Sette ore

Appena terminata la EVA (attività extraveicolare) che ha visto protagonista la nostra astronauta italiana Samantha Cristoforetti. Il termine usato in genere è quello di passeggiata spaziale mutuato dallo space walk americano. Il termine però a me non piace perché, sebbene sia affascinante la parola passeggiata richiama qualcosa di leggero, quasi un ozioso divertimento.

Ed invece è tutt’altro che qualcosa di divertente e, sebbene è sicuramente una esperienza unica (e per pochi!) è un lavoro estremamente difficile oltre che pericoloso e rischioso dove ogni minima disattenzione può causare un disastro. Ora, immaginate di restare per sette ore dentro una tuta spaziale che, lasciando stare i film, pare più un sarcofago e forse potete iniziare a farvi una idea.

Mi sono guardato la diretta NASA e una idea me la sono fatta: sette ore li dentro, fuori nello spazio insieme al collega russo, parlando russo e mantenendo sempre la massima concentrazione. Sette ore durante le quali non è che ti fai una pausa se ti stanchi…niente pausa caffè o sigaretta…se ti viene da grattarti il naso non lo fai…un pannolone dentro la tuta e se devi fare plin plin te la fai inside!

No, decisamente non è per tutti. Oltre le doti fisiche e di preparazione tecnica (il suo ruolo è di ingegnere della missione) occorrono delle doti di infinita pazienza. Nulla a che vedere con quei film dove inevitabilmente c’è quello che sclera e inizia a sproloquiare! No, questa è gente con i nervi d’acciaio e una capacità di lavorare in gruppo fuori dal comune.

Il lavoro che dovevano fare prevedeva diverse cose a cominciare dal lanciare a mano 10 nanisatelliti per un esperimento di trasmissione radio. Poi dovevano assemblare un braccio robotico dell’agenzia europea e sistemare degli schermi protettivi. Hanno fatto quasi tutto perché il braccio robotico ha portato via più tempo del previsto. Dovranno quindi riuscire.

Un’altra cosa che mi ha molto colpito è stato il gran numero di moschettoni a cui ogni cosa è legata (loro inclusi) a filo doppio. In pratica, ogni azione è frazionata in metti gancio, togli altro gancio, spostati, ripeti operazione, prendi oggetto, togli gancio, metti gancio e così via! Tutto perché, mentre sei a 400km di altezza e viaggi a 36mila km/h, l’ultima cosa che vuoi è perderti qualcosa o finire nello spazio.

Quindi tutti movimenti lenti per altro fatti con quegli scafandri dove sì, nuovi braccia e gambe ma i movimenti sono limitati. Il casco ad esempio ti impedisce di piegarti: davanti o ai lati non vedi infatti hanno degli specchietti sulle maniche per ovviare al problema. E poi…hanno quei guantoni che mi chiedo come facciano ad avere la sensibilità del tatto e del tocco!

Insomma, è davvero un lavoro duro ed estremo considerando che sei nello spazio e solo pochi millimetri di quella tuta ti separano dai -100° all’ombra o 120° al sole che ci sono fuori. Tra l’altro, a differenza di Parmitano che usò una tuta americana e rischio di annegare per un problema del casco lei ha usato invece una tuta russa per cui non vedrete sue foto con la classica tuta tutta bianca.

Ah, altra cosa che stavo dimenticando: al tempo di lavoro fuori extraveicolare va aggiunto il tempo all’inizio ed alla fine in cui come per i sub fanno l’adattamento alla pressione che ci sarà nella tuta prima (dove respirano solo ossigeno) e nella stazione poi quando dovranno tornare a respirare aria. Quindi il tutto dura ben più di sette ore. Detto ciò, il primo Pirllon che mi viene a dire che le donne non sono adatte per le discipline tecniche direi che vince un vaffanculo tecnico senza ritorno: li vorrei proprio vedere certi fenomeni al posto della Cristoforetti!

Bene, ultima considerazione, giuro, ma considerando che è stata la prima donna europea a fare un lavoro del genere il mio entusiasmo direi che ci sta tutto e mentre qui a terra insulsi personaggi giocano a fare i grandi li, nello spazio c’è chi rende orgogliosi di sapere che esistono anche persone così che fanno la storia con i fatti e non a chiacchiere. Infinita stima per questa donna.

