E basta con sta retorica!

Non so voi ma io pur guardando poco e nulla la tv o meglio i cosiddetti programmi di approfondimento (che non hanno mai approfondito nulla!) e pur non avendo account presso i principali social dove bazzicano le menti più illuminate come Facebook, Twitter ed Instagram, nonostante questo distacco, avverto comunque una narrazione delle vicende “drogata” da una retorica esasperante che a me ricorda o quei filmati dell’Istituto Luce ai tempi del ventennio o quella fantastica parodia fatta da Corrado Guzzanti in fascisti su Marte. Avete presente cosa intendo? Quel modo di parlare, di raccontare?

Quel tono enfatico di descrivere qualcosa di normale o anche straordinario dandogli quella connotazione eroica, quell’enfasi che poi è finta se non addirittura ipocrita visto che di solito questo tipo di narrazione è sempre funzionale ad un risultato immediato come l’audience oppure è funzionale alla glorificazione di un sistema di potere politico. Insomma non so a voi ma a me questo modo di fare informazione ha decisamente frantumato i coglioni. Ma perché tutto deve essere trasformato in qualcosa che non è?

Perché in ogni vicenda dobbiamo per forza usare un linguaggio che è imprescindibile da parole come eroi, angeli, guerra, soldati, patria e tutta quella retorica fasulla che si cela dietro? Accade un fatto…bene…lo racconti per quello che è, dai cifre, statistiche, raccogli informazioni complete e lo fai con calma non che dopo che il tizio che te le sta dando lo interrompi subito non facendolo finire perché devi dare urgentemente la linea a caio che deve dire quello che già è stato detto 7534 volte! E i toni…ma li sentite quando parlano? Quando danno le cifre pare che sono ad un asta… 300 morti…no no aspetta 500…mi dicono 900…chi offre di più? Mavaffanculo va!

Perché questa ossessione nel ricercare primati? Siamo i primi, siamo i secondi no un momento passiamo la linea a quanti morti li? Non è una gara cazzo! Ma che vi siete fumati tutti quanti? Perché questa ricerca ossessiva a dare il numero aggiornato? Cosa cambia? Cosa cambia a sapere che li ce ne sono di meno o di più?

Tutti esperti statistici, gente che non sa neppure cos’è un asse cartesiano che improvvisamente pretende di descrivere curve, trend sta salendo…no c’è un flesso…si è normalizzata…no contrordine sale di nuovo…tutto senza senso…solo per tenere aperte inutili dirette con inutili personaggi che in realtà non hanno proprio nulla da dire. Stomachevole…

E perché poi quando si parla di cose serie dovete dare la parola a chi non c’entra nulla con le competenze? Che un conto è se c’è un evento chiedi alla gente comune che ne pensa, se ha problemi, richieste ecc…ci sta ma non è che se esplode una centrale nucleare inviti in studio una sciampista (con tutto il rispetto eh…) per farti descrivere come avviene una fusione del nocciolo! Ecco, magari inviti un fisico nucleare no? E se lo inviti lo lasci parlare…non gli metti contro a discutere con lui un qualche psicopatico ignorante che pretende di saperne di più! Anche questo modo di fare ha rotto i coglioni!

La vicenda attuale è complessa. Molto. E’ qualcosa che neppure gli esperti con i dati ancora parziali possono spiegare bene. Ci vuole cautela nel dare informazioni. Meglio dare una notizia certa, verificata, autentica molte ore dopo piuttosto che darne una farlocca e stupida ma che batte la concorrenza che a loro volta correrà per darne un altra ancora più idiota ed ancora meno verificata.

Che senso ha? E perché dovete per forza essere così retorici? Non è una guerra cazzo. La guerra è un altra cosa, chiedete ai vostri nonni. E’ una pandemia. Ci sono problemi, ci sono soluzioni, ci sono anche vittime si ma non è una guerra, non c’è bisogno di spaventare la gente inutilmente con una narrazione del genere. Poi ovvio che la gente ti svuota i supermercati…

E nonostante c’è poi chi invoca poteri supremi, legge marziale, esercito, droni perché li avete male informati, perché li avete terrorizzati, perché li avete portati a credere che il virus nuota nell’aria ed al contrario di ciò che ha detto l’OMS li avete portati a credere che una passeggiata è criminale…che volete ancora? I satelliti? La Swatt sui tetti? Il coprifuoco? Sparare a vista?

