Morte di una assassina…

Dicono che quando si muore vi è un istante in cui tutta la vita ti passa davanti. A quanto pare hanno ragione. Oddio, non proprio tutta la vita ma le ultime ore si, le sto rivivendo. Come mai sono arrivata a questo punto? Come mai siamo arrivati a questo punto? Cosa ci è successo? Cosa è andato storto? Perché? Quante domande a cui non avrò alcuna risposta. Unica cosa che ho avuto è stato quel calcio, forte, tirato con odio alla mia testa…

Ero già a terra, contusa, ferita nell’animo e nel corpo ma non bastava. Quell’ultimo calcio sferrato con furia cieca metteva la parola fine alla mia vita. Col bollo di assassina. Muoio da assassina. Così ha deciso il mondo. Senza alcun appello. Senza neppure ascoltare la mia testimonianza. Giudice e carnefice, senza tempo da perdere…crepa assassina irresponsabile…devi startene a casa….maledetta puttana…che cazzo esci…dove devi andare….vai a scopare dal tuo amante vero troia?

E finisce così, muoio da assassina, da puttana troia e da irresponsabile. Amen. E si che stamattina ero euforica. Sebbene avessi passato una notte insonne dopo una lunga giornata di lavoro in laboratorio e dopo giorni e giorni a saltar pranzi avanti a tramezzini e caffè con l’unico scopo di trovare una soluzione per quel maledetto virus e porre fine a tutto questo. Ma finalmente stanotte c’era stata quella intuizione. Se quella molecola l’avessi trattata in quel modo, se poi l’avessi combinata e replicata…si si avrebbe funzionato! Potevamo realizzare un farmaco efficace!Potevo.Potevamo.

Ed allora tutta euforica mi ero alzata, non vedevo l’ora di tornare in laboratorio, mettere tutti al corrente…si, ce la potevamo fare, ne ero sicura. Ma stranamente la macchina stamattina non ne voleva proprio sapere di accendersi. Uffa che palle…va beh dai, solo 3 km potevo anche farli a piedi vista la bella giornata. Stanca si ma talmente euforica che quella stanchezza non l’avvertivo. E mentre camminavo spedita verso il laboratorio le prime urla dalle finestre…stai a casaaaa…devi stare a casa…ma dove cazzo vaiii!

E mica solo una….diverse, sempre più frequenti….ma che c’avete nella testa? Ma in questo paese nessuno più si fa i cazzi suoi? Le ignorai…che ne volete sapere della mia vita…come vi permettete di giudicare solo perché sto uscendo a piedi per andare in laboratorio a lavorare…per voi tra l’altro…per voi che state a casa…per quattro spicci di un contratto precario che nemmeno so se mi rinnoveranno….ma continuano…voci che si sovrappongono…maledetta…ci contagerai tutti….stai a casa…assassina….denunciatela…

E poi quel gruppetto che mi si para davanti…sto andan…e giù il primo pugno….nemmeno il tempo di realizzare quello che stava succedendo e giù il secondo…il terzo…spintoni…urla…braviii lurida cagna…devi stare a casa…assassina…e in un attimo sono a terra…non vedo più nulla, il sangue mi bagna il viso insieme alle lacrime…il dolore è tanto… respiro a fatica…cerco di aggrapparmi a qualcosa e quell’ultimo calcio…diventa tutto nero….l’assassina è morta…evviva gli eroi…evviva i veri patrioti che compiuto il proprio dovere tornano alle loro case…ci vuole l’esercito…il controllo…maledetti buonisti…giustizia è fatta!

Preso spunto da questo articolo de Linkiesta,che ho trovato sul blog di Evaporata, Runner, untori e il bisogno di odiare chi esce da casa per qualcosa che non è successo ma che potrebbe accadere e che in passato è accaduto in altre varianti quando il nemico è stato il barbone, il rom, lo straniero, il gay, il disabile, il comunista, la lesbica, il vecchietto ed in generale sempre e costantemente il diverso, uno comunque da odiare per sentirsi migliori, per sentirsi superiori, per dimenticare di essere soltanto delle patetiche squallide nullità il cui unico nutrimento è l’odio e dentro le cui teste risuona l’eco del vuoto più assoluto.