Dalla NASA

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari, Donne, Fatti di cronaca, Post, Tecnologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Sette ore

  1. Neda ha detto:

    Grandissima stima e grazie a te che hai saputo raccontare, magistralmente, questa “passeggiata” di lavoro nello spazio. Nel 69 avevo 21 anni e già mi rendevo conto di quanto fosse difficile la vita degli astronauti in quello spazio infinito così diverso dalla vita che noi conosciamo e alla quale siamo abituati. Allora c’erano ragazzi che avrebbero voluto esplorare quello spazio e ho sentito anche altri, in tempi più recenti, che avrebbero voluto fare quella professione. Io no, io non ne sono mai stata attratta e ammiro profondamente chi ha questo coraggio, il coraggio di affrontare l’ignoto, di sottoporsi ai duri allenamenti che comporta questa professione e allo stile di vita a cui sono sottoposti gli astronauti. E per le donne è ancora più dura, come sempre. Chi era quel tale, o quella tale, che ha consigliato Samantha di restarsene a casa a badare alla sua famiglia? Credo un politico e lo stiamo vedendo in questi giorni chi e che cosa sono i nostri politici…

    Piace a 1 persona

  2. Conte Gracula ha detto:

    I nostri politici sono mediamente persone piene di sciocchezze, con pregiudizi stupidi e idee antidiluviane basate non sul contatto con la realtà, ma sulla pigrizia di non voler nemmeno provare a conoscere il mondo per quello che è.
    E così abbiamo chi riduce il valore di una persona, soprattutto del suo cervello, ai suoi genitali, chi grida che i videogiochi sono come la cocaina, chi attribuisce dignità umana solo a certe composizioni cromatiche di pelle, etc.

    Non sapevo che il cosplayer di Enzo Miccio, Pillon, avesse fatto una sparata così scollata dalla realtà sulle donne, ma non mi stupisce particolarmente che la sua visione del mondo risalga ai tempi di Carlo Magno.

    Piace a 2 people

  3. Demonio ha detto:

    Sui politici stendo un velo pietoso perché davvero siamo oltre ogni limite di decenza e quel che ci attende sarà anche peggio. Invece penso che mi piace parlare di belle persone e delle loro capacità. Si, come te credo che non avrei mai potuto fare l’astronauta e a parte una piccola parentesi di sogni fanciulleschi la verità poi la scopri e ti rendi conto che certe vite devi volerle proprio ma non sono per tutti! Ieri ad esempio c’era questa operazione di mettere in orbita questi mini satelliti. E comunicavano con il centro di controllo a terra che dava le istruzioni. Bene, si arriva al primo dopo diverse operazioni preliminari. Da terra dicono all’astronauta: ok, ricordati di accendere l’interruttore e lui con calma e pacatezza: si, interruttore acceso, pronto! E lo lancia. Secondo satellite…tutto come prima: hai acceso l’interruttore…e il terzo…il quarto sempre uguale! E lì ho pensato: io non sarei riuscito a farlo in quel modo! Passi per il primo…ci sta che me lo ricordi… Il secondo ancora ancora ma poi al terzo io gli avrei detto: a zii…e ho capito che prima di lanciarlo lo devo accendere!!🤦😂 Ecco…loro invece calmi e pacati a eseguire procedure studiate e ristudiate dove nulla è lasciato al caso o all’improvvisazione! Insomma, non per me però terribilmente affascinante da vedere. Spiace solo che nessun canale del servizio pubblico abbia trovato uno spazio per ritrasmettere la diretta NASA con qualcuno che, senza andare a dire le solite banalità, semplicemente spiegasse e traducesse. Va beh… figuriamoci se non c’erano altre cose più importanti!

    Piace a 2 people

  4. Demonio ha detto:

    Ma guarda, di gente del genere questo secolo ne ha prodotta tanta e non solo da noi (basta pensare a Putin o Trump o Bolsonaro e guardare le lei dichiarazioni sulle donne) ma in Italia non siamo secondi a nessuno e Berlusconi ce lo ricordiamo tutti ( o forse no? 🤔) quando ad una ragazza che chiedeva come potesse migliorare la sua condizione rispose che si sarebbe dovuta trovare un uomo ricco! E altre infinite perle. Di Adinolfi che attaccò Egonu poi non parlo per quanto mi fa schifo. Certo è che siamo pieni di gentaglia retrograda e scollegata dal mondo come hai ben detto. Non so se la loro sia pigrizia ma di certo l’ottusità non gli manca!