Perché le parole sono importanti e vanno sapute usare e comprendere. E forse non avete capito un concetto fondamentale…noi siamo cittadini e non soldati. Non combattiamo nessuna fottuta guerra ma semplicemente dovremmo seguire delle linee guida per ridurre le probabilità di contagio. Questo è. Non una guerra.

E chi fa il proprio lavoro, quello stesso lavoro di cui ve ne siete fregati per anni, anche lui fa il proprio lavoro e basta. Non sono marins, non sono commandos, non c’è nessuna prima linea. Non sono eroi. Perché dobbiamo per forza cercare sempre eroi? Non esistono spiderman, batman e compagnia. Esistono persone che se rispettereste sempre avrebbero i migliori strumenti per fare al meglio ciò per cui hanno studiato.

Serve rispetto. Non enfasi. Quel che fa un medico lo fa sempre, oggi non è più eroico di quanto non lo fosse ieri o dieci anni fa. E’ il suo lavoro. Come lo è quello di un vigile del fuoco o di un carpentiere che a 100 metri su una impalcatura rischia la vita. E’ lavoro. Non eroismo. L’eroismo non c’entra un cazzo. Noi abbiamo bisogno di normalità non di eroi.

E in tutto questo le azioni si fanno perché si deve, perché appunto è il tuo lavoro, perché porti i soldi a casa, perché è giusto, perché credi nella cooperazione, nel dare una mano, credi nella solidarietà e fai le cose. La patria non c’entra nulla. Gli italiani che? Esistono cittadini che per diverse motivazioni fanno qualcosa. Farlo o non farlo non ti fa sentire più o meno italiano. Non c’è alcun orgoglio da difendere.

C’è solo da cercare di fare le cose giuste al meglio delle proprie capacità e possibilità. Perché ci deve essere sempre tutta sta retorica dietro? A che serve? A chi? Perché devono sempre ricercarsi amici e nemici…i buoni e i cattivi…quelli che ti aiutano e quelli che non lo fanno quando se poi vai a vedere le cose nei dettagli tutto è molto molto diverso da come si racconta? Ecco…francamente di tutto ciò mi sarei veramente ma veramente rotto i coglioni.

Uno sguardo ai titoli dei miei post precedenti? Vai qui

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog su fatti di cronaca, blog su parole, Blog su politica, blog tv, Blog vari e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

50 risposte a E basta con sta retorica!

  1. Daniela ha detto:

    È esattamente quello che penso anche io. Perciò mi sono stancata di seguire i notiziari . Articolo molto esauriente che rebloggo. Grazie

    Piace a 1 persona

  2. Daniela ha detto:

    L’ha ripubblicato su Il Canto delle Musee ha commentato:
    Reblog dal sito di Demonio

    "Mi piace"

  3. Parole e pensieri a bassa voce ha detto:

    Io non ascolto più nulla e se ho bisogno di aggiornarmi parlo con persone che sono sul campo e in silenzio

    "Mi piace"

  4. Evaporata ha detto:

    ultimamente guardo poco o niente anche i tg, ieri sera, per caso, sono passata su Rai1 e ho visto gili “inviati sul campo” bussare alle porte ed antrare in casa, con tuta e mecherina, di chi è guarito per chiedere come ha vissuto l’epsrienza con il virus.
    Queste azioni sono imfamia allo stato puro e dovrebbero essere proibite.