Uno sguardo ai titoli dei miei post precedenti? Vai qui

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, blog contro la violenza, Blog runner e camminate, blog su donne, Blog su fatti di cronaca, Blog su politica, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

36 risposte a Morte di una assassina…

  1. Veramente bello, io mi auguro che non arriveremo a questo, questo comunque è odio alimentato dalla restrizione ad un principio fondamentale dell’uomo: la libertà! Siamo tutti in carcere ormai! Anche io rosico costretta in casa x un senso civico e vedo la gente che passeggia o ancora peggio fa sport all’aria aperta! Ed io , ed io? Perché devo lievitare quando ognuno si fa i fatti propri?

    "Mi piace"

  2. Demonio ha detto:

    Il problema è che si sta perdendo il senso della ragione. Lo stare a casa sta diventando una costrizione quando semplicemente dovrebbe essere una normale soluzione per ridurre al minimo i rischi di trovarsi a contatto con altre persone in luoghi pubblici affollati. Ora, le parole focali su cui bisogna concentrarci sono CONTATTO e AFFOLLATI. Perché? Perché la trasmissione di un agente patogeno avviene quando c’è vicinanza( saliva emessa per uno starnuto, un colpo di tosse, il tocco di una mano con le nostre mucose che tocca quindi un’altra mano che va a toccare a sua volta bocca, naso) e diventa in quel caso un potenziale pericolo.Ma se non c’è nulla di tutto ciò il contagio semplicemente non avviene. Il virus non è che nuota nell’aria ed uno lo prende semplicemente perché esce! Criminalizzare chi esce, chi va all’aria aperta è stato ed è un errore, l’ennesima dimostrazione del fatto che in questo paese la gente non capisce realmente le cose. Lo diceva anche Borrelli ieri, che cazzo usate le mascherine se non state a contatto? È inutile. Uno che da solo, senza star vicino ad altri, senza toccare nessuno va a fare attività fisica non è assolutamente un criminale ne può essere un pericolo per gli altri o per sé stesso. Essere arrivati a pensare ciò è follia pura. Stare a casa doveva significare semplicemente chi può evitare di andare al lavoro e usare mezzi pubblici lo eviti e si blocca il contagio. Il resto è pura e semplice paranoia del terrore e non ci fa bene.

    Piace a 2 people

  3. SognidiRnR ha detto:

    Non è poi nemmeno tanto assurdo come racconto!
    Sembrano diventati tutti ireagionevoli. Una cosa è certa: la stupidità non è andata in quarantena!
    Che poi, ok il panico e la paura però prendersela con il prossimo a caso non ha davvero senso. Ci sono situazioni in cui effettivamente la gente assume comportamenti ridicoli e incoscienti ma in altri casi non è così e soprattutto dall’alto del tuo balcone non puoi saperlo!

    Piace a 1 persona

  4. Demonio ha detto:

    Brava, hai colto perfettamente il senso del mio ragionamento. Come poi ho anche detto nella risposta ad Another, si è completamente perso il senso del motivo per cui restiamo a casa. Ormai c’è gente che crede che appena apri l’uscio dietro la porta c’è il virus che t’aspetta. No davvero stiamo esagerando, sui social è tutto un proliferare di invettive quando l’unica profilassi vera e necessaria è semplicemente di evitare contatti ravvicinati e nel caso di chi per vari motivi dovesse toccare cose od oggetti (o mani ) su cui non si può sapere se vi sono presenze di patogeni, lavarsi le mani visto che il sapone scioglie sti cazzo di bastardi e non possono passare attraverso le nostre mucose all’interno del nostro organismo.Stop. questo è, non la caccia all’untore, la relazione e invocare lo stato di Polizia…

    "Mi piace"

