Un’altro di quei sogni assurdi

Era un bel po’ che non mi capitava di ricordarne uno visto che generalmente la mattina raramente ho traccia di quel casino che la mia capoccia combina la notte. In genere, quelli che poi ricordo sono sempre assurdi e non se se è questo non poteva essere certamente diverso. Unica cosa è che stavolta non c’è stata alcuna traccia di erotismo neanche solo abbozzata.

Sarà anche questo un altro segnale del fatto che sto proprio invecchiando e neppure nei sogni c’è più spazio per fantasie del genere? Va beh, ad ogni modo resta l’assurdità di situazioni del tutto impossibili ma percepite come reali tanto da lasciarmi con diverse emozioni e perplessità come quando ci capita di fare qualcosa di non voluto e inebetiti chiederci poi: ma che sto facendo… speriamo non finisca male!

Comunque, ero in questo luogo non luogo, sempre posti indefiniti e c’era sta casa da cui , dalla vetrata della finestra vedevo un gatto, un gatto bianco che a sua volta mi fissava. Allora mi sono avvicinato alla porta di quella casa e, senza bussare o suonare ho afferrato la maniglia e…la porta era aperta per cui sono entrato! E già sta cosa nella realtà per me sarebbe impossibile! Ad ogni modo, una volta dentro quella casa, sono andato incontro al gatto!

Non mi sono preoccupato se ci f fossero padroni o altre persone. Vado dal gatto e, da uno zainetto che avevo tiro fuori una scatola di cibo per gatti così…come se normalmente io me ne andassi in giro con scatolette! Al che mi siedo accanto al gatto che evidentemente ha gradito il pensierino e, mentre sono lì che lo accarezzo di colpo si apre la porta e…entra la padrona di casa!

Questa, che certamente non conoscevo non fa una piega! Non urla…non si spaventa…non chiede chi cazzo fossi e perché fossi entrato senza permesso in casa sua…non si spaventa! Nulla di nulla! Semplicemente mi fissa con un misto di stupore, curiosità e incredulità e non dice nulla. Io per contro sono terrorizzato! Ho paura che chiami qualcuno che mi picchi o mi spari o che chiami la polizia. Sono impietrito e incapace di dire nulla. Unica cosa che percepisco sono le fusa del gatto!Rrrrr…rrrrrr…Rrrrr

La signora, per altro bella donna che in altri sogni passati certamente avrebbe indirizzato il sogno verso altri finali ad un certo punto esce dalla stanza…eccallà mi dico…mo so cazzi miei…ma resto lo stesso immobile incapace di scappare per la vergogna di aver fatto una cosa del genere! E mentre sono lì che penso a un avvocato da chiamare la bella signora torna con tè e biscotti! E mi sono svegliato.

Che dire? Un po’ ho letto sui meccanismi della mente ed il perché sognamo. In effetti ripensando alla giornata di ieri c’erano state diverse informazioni immesse in memoria. Una ad esempio era un video su YouTube di un ragazzo americano che rispondeva a domande sul loro stile di vita, sul perché nei film le loro case fossero sempre aperte e questa deve essere stata la base di partenza.

Poi avevo letto sta notizia sull’Iran e sul fatto che avessero fatto una legge per punire il possesso di cani e gatti perché giudicati una corruzione occidentale e che aveva prodotto il ban commerciale sulla importazione di cibo per animali con un incremento del mercato nero. Secondo tassello! La signora non so da dove fosse uscita ma forse era la tipa della banca di mio padre con cui avevo parlato qualche giorno fa.

Insomma…da sti tre/quattro elementi la mente ha poi elaborato tutta sta storia assurda che però davvero sembrava reale o per lo meno lo erano tutte quelle emozioni che sentivo. A quel punto però ero sveglio, ho guardato l’ora ed erano quasi le sei… sapevo che non avrei più ripreso sonno e così mi sono alzato, fatta veloce colazione e me ne sono andato a correre.

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari, Post, Racconti, Sogni, Su di me e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Un’altro di quei sogni assurdi

  1. mariluf ha detto:

    Assurdo, ma non spiacevole, direi.

    Piace a 1 persona

  2. Demonio ha detto:

    No no, almeno quelli che ricordo non lo sono mai. Non so se ho anche incubi e se li ho non li ho mai ricordati al mattino quindi forse va bene così!

    "Mi piace"

  3. Pingback: Importante. Parte 2. – solitudineverde

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.