    Piace a 1 persona

  5. Demonio ha detto:

    Oh, grazie a te. In realtà non seguo nemmeno io però poi è come con Sanremo…pur non guardandolo si sa tutto quello che è successo…🙄

    Piace a 1 persona

  6. Demonio ha detto:

    Ma nemmeno io però basta che ti trovi in attimo in una stanza o che il vicino tenga il volume più alto che volenti o nolenti ci si ritrova ad ascoltare. In più poi c’è l’eco dei siti in line e dei quotidiani che riportano tutto. E sono sicuro che anche se mi limitassi a leggere la cronaca del campionato di bocce pure così ne verrei investito!🙄

    "Mi piace"

  7. Demonio ha detto:

    Ecco, questa cosa non la sapevo ma concordo che è un ennesimo esempio di cattivo giornalismo. Ma dopo aver appreso anche di preghiere in diretta ormai non mi stupisco più di nulla. Abbiamo toccato talmente tanto il fondo che evidentemente ne siamo irrimediabilmente rimasti prigionieri. Poveri noi…

    "Mi piace"

  8. quasi40anni ha detto:

    Cla respira! Every little “ting” is gonna be alright, per dirla con l’accento di Bob. Il telecomando è la tua bacchetta magica. Comunque condivido alcune cose che dici, non è una guerra. Love & peace✌🏽

    "Mi piace"

  9. Daniela ha detto:

    le voci rimbalzano ovunque

    "Mi piace"

  10. Evaporata ha detto:

    La preghiera in diretta per fortuna l’ho persa.

    Piace a 1 persona

  11. Parole e pensieri a bassa voce ha detto:

    Ah si si si ha ragione

    "Mi piace"

  12. Demonio ha detto:

    Ma io ne faccio buon uso di quel coso che magicamente mi porta a vedere o film o documentari. Ma come dicevo è come con Sanremo…io non l’ho mai guardato eppure ho sempre saputo tutto quel che vi è accaduto… impossibile evitare di venirne travolto. Ora, so che non mi risponderai ma io ti chiedo lo stesso: su cosa non sei d’accordo?

    Piace a 1 persona

  13. Demonio ha detto:

    Siii, prendi quella trasmissione con quella guru dell’etere…mai vista in vita mia…ebbene…quando l’altro giorno ha invitato l’idiota e di son messi a recitare preghiere…ecco che poi non si è parlato d’altro e ogni persona ne parlava condividendo meme, notizie ecc…come fai ad ignorarli?

    "Mi piace"

  14. Demonio ha detto:

    Si anche io! 😈

    Piace a 1 persona

  15. quasi40anni ha detto:

    Allora non ti rispondo se sai già cosa farò. Non posso risponderti pezzo per pezzo perché ho poco tempo, però credo che un eroe sia per definizione chi rischia la sua vita per gli altri…

    "Mi piace"

  16. Demonio ha detto:

    Sigh…😭😭😭

    "Mi piace"

  17. Demonio ha detto:

    Vero però credo che per esser definiti tali occorrono anche altre due condizioni ovvero che sia una cosa estemporanea e che sia una azione disinteressata compiuta per pura volontà personale. Non pensi che forse il termine è un po’ abusato?

    "Mi piace"

  18. Parole e pensieri a bassa voce ha detto:
  19. 👍
    Gli esperti che chiamano in TV sono esperti perché dicono quello che vogliono che si dica, tutti gli altri (a parità di titoli accademici e/o competenze) sono propagatori di fake news; a volte poi le loro competenze sono più millantate che reali, ma visto che sono funzionali diventano autorevoli esperti …
    la gara a dare per primi la notizia (seppur farlocca) la si gioca da un bel po’ di tempo, la si sbatte a titoli cubitali in prima pagina (tanto, mal che vada, si può sempre smentire con un trafiletto a pag. 36);
    spargere il terrore è funzionale agli scopi che si hanno, quelli che non tutti conoscono ma che ciò non significa che non possano esistere, scopi oltretutto che non sempre sono a favore dei cittadini;
    l’ultima considerazione (ricerca di amici e nemici) mi fa immediatamente pensare al millenario, infallibile, iper utilizzato “divide et impera” … chissà come mai …
    buona giornata

    "Mi piace"

  20. @didiluce ha detto:

    Concordo su tutta la linea e “Abbiamo bisogno di normalità” è esattamente quello che cercavo di spiegare a qualcuno, questo pomeriggio, al telefono quando poi ho sbroccato di brutto. Ecco adesso, leggendoti, mi sento normale 👍 Grazie.