  5. Neda ha detto:

    Il problema è che giornalisti, tuttologi e soprattutto politici hanno detto di tutto e il contrario di tutto, creando una confusione al limite della stupidità. Qui da noi, che siamo in campagna e circondati dalla campagna, chi vuol fare attività all’aperto è “obbligato” a farla nelle vicinanze di casa. Ma non sarebbe più logico che se ne andasse da solo a correre in un prato lontano da tutti? Io ho un grande giardino, anzi, un brolo incolto che circonda la casa è posso pascolare all’aperto come e quando voglio. Vedo chi corre per la strada e non me ne frega un accidente, cavolacci loro. Ci sono quelli che si fermano a chiacchierare? Beh, chi se ne frega, eviterò di frequentarli. Vedendo che spruzzano disinfettante sulla suola delle scarpe, sui vestiti e su tutto quello che c’è negli aeroporti (ricordo certi filmati della guerra in cui gli americani spruzzavano il DDT addosso agli italiani per dispestarli dai pidocchi) mi chiedo “ma se vado al supermercato, quando rientro a casa devo forse spogliarmi nuda prima di entrare in casa? e poi, quando prendo la banana la lavo con la varechina prima di sbucciarla?” Tra l’altro, quelli che bevono l’acqua calda per ammazzare il virus…ma non sarebbe meglio una bella sorsata di grappa?

    Piace a 1 persona

  6. SognidiRnR ha detto:

    Io continuo a vedere gente che fotografa le persone in fila ai negozi e mi urtano davvero molto: è normale che ci sia fila, rispettando le distanze anche solo 20 persone occupano tutto il parcheggio sembranone 100; siamo in tanti su sta terra, uscendo anche poco comunque qualcuno deve farla la spesa prima o poi a rotazione tocca a tutti; se si rispettano le regole perché tu devi inveire contro la gente che non conosci?! E questo solo uno dei tanti esempi.
    Poi per dirti, anche io vedo gente fuori casa mia mandare i bambini a giocare a pallone o nei giardini di casa in casa o adulti ravvicinati come se nulla fosse fumandosi la sigaretta: non capiscono che non va fatto ma di certo non mi metto sul balcone a inveirgli contro o a fotografarli a tradimento! Ma ce la fate?! 🙄 Uno al massimo gli può ricordare che non sono immuni e che dovrebbero stare attenti ma una volta e con i dovuti modi poi basta.

    Piace a 1 persona

  7. Demonio ha detto:

    Ahahah guarda non c’è una sola cosa che hai detto che non mi trova perfettamente d’accordo! Di sto passo davvero per entrare in casa la gente si farà installare una zona di decontaminazione! Ma quanto stanno terrorizzati?! E quanto rinciglioniti da una TV che ormai è decisamente fuori controllo. I social poi…amplificano perché basta un idiota che travisa una cosa e che viene condivisa che tutti la credono vera. Ieri ero al supermercato, sto in una regione con in totale 44 casi, una decina sono in ospedale e gli altri in quarantena a casa. Quindi c’è poco o nulla in giro a rigor di logica e dopo 20 giorni. Beh, tutti e dico tutti al supermercato avevano la mascherina. Io ero l’unico senza. Ora capisco le commesse, gli addetti che ci lavorano e possono essere soggetti a contatti fortuiti potenzialmente pericolosi…giusto siano protetti…ma tu che vai a fare la spesa che contatti devi avere? Vai, entri, prendi quello che ti serve, paghi, tieni le distanze e te ne vai. Punto. La gente sta impazzendo…

    Piace a 1 persona

  8. Demonio ha detto:

    Vero, basta poco che anche pochi che rispettano le regole visti da una certa prospettiva appaiano come una folla di irresponsabili. Poi che in giro ci siano davvero dei cretini, degli irresponsabili è purtroppo vero ma da qui a criminalizzare ad cazzum ce ne corre!

    "Mi piace"

  9. SognidiRnR ha detto:

    Sì secondo me ognuno di noi dovrebbe usare il buonsenso per sè, rispettando le regole! Senza stare a sindacare tutte le scelte altrui perché genera solo odio e si potrebbe comunque sbagliare. È una situazione eccezionale, necessita di accorgimenti eccezionali. Ma basta lamentele anche perché è dura così senza ulteriori polemiche a inasprire gli animi!

    "Mi piace"

  10. Demonio ha detto:

    Giusto perchè c’è la quarantena non ti abbraccio! Quella parola poi è o dovrebbe essere magica: buonsenso. Fondamentale usarlo sempre perchè non possiamo fare una legge per qualsiasi cosa, non possiamo stare a sindacare su ogni scelta personale, non possiamo semplicemente vivere così. Ma a quanto pare molti vorrebbero vivere sicuri sicuri in una di quelle società distopiche dove tutto è controllato, tutto è programmato, tutto è normato, tutto è stabilito e la vita scorre placida come quella di un formicaio.

