questa nazione si riesce anche in questo!

    Piace a 1 persona

  4. Misteryously 🕶 ha detto:

    Si si riesce ad essere peggiori dell ‘inimmaginabile

    "Mi piace"

  5. Demonio ha detto:

    Si, la situazione purtroppo è proprio questa da te descritta. Tecnicamente penso che se vuoi salvaguardare Venezia e dintorni da maree di(facciano due metri?) si possa fare a patto di far come gli olandesi e scrollarsi di dosso tutte quelle pippe mentali del tipo e si ma è brutto…ma poi cambia il paesaggio…ma le vongole poi…ecc ecc. Come ho detto, se vuoi mantenere in vita la città allora devi agire e arrivare a compromessi, se vuoi arrenderti alla natura allora la devi chiudere. Tutto il resto è inutile e se si decide di non decidere per lasciarla così allora poi che nessuno si lamenti più. Qui viviamo in una nazione dove tra alluvioni, frane, terremoti e ora innalzamento dei mari bisogna prendere decisioni ma noi continuiamo a non decidere, l’Ilva non la si vuole perché inquina ma non la si chiude perché il lavoro e non la si mette in sicurezza perché costa…bene…e allora? Nulla…continuiamo a non far nulla…questa dovrebbe essere politica, di questo si dovrebbe discutere per arrivare a risultati…ma non accade perché la gente di questa nazione è irrimediabilmente rincoglionita ed ha come rappresentanti altri rincoglioniti o ignoranti o peggio ancora mafiosi che lucrano. Non se ne esce più…

    Piace a 1 persona

  6. Demonio ha detto:

    Al confronto Cetto la Qualunque diventa il più grande statista di tutti i tempi…

    Piace a 1 persona

  7. quasi40anni ha detto:

    Sono d’accordo su tutto. Troppa acqua, troppi turisti, troppe indecisioni e troppe cazzate.

    Piace a 2 people

  8. Misteryously 🕶 ha detto:

    Con onorificenze

    "Mi piace"

  9. Daniela ha detto:

    Principalmente gli ultimi.

    "Mi piace"

  10. Demonio ha detto:

    E troppa ignoranza ed accondiscendenza verso una classe politica che non fa i nostri interessi ma…non lo capiamo quindi li si continua ad osannare quando bisognerebbe solo eliminati per sempre dalle nostre vite…

    Piace a 2 people

  11. Demonio ha detto:

    Si, e se pensiamo che abbiamo avuto politici e amministratori pluricondannati che ancora regnano la cosa assume un contorno preoccupante….

    "Mi piace"

  12. Misteryously 🕶 ha detto:

    Puoi dirlo

    "Mi piace"

  13. Evaporata ha detto:

    Gli italiani sono troppo umanizzati per capire quanta bellezza si stia squaglinado sotto i loro piedi.

    Piace a 2 people

  14. Demonio ha detto:

    Già…😟

    "Mi piace"

  15. Meteora ha detto:

    Complimenti ai politici locali, quelli che conoscono la situazione da decenni e fanno in modo che rimanga tale.Buona domenica

    Piace a 2 people

  16. Sara Provasi ha detto:

    ovvio… è così nel piccolo, la gente non sa organizzarsi nemmeno per le piccole cose, figuriamoci per queste

    "Mi piace"

  17. Demonio ha detto:

    Io direi rincoglioniti…

    "Mi piace"

  18. Demonio ha detto:

    Una delle più grandi truffe ai nostri danni è stata quella di decentrare e dare più potere agli amministratori locali…così la spesa è andata fuori controllo e le ruberie sugli sprechi di sono moltiplicate per venti.Si la situazione la conoscono ma a loro va bene così perché questa nazione vive e prospera sull’emergenza…

    Piace a 1 persona

  19. Demonio ha detto:

    La gente prima o poi dovrà farsi un serio esame di coscienza…

    Piace a 1 persona

  20. Demonio ha detto:

    Al peggio non c’è mai fine…
    Ps questo era finito in spam e vai a capire perché🙄

    "Mi piace"

  21. Meteora ha detto:

    Verissimo…purtroppo.Buongiorno

    "Mi piace"

  22. Sara Provasi ha detto:

    Vedrai che aspetterà di avere già un piede nella tomba, prima figuriamoci!