    Piace a 1 persona

  21. Demonio ha detto:

    Sicuramente dietro c’è sempre qualcuno che ha interesse a mantenere in piedi certe situazioni. O anche più di uno. Nel passato la chiesa cattolica usava il latino così che la plebe non potesse capire. Oggi la vedrei la gente anche se ha studiato è stata lobotomizzata ed ha finito per tornare a quella situazione accettando tutto. E i media fanno la loro parte. Ormai è tutto spettacolo.

    Piace a 1 persona

  22. Demonio ha detto:

    Diciamo che la normalità in quanto tale non mi piace molto ma in questo caso non riuscivo a trovare una parola migliore per descrivere una situazione in cui la gestione avviene in un modo consapevole, tranquillo e privo di panico. Ora in questo io ma anche tu, se condividi il mio pensiero, statisticamente siamo anormali e questo credimi non è qualcosa di negativo!
    https://klaudiomi.wordpress.com/2015/01/02/la-normalita/

    Piace a 1 persona

  23. @didiluce ha detto:

    Orgogliosamente anormali ☝🏻️

    "Mi piace"

  24. lisa ha detto:

    No grazie.
    Io ho da sistemarmi casa,seguire i ragazzi con compiti e interrogazioni,leggere libri ,ascoltare musica e guardare filma e serie TV che mi sono persa.
    E non incazzarti che ti vengono le rughe demonietto

    "Mi piace"

  25. coulelavie ha detto:

    Hai colto che tutta questa pseudo informazione è una gran presa per i fondelli! Io non lo scopro certo ora! E poi non dicono le cose che dovrebbero dire! Non informano! Confondono! E ci riempiono la testa di confusione o nozioni irrilevanti! Per esempio sembra che questo coronavirus sia una iattura caduta dal cielo! Inevitabile! Invece non è così! Per questo negli ultimi giorni mi sto sbattendo affinché questa inchiesta (che forse è l’unica che ha centrato il punto) sul coronavirus sia vista da più gente possibile, per comprendere quali siano i veri responsabili (deforestazione, allevamenti intensivi, dunque Capitalismo, multinazionali e governi del mondo, dunque politici!) e che era solo questione di tempo prima che avvenisse, e Cina, Germania e USA perlomeno sapevano bene a cosa stavamo andando incontro!
    Così vi prego tutti di guardare questo video, così sappiamo con chi dobbiamo prendercela, non con i corridori o chi va a portar fuori il cane!
    https://www.raiplay.it/video/2020/03/Indovina-chi-viene-a-cena—Il-virus-e-un-boomerang-7f5b2b93-2b26-4a62-aed8-d312f6461f22.html

    "Mi piace"

  26. Demonio ha detto:

    😀 😀

    Piace a 1 persona

  27. Demonio ha detto:

    Quelle da mo che ci stanno!:-D

    "Mi piace"

  28. Demonio ha detto:

    Diciamo che sull’informazione ci sarebbe tanto da dire e da fare a cominciare con una seria riforma dell’ordine dei giornalisti. Si dovrebbe fare in modo che la categoria sia realmente indipendente e già questo è un grande problema. Inoltre servirebbe una scuola autorevole che abiliti alla professione e permetta ai più bravi di emergere mentre attualmente spesso quelli bravi li mettono in giornali di provincia o a compilare trafiletti. Il risultato è una massa di cronisti idioti ed ignoranti come e più dei loro lettori quindi figuriamoci…
    Sul virus…video a parte, basta aver studiato un po’ di storia ed un po’ di scienza per sapere che sul pianeta Terra i virus esistono da sempre, ne sono a milioni, alcuni buoni, altri cattivi, altri scompaiono e di nuovi ne nascono. Fa parte della lotta per la vita e dell’evoluzione, nulla di nuovo e nulla che non potrà verificarsi ancora e ancora. Poi ovviamente se cambia l’ambiente, se cambia l’habitat è perfettamente naturale che cambieranno anche i virus e non solo. Già nel Mediterraneo ad esempio sta cambiando sia la flora marina che la fauna con nuove specie tropicali che prendono il posto di quelle autoctone. Le cose insomma accadono per una ragione e questo è indubbio!