    "Mi piace"

  11. SognidiRnR ha detto:

    Che poi non saprebbero nemmeno gestirla una società così chiusa, sotto regime! Mi vengono i brividi solo al pensiero.
    Per gli abbracci rimandiamo a pandemia finita 😂 Che siamo tutti più sicuri.

    "Mi piace"

  12. Demonio ha detto:

    Ahahahah a parte che quando sarà finita a Roma ci dovrò andare per un corso mo me lo segno! 😀
    E i brividi vengono anche a me soprattutto pensando al dopo. Ho una paura fottuta di perdere tutto ciò in cui credo, la libertà, l’Europa, quel poco di stato sociale rimasto e quel poco che sono riuscito a risparmiare per la vecchiaia.:-(

    "Mi piace"

  13. SognidiRnR ha detto:

    Hahahah perfetto, tieni nota!!
    Forse non bisogna pensarci troppo al dopo, non abbiamo le basi per sapere cosa ci apetta e chiederci come lo affronteremo. Sicuramente sarà dura per tutti, chi più chi meno! Ci troveremo a dover fronteggiare un qualcosa di molto difficile… Altro che dittatura. Servirà coesione e cervello, possibilmente sveglio!

    "Mi piace"

  14. Demonio ha detto:

    Ecco, purtroppo la fuga dei cervelli è proprio il problema! Non si capisce dove siano finiti! Chi l’ha visto ne sa qualcosa? 😛

    "Mi piace"

  15. SognidiRnR ha detto:

    😂😂 secondo me non son fuggiti è che proprio non son mai stati attivati. Sono dormienti!!

    "Mi piace"

  16. Demonio ha detto:

    😄 e pure questa è un’ottima ipotesi! Che poi non c’entra nulla se non in parte ma mi viene da pensare allo schetch di albanese sulla maledizione che lancia a chi gli ha rubato il motorino, che, tra le altre cose prevede che il ladro sia sordo e muto ma non per sempre in modo che la voce torni ogni tanto ma giusto per sparare immani cazzate!😄

    "Mi piace"

  17. SognidiRnR ha detto:

    Le cazzate tengono in moto il mondo!! 😂

    "Mi piace"

  18. Neda ha detto:

    Qui da noi puoi entrare nel negozio se hai la mascherina. Ok, me ne farò una con un paio di elastici e della carta-casa, oppure un fazzoletto di carta. Stanno disinfestando le strade (pare), io non li ho ancora visti passare nella mia via, magari fanno solo il centro paese dove abita il sindaco. Spero che con il disinfettante che spargono crepino anche le zanzare e le cimici che infastidiscono e e le piante da frutta.

    "Mi piace"

  19. silvia ha detto:

    Potrebbe accadere benissimo purtroppo, al gente è fuori di testa, o in un senso o nell’altro….

    "Mi piace"

  20. Demonio ha detto:

    fin che sto mondo non casca! :-p

    "Mi piace"

  21. Demonio ha detto:

    Tutto veramente assurdo. Speriamo passi presto e speriamo che il tuo desiderio venga accolto!

    Piace a 1 persona

  22. Demonio ha detto:

    Già, leggo e sento certe cose che mi vengono i brividi.

    "Mi piace"

  23. Le tue parole hanno un senso logico, ma l’interpretazione delle cose è sempre soggettiva! Se oggi stanno lavorando a casa le persone, ma poi fanno sport e si ritrovano nei parchi a giocare, cosa abbiamo risolto?!?! Se i bimbi fisserò rimasti a scuola tutti avrebbero evitato i parchi! Chi va al parco in inverno? I bimbi qualcosa la devono fare? E non è che a Bologna ci fosse una piattaforma di aggregazione dove uno propone e gli altri fanno, anzi, è inevitabile che una condizione provochi altre scelte! Nessuno vuole criminalizzare gli altri, credo che tutti vorremmo finisse presto sta storia! Se ci impegnamo magari riusciamo, non correre x due settimane non ammazza! È da un mese che non vado a camminare! Buona giornata

    "Mi piace"

  24. Lucy the Wombat ha detto:

    Che ansia, ma ciò detto, bravo, mi piace questa provocazione!

