Auto nuove

Leggevo questi articoli sulla nuova normativa europea che dal 6 luglio obbliga i costruttori di auto ad implementare anche il sistema di controllo dei limiti di velocità e…ho maturato alcune perplessità in merito.

Ora, sebbene sia un vecchio automobilista vecchio stampo con alle spalle talmente tante migliaia di km percorsi che ormai pur di non mettermi più al volante farei guidare anche il mio gatto non sono affatto contrario a tutte quelle innovazione tecnologiche per aumentare la sicurezza che nel tempo si sono via via succedute.

Dal controllo della frenata (ABS) a quelli del controllo del mantenimento della corsia, della trazione, della frenata d’emergenza per ostacoli improvvisi ed altri che avendo un’auto vecchia neppure conosco li trovo utili. Qualcuno come l’assistente al parcheggio o alla partenza in salita li trovo per me non necessari ma ok, ci sta.

Non so se riuscirò ad abituarmi al cambio automatico quando prima o poi dovrò prendere una nuova auto ma, sarò contento di trovare tutta quella tecnologia sulla sicurezza che ora non ho. Ora però ho dei seri dubbi su questo nuovo dispositivo (ISA) che appunto interviene se, l’auto si accorge che hai superato i limiti di velocità.

Ora, qui apro una parentesi sul fatto che i limiti di velocità spesso sono assurdi perché probabilmente pensati per chi guidava un calesse. Altre volte invece sono cervellotici…50-70-80-50 tutto in magari mezzo chilometro! Altre volte sono delle vere e proprie trappole per fare cassa con gli autovelox ed altre volte ci sono ma non ci sono perché abbattuti, inghiottiti dalla vegetazione o sbiaditi. Insomma sono un casino.

Detto ciò leggendo di questo sistema che prima ti avvisa, poi ti fa vibrare il sedile e/o il volante e poi se sei restio interviene sul pedale dell’acceleratore spingendo al contrario… ecco…a me sta cosa non mi dà tanto motivo di vederci un aiuto alla sicurezza. Anzi…

Ora potrei sbagliare, potrei non aver capito e magari il dispositivo abbinato ad una AI riuscirà a valutare la cosa nel modo giusto però mi chiedo cosa succede se, su una strada statale o similare (non autostrada insomma) io inizio un sorpasso. Mettiamo che il limite sia 80. Il tipo da sorpassare mi va a 78! Io se lo passo a 80 ci metto una eternità! Allora accelero diciamo fino a 100!

Lo faccio per due ragioni: la prima è di concludere il sorpasso il prima possibile e quindi levarmi da una situazione di potenziale pericolo e la seconda perché magari nella corsia opposta sta sopraggiungendo un altro mezzo per cui meno ci metto e meno c’è il rischio che quell’altro mi si spiaccichi contro! Mi pare ovvio no?

Bene…se ci sarà questo sistema che succede? Volutamente mi rallenta fino a portarmi agli 80 per restare nei limiti? Se davvero lo facesse mi metterebbe in pericolo perché la mia valutazione della strada, del veicolo da superare e di un eventuale veicolo in lontananza sarebbe falsata non avendo più io alcun controllo.

Ecco, mi piacerebbe sentire qualche parere a riguardo. In attesa delle auto a totale guida automatica…a quel punto…uno alza proprio le mani e amen…fate vobis! Dubito che ne avrò mai una ma di certo quello sarà il futuro. Per ora però abbiamo queste e, sarebbe giusto che la gente sapesse guidarle…

https://tecnologia.libero.it/cos-e-isa-intelligent-speed-assistance-obbligatorio-6-luglio-2022-58672

https://www.repubblica.it/tecnologia/2022/07/05/news/obbligatorio_il_limitatore_di_velocita-356648901/

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari, Post, Società, Tecnologia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Auto nuove

  1. Neda ha detto:

    Non ringrazierò mai abbastanza la mia decisione presa subito dopo aver ottenuto la patente, ovvero quella di non guidare mai più. Se hai voglia di farti due risate cerca nel mio blog “La patente”.

    Piace a 1 persona

  2. Demonio ha detto:

    Poi cerco. Intanto però ribadisco che, se da un lato ad oggi mi è venuta la “nausea” da guida e la uso davvero il minimo indispensabile è anche vero che con il mio lavoro, soprattutto agli inizi, sarebbe stato impossibile non guidare. Altra cosa che posso aggiungere è che prima, forse perché in giorno c’era meno gente, forse perché c’era meno frenesia in generale si guidava molto meglio. Oggi è spesso una vera giungla dove ognuno crede di far quel che gli pare…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.