    Piace a 1 persona

  29. coulelavie ha detto:

    Però vorrei che proprio non passasse il messaggio che non ci si poteva far niente, come la gente sembra per lo più pensare in questo momento! Sul coronavirus la colpa è del Capitalismo dissennato (non che ne esista uno assennato) che sta fottendo tutto sempre più.
    Pure sui giornalisti la penso esattamente come te. Quelli bravi poi si scopre che sono precari che si prendono delle testate perché fanno domande scomode, che gli altri non fanno!

    Piace a 1 persona

  30. Demonio ha detto:

    Guarda, purtroppo io queste cose le penso e le scrivo da sempre e sono un convinto sostenitore del superamento non tanto del capitalismo, che può essere normato e corretto, ma di questo neo liberismo che è un cancro per la società e per il pianeta. La gente rincoglionita cerca nemici ovunque e non si accorge che i veri nemici sono nella finanza, nelle banche e nel sistema che genera ricchezza continua ma in un’unica direzione fregandosene degli ultimi. Questo fa male perché dovrebbe essere interesse di tutti combattere ciò ed invece la gente combatte per le briciole.

    Piace a 1 persona

  31. coulelavie ha detto:

    Sul capitalismo sono più netto di te. Non potrà mai esistere un capitalismo buono se per esso ciò che conta è il profitto. E per uno che si dovesse attenere a principi etici per coscienza sua, esisteranno sempre cento più spregiudicati di lui disposti a tutto pur di guadagnare di più.

    "Mi piace"

  32. Demonio ha detto:

    Si, quello che dici è esattamente il limite del capitalismo. Su quello siamo d’accordo. Ma è proprio per evitare che vi sia un abuso sistematico che io credo che dovrebbero essere gli Stati a dettare regole ferree. Ogni Stato dovrebbe dire ok, tu se sei bravo, se hai una idea imprenditoriale, se hai capacità puoi diventare ricco quanto ti pare ma più diventi ricco e più parte di quella ricchezza la distribuisci a chi ti permette di accumularla. Inoltre tu puoi fare soldi ma a patto di rispettare tutte le leggi a cominciare da quelle ambientali. Se sgarri fine dei giochi.Insomma non sono meno netto, diciamo che non sono contrario che se Meliconi s’inventa il guscio salvatelecomando ci possa fare soldi ma, se vengo poco poco a sapere che evade, che inquina eludendo leggi e controlli, che magari paga gente in nero ecc ecc allora direi che per me uno così se ne va in galera e amen. Quello che auspico è che chi detiene il 90% della ricchezza venga costretto dagli Stati(noi) ad abbassare quella percentuale di molto e del resto credo che se vivi bene guadagnando un milione di euro al mese puoi vivere bene lo stesso anche guadagnandone la metà…

    Piace a 1 persona

  33. coulelavie ha detto:

    In teoria funziona ma in pratica no. Perché, ripeto, finché esisterà il concetto di ricchezza esisterà sempre qualcuno disposto a tutto pur di fare il furbo (che è il motivo per cui il Comunismo sulla carta funzionava ma in pratica no, perché si faceva corrompere, come qualsiasi altro sistema che accetta che ci si possa arricchire). E poi tu credi negli Stati. Io no! Gli Stati non sono quella cosa che esiste per proteggerci, quella è solo una facciata.
    Tutti i politici sanno perfettamente che la politica è solo un mezzo per ottenere dei benefici personali. E questo non è populismo, è semplice verità. è una verità che nessuno vuole accettare altrimeti dovremmo fare le rivoluzioni per davvero e cambiare ogni cosa della nostra vita, ed è molto più comodo pensare: ma sì, in fondo meglio avere chi ci guida, loro sanno cosa è meglio per noi…