    "Mi piace"

  25. Demonio ha detto:

    Qui la gente sta perdendo il controllo! E soprattutto non ha capito un cazzo di come ci si prende il virus. A partire dai politici. Per un mese a Milano la gente ha continuato ad andare al lavoro usando Metro, autobus e treni e tutti sappiamo quanto siano intasati…ed il problema sono diventate quelle poche persone che da sole andavano a correre all’aperto e a debita distanza! Non trovi che sia tutto così demenziale e assurdo?😬

    "Mi piace"

  26. Lucy the Wombat ha detto:

    Di più! 🤮

    "Mi piace"

  27. Demonio ha detto:

    No aspetta, io non sto parlando di chi va al parco a giocare insieme ad altri, o va lì per ritrovarsi insieme ad altri! Io parlo di chi se ne va solitario magari per boschi o in campagna. La differenza è evidente…nessuna interpretazione…solitario-> seguo le norme e sto a distanza di sicurezza( tra l’altro chi corre va veloce, rischio ancora più basso!) Invece insieme-> con altri quindi a distanza minima! C’è una enorme differenza! Ma poi, tutto sto accanimento su chi esce e…i treni, la metro, autobus e corriere pieni di gente COSTRETTA ad andare a lavorare??? E su…siamo seri…sta a vedere che mi sono i runner il problema!

    Piace a 1 persona

  28. Demonio ha detto:

    Quando finirà secondo me faranno affari d’oro gli avvocati divorzisti, gli psichiatri e i bar/pub!

    "Mi piace"

  29. Lucy the Wombat ha detto:

    Proprio oggi leggevo che è in aumento il numero dei tso. Bene ma non benissimo!

    "Mi piace"

  30. Demonio ha detto:

    Ah ecco… Io non lo avevo letto ma in questi casi faccio previsioni deduttive che poi però si avverano😬

    Piace a 1 persona

  31. Lucy the Wombat ha detto:

    Ottimo :°°°D

    "Mi piace"

  32. Demonio ha detto:

    Insomma…non mi piace tanto sta cosa perché immaginare spesso le cose prima che succedono sperando che non succedano porta a continue delusioni.Per non parlare dei litigi…😔😬

    Piace a 1 persona

  33. Lucy the Wombat ha detto:

    E tu non dirlo a nessuno, almeno non litighi!

    "Mi piace"

  34. No no! Ma va la! Fanno le restrizioni e poi le adattano ad personam! Tutto qui! Chiaro che se vivi in un paese di tre anime sperdute, non fai il confronto, ma se sei in una città chiusa in casa x rispetto e poi guardi fuori e tutti fanno quel che vogliono una domanda te la poni! Io sto a casa x non contagiare e/o contagiarmi ma tu vai al parco col bimbo a giocare a calcio, passi con il monopattino con il figlio, vai in bici e passeggi, creando un’agglomerato dietro casa mia, sai?!?!?

    "Mi piace"

  35. Demonio ha detto:

    E non ci riesco! Del resto sto già ipotizzando qui da noi uno scenario politico terribile con conseguenze spaventose che metterà la parola fine all’Italia…senza più speranza…😭😬

    "Mi piace"

  36. Demonio ha detto:

    Ti ripeto…non è quello il problema. C’è uno studio statistico che mostra sulla cartina d’Italia le zone dove ci sono più contagiati. E c’è un altra cartina che mostra le zone dove la produzione ed il lavoro non si è praticamente mai fermato. Indovina un po’? Coincidono. Al 100%. La gente in queste settimane ha dovuto continuare a prendere mezzi pubblici, ridotti di numero per altro, con spazi ridotti. In aziende come Amazon hanno denunciato che non ci sono mascherine. Gli stessi ospedali non ne hanno a sufficenza perché nel frattempo le hanno 50milioni di italiani a cui non servono. Ma, poiché queste verità non si vogliono mostrare allora è colpa di quei pochi che fanno all’aria aperta ( NON AL CHIUSO) una passeggiata. Queste sono le domande che ci dovremmo porre. Perché chi è costretto a lavorare non è stato protetto adeguatamente?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.