La crisi,i cittadini,il debito:come darsi la zappa sui piedi

Ok,so di non essere particolarmente intelligente.So di non essere neppure preparato.Non sono un economista ne un professore di finanza.Non sono tante cose.

Eppure leggendo questo articolo che parla di Paul Krugman (che per la cronaca è, non solo uno che ci capisce ma anche un Nobel per l’economia,non l’ultimo dei fessi insomma) mi sono sentito quasi rinfrancato.

Mi son detto: cazzo…allora non sono così stupido da vedere e percepire tutto quello che accade nel mondo come se fossi una sorta di alieno.

Da sempre ho sostenuto che le “informazioni” che ci danno sul debito pubblico fossero puro terrorismo,una sorta di propaganda mirata a raggiungere un solo scopo che non è quello di uno Stato migliore ma di uno Stato in cui invece di puntare al nostro benessere si puntasse invece a toglierci diritti e a farci tornare sudditi.

E del resto tutte queste politiche neo liberiste non hanno di certo arrestato il debito pubblico…anzi…semmai lo hanno accresciuto diminuendo al contempo l’erogazione e la qualità dei servizi.

Lo Stato(noi) si è impoverito mentre gli erogatori di servizi che nel frattempo sono subentrati a quelli che erano servizi pubblici si sono arricchiti.

Non mi sembra affatto una scelta oculata ne furba. Eppure noi italiani in questi vent’anni non abbiamo fatto altro che avallare tutto ciò.

La colpa è solo e soltanto nostra perchè hai voglia a prendercela coi politici ma i politici ce li abbiamo messi noi dove sono.

Certo, quelli hanno saputo manipolarci con l’informazione drogata.Enti come FMI,l’Ocse,le agenzie mafiose di rating e tutto il mondo finanziario hanno di fatto indirizzato tutto al fine di raggiungere lo scopo e su questo non ci piove.

E la dove c’erano malcontenti della gente questi sono stati abilmente cavalcati da forze politiche populiste pronte a scagliare la rabbia della gente contro nemici di comodo.Che fosse lo straniero o la moneta o gli Ufo non importa.

Il risultato voluto era di annebbiare le menti e ci sono riusciti. Riducendo le capacità del pubblico fino alla paralisi e modificando financo la Costituzione per lasciare sempre meno potere di controllo e di decisione ai cittadini.

E così via ospedali, trasporti allo sbando,via Senato,via Provincie(non le funzioni)scuola allo sfascio,infrastutture viarie in perenne emergenza e la lista è lunga. Tutto con la scusa che costa troppo e non ce lo possiamo permettere…

Fandonie. E del resto basterebbe farseli due conti ogni tanto. Prendi un servizio qualunque. Se lo gestisce (bene,questo è l’unico punto in discussione) lo Stato quel servizio ha dei costi ripartiti per 60 milioni di abitanti.

Tra i costi ci metti gli investimenti,le retribuzioni e la manutenzione. Ovvio. Ma questi tre costi li ha anche un privato che però ne ha anche altri due ovvero il rischio d’impresa ed il suo guadagno.

Mi pare ovvio che se fatto 100 il costo di un servizio allo Stato,lo stesso servizio offerto da un privato non possa che costare di più. E dato che siamo in italia costa anche molto di più!

E però il privato si limita a offrire il servizio solo la dove guadagna e guadagna tanto. Dove ci rimette se ne sbatte.

Quindi tu cittadino ci rimetti comunque perchè paghi di più, non hai un servizio capillare e il tuo debito pubblico comunque aumenta perchè spesso, per dare quel servizio ai privati lo stato si accolla anche i debiti e la manutenzione lasciando a loro i guadagni.

No, non siamo furbi. Vuoi che so farti un analisi? Il pubblico non la fa e se la fa la fa male perchè non ha personale, non ha macchine funzionanti e non garantisce tempi immediati.

Quindi che fai=Vai dal privato. Paghi e ottieni il servizio ma per quel servizio tu hai già pagato le tasse, paghi al momento e paghi comunque più di quello che pagheresti se il servizio fosse pubblico. Non c’è che dire…siamo o no dei coglioni?

Ora arriva questa ventata greca di una forza politica dela gente per la gente che è in contrasto con tutto ciò che in questi anni è stato fatto e detto.

La osservo con curiosità ed una sorta di speranza. La speranza che anche in questo paese ci si liberi di questa cappa di indolenza e di nebbia e si mandino a fare in culo Berlusconi,Renzi,Grillo,Salvini il Papa e compagnia bella perchè un altro modo di vivere è possibile.

Un altro Stato è possibile. E quando sentite parlare di riforme strutturali non vi dovete far ingannare perchè di strutturale c’è solo che vi stanno fottendo ancora tagliandovi altri diritti, le pensioni e quant’altro.

E occhio perchè sono furbi…adesso immetteranno soldi e crediti facili che genereranno una sorta di nuova bolla economica in cui si avrà l’illusione di una economia in ripresa ma sarà tutto fasullo. E’ ciò che ha generato la crisi attuale!

Alcuni si arricchiranno, qualcuno troverà lavoro perchè qualcosa succederà ma sarà tutto a termine ed alla fine di ciò…i soliti torneranno a pagare il conto.

Per cui l’unica ricetta per cambiare è quella di uno Stato(noi) che torna ad essere impresa, che torni a fornire servizi e ad assumere e formare gente che solo in questo modo tornerà a spendere davvero generando economia sana con cui poter anche ridurre il debito verso queste banche assassine.

E se non saranno d’accordo con questa politica ( e non lo saranno ovviamente) come promette Tsipras queste dovranno essere mandate a cagare! I debiti così come sono sono da strozzini ed è immorale oltre che ingiusto pretendere che li paghino le persone che già faticano a campare.

Vogliono gli interessi?Bene…con calma e per piacere…quando lo Stato sarà in condizione li pagherà altrimenti che vadano a farsi fottere.

Questa è l’unica politica …tutto il resro sono chiacchiere ma tranquilli…tanto adesso c’è San Remo e voi italiani avrete cose più importanti di cui discutere vero?

Sempre su Krugman leggi qui

zappa sui piedi

Annunci

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in Blog su economia, Blog su politica, Blog vari e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...