    "Mi piace"

  34. Demonio ha detto:

    Il problema è che una comunità deve avere per forza una struttura in grado di gestire le cose. Se non c’è lo Stato con cosa lo sostituisci? Chi mi organizza l’istruzione? Chi mi organizza la sanità? Certo, potremmo tornare alle città stato…ma poi il problema dell’avidità ti si ripropone perchè chi ti garantisce che cittadini più avidi poi non vogliano prendersi la città vicina? Onestamente non vedo altro sistema. Il fatto è che per funzionare quel sistema deve presupporre che i cittadini ne siano parte integrante. Dove i cittadini lo sono lo Stato funziona…dove si sono ridotti ad essere sudditi no. Se in una stanza siamo 10 persone e tra quelle dieci tu sei bravo a cucinare e mi vendi dei fantastici cannoli a me sta bene che tu guadagni un euro da ciascuno a cui lo vendi ma quello che non mi sta bene è che se si rompe lo scarico del bagno tu te ne lavi le mani e dici: arrangiatevi! A quel punto gli altri nove ti dovrebbero rispondere che ok, ci arrangiamo ma tu ti dimentichi di usare l’acqua e senza acqua col cazzo che poi puoi produrre e guadagnare! E questa è la mediazione politica dove a quel punto tu dici…ok…avete ragione voi…e partecipi alle spese nelle dovute proporzioni. Di questo si parla…di fare in modo che la gente sia conscia di avere dei diritti e di farli valere. Se la gente fa la pecora…la colpa indovina di chi è?

    Piace a 1 persona

  35. coulelavie ha detto:

    Molti confondono lo Stato con l’organizzazione. Sono esistite in passato società organizzate senza stato (società anarchiche). Ce ne sono state tante, di vario tipo. In genere sono finite perché a un certo punto lo Stato ha voluto spazzarle via, poiché (giustamente) esso aveva capito che gli erano avverse, per definizione e nei fatti. Ma cosa credi che sia una società anarchica? Ti faccio un esempio semplice: pensa a un villaggio africano, dove non c’è il capo villaggio, però, e neppure uno stregone, un villaggio in cui tutti cercano di aiutarsi e vivere in armonia. Questo esiste ed è sempre esistito. Difficile?
    Probabilmente tu credi che sia un’illusione una società anarchica, ma se esamini i fatti ti renderai conto che le società odierne stanno precipitando il futuro del mondo in un precipizio senza fine! E sono loro che hanno creato tutto questo! E questo già certifica che non potranno cambiare le cose, perché fa parte della loro natura essere così. Sono come un cancro che uccide il proprio ospite. E che gli vuoi chiedere al cancro di essere diverso da quello che è? Tutti gli Stati, chi più chi meno, sono corrotti, sono prepotenti, sono fascisti, tendono a voler annientare qualsiasi cosa si opponga alla loro esistenza.
    Per questo la via anarchica (o chiamala come ti pare, ma credo che il concetto sia chiaro) sarebbe l’unica speranza del mondo, per quanto difficile da realizzarsi. Non è che se sostituiamo renzi, berlusconi e salvini con monti, conte, o zingaretti potremo salvarci, perché fanno tutti parte dello stesso Sistema marcio e non hanno soluzioni valide da fornire, perché tutti loro sono il cancro.
    Comunque anche tu hai colto che per cambiare deve cambiare la gente, perché è la gente che deve cambiare il Sistema non accontentandosi più di quello che gli viene propinato. Per questo la gente deve acculturarsi e avere il coraggio di vedere le cose per quelle che sono, senza ipocrisie, e poi prendere anche le decisioni che vanno prese, senza farsi inculcare nel cervello questo nulla assoluto che le fa essere pecore che seguono il pastore al macello.