    Piace a 1 persona

  5. mariluf ha detto:

    Grazie del tuo commento, che condivido in pieno…. Creature così incoraggiano ancora a sperare. Ciao!

    Piace a 1 persona

  6. Demonio ha detto:

    Assolutamente! Per fortuna c’è anche una parte sana del paese di cui andare fieri!

    "Mi piace"

  7. Neda ha detto:

    Come no? le cose più importanti dei canali TV nazionali? Le solite minchiate piene di chiacchiere senza sugo e senza costrutto!

    Piace a 1 persona

  8. Neda ha detto:

    Guarda che Carlo Magno era un tipo all’avanguardia al suo tempo: era riuscito, oltre che a fare una “quasi Europa unita e molto bene e onestamente amministrata” era riuscito a mettere insieme Paolo Diacono e Alcuino da York ai quali aveva affidato l’incarico di trasformare i caratteri merovingi nella semplice scrittura carolingia che usiamo tutt’oggi e, inoltre, li incaricò di creare le scuole che potessero istruire sia i figli dei nobili che quelli dei servi, maschi e femmine e anche obbligò ogni vescovado e ogni parrocchia a fornire gli ambienti per le scuole e i monasteri furono obbligati a riprodurre testi tramite gli amanuensi. Non offendiamo Carlo Magno con il paragone dei nostri microcefali mentecatti che pretendono di amministrare la politica ma si sono dimenticati da che cosa deriva la parola politica e la confondono con le loro testoline vuote.

    Piace a 2 people

  9. Demonio ha detto:

    Quei programmi li evito ben volentieri! Gli unici talk che a volte guardo sono quelli che hanno pochi ospiti e di livello culturale alto, che so, Augias, Odifreddi, Barbero, gente che se parla esprime concetti sensati e soprattutto non ha altri che interrompono o parlano sopra. Ma sono ormai eventi rari…

    Piace a 1 persona

  10. Demonio ha detto:

    Ahahahah credo che non intendesse denigrare Carlo Magno ma solo dire che si sta tornando indietro! A parte ciò sicuramente al contrario dei politici attuali lui era uno che oltre ad avere una visione d’insieme sul cosa e come fare era uno che sapeva anche scegliersi i suoi collaboratori! Ovviamente erano tempi diversi e il potere era acquisito e gestito in altro modo ma, sicuramente, fosse vissuto oggi sarebbe stato sicuramente un leader migliore di qualunque altro di questi!

    Piace a 1 persona

  11. Neda ha detto:

    Sicuramente: credeva nella buona e onesta amministrazione, nella cultura e nell’istruzione. Fu un Grande, in tutti i sensi (un sacco di donne e parecchi figli che, purtroppo, morto lui, smembrarono ciò che aveva fatto)

    Piace a 1 persona

  12. Neda ha detto:

    Hai ragione.

    Piace a 1 persona

  13. Demonio ha detto:

    Questa cosa dei figli succede ed è successa tante volte. Chiaro esempio è il capitalismo italiano dove nonni hanno creato aziende di successo magari lavorando essi stessi accanto gli operai, poi padri che in alcuni casi hanno migliorato la situazione e figli che…hanno fatto disastri fallendo o vendendo tutto!

    Piace a 1 persona

  14. Neda ha detto:

    Proprio perché i figli sono stati cresciuti nella bambagia invece di mandarli a fare la gavetta con gli operai.

    Piace a 1 persona

  15. Demonio ha detto:

    Seee…quelli la gavetta la fanno tra festini, casinò, bella vita, coca e Supercar… figurati se vanno coi poveri!

    Piace a 1 persona

  16. Demonio ha detto:

    Mi sa che WP ha deciso di non notificarmi alcuni commenti. Leggo solo ora e naturalmente concordo!

    Piace a 1 persona

  17. low profile ha detto:

    Sta facendo le bizze: nel mio caso caccia tutto in spam…😁

    "Mi piace"

  18. Demonio ha detto:

    Ma davvero! Certe volte non ha proprio senso. Ad esempio, metti che tu, che mi segui e sei seguita, quindi abilitata diciamo a commentare, metti che scrivi un commento…bene… Il primo magari passa…ne fai un altro e zacchete finisce in spam! Non ha proprio senso! Io poi tengo i commenti totalmente liberi e aperti a tutti quindi non ci dovrebbe finire che la pubblicità e eventualmente!🤷

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.