    "Mi piace"

  23. Demonio ha detto:

    Buona giornata anche a te! ☺

    "Mi piace"

  24. Demonio ha detto:

    Temo tu abbia ragione e visti i sondaggi continuano a scavarsela pure bella profonda…

    Piace a 1 persona

  25. Neda ha detto:

    Qui da noi, dal 2008, in seguito a lavori di copertura di un fiume, ogni volta che piove per tre giorni i nostri scantinati si allagano (colpa nostra che abbiamo fatto sessanta, trent’anni prima, delle case con scantinato)
    Lavori fatti a regola d’arte: da un geometra, cugino del sindaco di allora e che era pure figlio di un geometra comunale che negli anni settanta aveva devastato il paese con cavolate varie di cui ancora si pagano le conseguenze. Una schiatta di geometri che si sono tramandati, di generazione in generazione, la stupidità e l’arroganza di credere di sapere tutto, avallati da sindaci consenzienti ai quali la cittadinanza non ha saputo opporsi.

    Piace a 1 persona

  26. Demonio ha detto:

    😟

    Piace a 1 persona

  27. Demonio ha detto:

    Classici lavori fatti con il solo principale scopo di produrre contemporaneamente consenso immediato e soldi facili ma che evidentemente son stati fatti ignorando studi geologici, idrici, storici. Tipica storia italica direi…

    Piace a 1 persona

  28. Neda ha detto:

    Già, lavori di “facciata”.

    "Mi piace"

  29. Demonio ha detto:

    Sicuramente il geometra e il sindaco oltre all’impresa e qualche altro amici si saranno fatti case con belle facciate…

    Piace a 1 persona

  30. Neda ha detto:

    Mah, non so dove abitino, ma non credo abbiano fatto tutti ‘sti casini per specularci sopra, credo che si trattasse solo di pura e semplice ignoranza e anche fretta nella vicinanza delle elezioni.

    "Mi piace"

  31. Demonio ha detto:

    Non so dalle tue parti ma io dalle mie non ho mai visto uno solo di questi figuri che vivesse in un appartamento popolare di 80metri quadri e andasse in giro con un utilitaria scassata! Però sull’ignoranza credo tu abbia ragione…sta gente di solito lo è all’ennesima potenza…

    Piace a 1 persona

  32. Bravo per rilevare che vi è troppa tendenza (è una scelta?) a giocare e far giocare a sviluppare profitti ladri mentre la politica la si vorrebbe come un teatrino che non si può neanche chiamare nullafacente per rispetto per i nullafacenti mentre vi è chi gode che il Mondo non cambia perché, evidentemente, gode e non vuole smettere di godere, no?

    D’altro canto personalmente non sono per le scelte “totali” che tu prospetti ma sono per il compromesso storico-politico-religioso creativo che eviterebbe molte situazioni estreme causate proprio da queste scelte “totali”, ma tu sei giovane ed anch’io, quando lo ero, non avevo ancora meritato la mia poesia, cosa ne pensiamo, intendiamo, sentiamo?

    "Mi piace"

  33. Demonio ha detto:

    Non sono giovane se non dentro! E sono pragmatico…se a casa mi entra acqua dal tetto riparo il tetto…se non posso farlo cambio casa…ma se decido di non far nulla mettendo semplicemente un secchio d’acqua e pur avendo i soldi quelli li spendo per cose inutili allora sono un deficiente e non ho diritto a lamentarmi. Non sono scelte totali ma di buon senso.Le cose o si fanno bene o non si fanno, le vie di mezzo in questo caso non esistono…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.