    "Mi piace"

  36. Demonio ha detto:

    Ti faccio una sola premessa: in una realtà diversa, in una situazione diversa, in un contesto di popolazione diverso io sarei anarchico tutta la vita. E parlo di qualcosa che al contrario di ciò che la gente comune crede non significa caos. Chiarito questo punto torniamo al qui ora. Nel qui ora a mio avviso commetti un errore dando la colpa dei nostri mali a tutte le persone che hai elencato. Ma dimentichi di dare la colpa a tutte quelle che non hai elencato ovvero a tutti gli uomini. Il problema non è nel singolo che fa il proprio interesse ma è nella moltitudine che non fa i propri. E se non li fa in un sistema che bene o male offre delle protezioni come pensi che si comporterebbe in un sistema che prevede costantemente il controllo reciproco basato su fiducia e rispetto? Certo, in un villaggio tutti conoscono tutti, tutti vedono quel che tutti fanno ed il controllo sociale è naturale ma se nel villaggio vicino prende il potere pinco pallo semplicemente perchè è il più forte e picchia tutti e ad un certo punto dice: ora andate a quel villaggio e rubate tutto…succede che il pacifico villaggio soccombe. Sono esempi limite. Ma cerco di dire che il problema non è nella organizzazione ma nelle persone…sono queste che devono cambiare e se non cambiano tanto vale allora che stiano zitte e la smettano di lamentarsi col solito politico corrotto! Perchè passi che lo voti una volta…la seconda già sei stupido se lo rivoti ma se continui a votarlo anche la terza allora meriti di essere preso a calci in culo!

    "Mi piace"

  37. coulelavie ha detto:

    Se da un altro villaggio viene gente bellicosa, fascista, ovviamente la si deve combattere, perché il nemico dell’anarchia (ma anche di ogni forma di libertà e benessere) è il fascismo, nel senso più ampio possibile.
    Comunque tu hai colto un punto, a cui accennavo io in precedenza. Ovviamente, come dimostra la storia, affinché l’anarchia salvi il mondo, questa deve investire tutto il mondo. Cioè metti che domani l’Italia diventa anarchica, sai che succede? Che gli USA vengono a bombardarci. Oppure foraggiano qualche nostro vicino che con le armi verrà a imporci qualche sistema che a loro va bene, Oppure spalleggiano qualcuno interno che faccia in maniera di opporsi all’anarchia, come hanno sempre fatto, come stanno facendo e come sempre faranno in qualche parte del mondo.
    Ormai io do molta colpa anche alla gente comune, colpevole di non aver compreso quello che ho capito io (e se l’ho capito io, da solo, come mai loro non ne sono stati in grado). Perché se è vero che i primi artefici di questo mondo profondamente iniquo che abbiamo sono il capitalismo, le multinazionali, la corruzione, le mafie, i politici, è anche vero che se il popolo si opponesse a tutto ciò e avesse smesso di dar potere ai politici, tutte queste cose negative non potrebbero più avere il loro impatto nefasto di adesso.

    "Mi piace"

  38. Demonio ha detto:

    Perché purtroppo (o per fortuna, punti di vista!) le persone non sono tutte uguali. Per ogni persona che ama la libertà ce ne sarà almeno un altra che non la vuole. Per ogni persona altruista ce ne sarà sempre almeno una egoista ed individualista. Per ogni persona pacifica ne nascerà sempre una malvagia, cattiva e prevaricatrice. E in migliaia di anni di evoluzione della specie è sempre stato così e francamente dubito davvero che un giorno essa potrà cambiare. Certo, potrebbe arrivare un giorno in cui si operi una selezione eugenetica ma i rischi etici e le implicazioni morali che ne derivano farebbero sorgere più di qualche dubbio sulla fattibilità e utilità della cosa.

    Piace a 1 persona

  39. coulelavie ha detto:

    Io detesto la gente per come è adesso, ma sono consapevole che sia l’odierna società a renderla tale. In un mondo in cui la gente fosse meno ignorante e più sensibile e solidale sarebbe normale essere delle brave persone, cosa che ora non è.

    "Mi piace"

  40. Demonio ha detto:

    Non mi trovo d’accordo. La gente è stata sempre così, ce lo insegna la storia ma anche certi romanzi che descrivevano le abitudini ed i comportamenti della gente nel passato…i russi, i francesi, gli inglesi, per non parlare dei nostri veristi, lo stesso Manzoni. La gente quella è. E non cambierà mai.

    "Mi piace"

  41. eda ha detto:

    Okkei, un po’ sta cosa mi spaventa: hai usato le stesse identiche frasi che dico da ormai un mese. IDENTICHE. E niente, la solitudine mi piace assai ma è bellissimo sapere che ste cose non sono l’unica pazza a pensarle.. 🙃

    Piace a 1 persona

  42. Demonio ha detto:

    Intanto ben tornata! 😈 E per lo spavento mmmh vediamo un po’…escluderei la possessione si…sai con sti decreti pure noi poveri diavoli non usciamo più! Che resta? Che ragioni come me? In effetti può essere preoccupante… dovresti vedere un medico! Potresti trovare a breve sola e senza più amici perché finiresti per litigare con tutti! Ma se ormai è già tardi beh…che dire…tra pazzi ci si capisce e probabilmente lo sono anche io!

    Piace a 1 persona

  43. coulelavie ha detto:

    Ma quella era gente immersa in società sbagliate. Pensa a un villaggio africano in cui tutti convivono in pace e armonia. Quella mica è fantascienza. E non è che stia arricchendo la realtà con la mia fantasia. Esiste. E qual è la differenza tra loro e quelli che descrivi tu? La società nella quale sono immersi.
    Diciamo che gli esseri umani sarebbero “buoni”, se vivessero in una società sana. Se però vivono in una società malsana (come è quasi sempre) si fanno corrompere facilmente.

    "Mi piace"

  44. Demonio ha detto:

    Non dico sia fantascienza ma dico che semplicemente il tuo esempio può esistere ma essere una eccezione, magari in una generazione, due, anche tre può succedere ma prima o poi nascerà gente cattiva. La cattiveria è nel nostro DNA, non è qualcosa di sociale ma è naturale. Le società poi possono circoscriverlo, ridurlo ma ci sarà sempre. Purtroppo è antropologia e la storia lo conferma. L’uomo perfetto inteso come creatura nobile, altruista e buono semplicemente non esiste. Almeno non qui su questo pianeta!

    Piace a 1 persona

  45. coulelavie ha detto:

    Beh, se quello che dici fosse vero, tu sai vero che sarebbe del tutto inutile star qui a spaccarsi la testa su quale sistema seguire, vero?, perché le cose non potrebbero mai cambiare! Dunque saremmo già irrimediabilmente spacciati.

    "Mi piace"

  46. Demonio ha detto:

    Infatti sono sufficientemente vecchio da aver capito che le cose non cambieranno mai perchè il problema è la specie umana in quanto tale. L’unica cosa che posso fare è continuare ad apprezzare chi si distingue in positivo e ci regala qualche briciolo di speranza. Poi, riguardo al sistema l’unica cosa sensata da fare sarebbe almeno quella di cercare di non seguire il Tafazzi style e per quanto è possibile cercare di avvisarli che prendersi i coglioni a martellate fa male in primis a loro…

    Piace a 1 persona

  47. eda ha detto:

    Grazie x il ben tornata! 🙂
    Effettivamente è già tardi, continuo a sfoltire gli amici che mi trovo accanto perché ormai ho una certa, e tollero molto poco l’ignoranza altrui..
    La pazzia mi affascina, da sempre, e fortunatamente visto che ci sguazzo dentro! 😝

    "Mi piace"

  48. Demonio ha detto:

    Insomma è come se entrambi fossimo ospiti della clinica dei pazzi di Totò!

    Piace a 1 persona

  49. eda ha detto:

    😂 Yaya!

    "Mi piace"

  50. Demonio ha detto:

    E mi pare giusto finire sta giornata con una allegra risata! 😅

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.