64 commenti su “La favola del fuori dall’Euro tutti più ricchi…

  1. Ciao Claudio , non serve uscire dal Euro per combattere la crisi economica . Per il nostro paese servono solo tre cose : mettere un tetto alla ricchezza di denaro ( retribuzione ) di ogni individuo lavoratore sia nel settore pubbico e privato che non può superare i 100 000 euro annuali e lo stesso anche per le pensioni e le polizze e il denaro in esubero dovrebbe essere versato alle case dello stato ovvero alla collettività , per tutti i politici solo due mandati poi tornano a fare il loro mestiere perché fare politica si é al servizio dello stato e della collettività e carcere duro per tutti i ladri e evasori fiscali . Le so che le mie idee sono utopia pura ma ma mi sono sfogata perché sono indignata dalla crescita di razzismo e odio che c’è nel nostro paese . Un saluto 🙂

    Liked by 1 persona

    • Contro l’odio e il razzismo sono assolutamente d’accordo ma per il resto, come ho detto, per rilanciare l’economia serve prima di tutto creare lavoro e solo lo Stato può farlo. In questi anni tutte le aziende statali che funzionavano sono state svendute a privati che poi hanno licenziato. Eni, Enel, Sip, Alitalia, Italtel e tante altre. Le privatizzazioni non ci hanno portato nulla, nessun vantaggio. Se non si riparte da qui non si va da nessuna parte. Poi ovvio che la politica e la corruzione vanno controllati e combattuti ma se la gente non ha lavoro tenderà sempre a votare per chi gli parla alla pancia chiudendo gli occhi su tutto il resto. Questo purtroppo è sempre l’anticamera che porta ai nazionalismi.

      Liked by 2 people

      • Il problema nasce dal fatto che con lo sviluppo delle tecnologie , diminuiranno sempre di più i posti di lavoro sia nel settore pubblico e in quello privato . Purtroppo con la privatizzazione i servizi che erano offerti dallo stato sono diventati carissimi e di pessima qualità perché il privato guarda di più il profitto a discapito dei lavoratori e dei utenti che si servono dei loro servizi . Questa mentalità c’è solo qui perché nei paesi del Nord Europa i servizi privati sono eccellenti . Proprio per questo penso che ci vuole il reddito universale che permette ad un essere umano di vivere dignitosamente . Per il momento é solo il M5S che ha in programma questa proposta che dovrebbe essere realizzata solo se vince le elezioni politiche e governa per almeno 5 anni . Purtroppo la gente ha la memoria corta e per questo che fa paura il futuro .

        Mi piace

      • Allora…ti faccio un esempio concreto. Prendiamo l’automobile. Il futuro dell’auto è indubbiamente incentrato su due cose: la guida autonoma e la sicurezza e sul motore elettrico soprattutto idrogeno. Bene, qualche tempo fa Marchionne dichiarò che il suo gruppo non è interessato a tale tecnologia. Tutte le case invece stanno investendo su queste tecnologie. Ora…avendo visione del futuro una azienda statale potrebbe investire sulla produzione di idrogeno(posti di lavoro) , la sua distribuzione (posti di lavoro), nella ricerca (posti di lavoro) e nella produzione di auto con quella tecnologia(posti di lavoro).Inoltre solo questo settore genererebbe altri posti di lavoro legati all’indotto privato con piccole aziende che producono componentistica ma oltre ciò, essendoci tali nuove aziende vi sarebbe poi necessità di posti di lavoro accessori come servizi, manutenzione, pulizia, catering! E ancora, lavorando queste persone andrebbero anche a spendere, comprerebbero case, andrebbero in pizzeria e via dicendo. Questo è solo un esempio ma ne posso fare a centinaia. Riguardo ciò che avviene altrove…si vero…altrove c’è maggiore concorrenza e rispetto per il consumatore ma…non è difficile ipotizzare che non durerà. Il privato appena può delle regole se ne frega e l’unico deterrente è che vi sia un pubblico che lo contrasti. Ovviamente il pubblico va fatto funzionare e non deve essere parcheggio per nullafacenti. Ma questo è un altro discorso che sarebbe facilmente risolvibile!
        Sul reddito universale non sono contrario ma se non si interviene anche “materialmente” creando lavoro il problema di fondo non si risolve e a dare lavoro resteranno solo i privati che lo dano a basso costo e senza diritti o la criminalità.

        Liked by 1 persona

  2. Guarda che i privati attualmente offrono retribuzioni basse e con pochi diritti perché sono i politici corrotti che hanno fatto le regole a discapito dei lavoratori . Se le regole sono di buon senso anche chi lavora nel settore pubblico deve essere stimolato a fare bene il suo lavoro e non diventare un parassita super pagato come quello che andava a timbrare il cartellino in mutande . La globalizzazione va veloce e bisogno già avere una visione del futuro con energie rinnovabili e con auto elettriche . Penso che un IMprenditore privato che vuole investire nella ricerca e sviluppo della sua azienda può essere aiutato dallo stato con sgravi fiscali e non con una tassazione che é quasi al 50 % , altrimenti le aziende investono in altri paese dove la manodopera e la tassazione é più vantaggiosa . Tu sei chiesto perché la Fiat ha lasciato l’Italia ?

    Mi piace

    • Ci sono aziende (e cito una delle più famose) come Apple che pur avendo sede negli Usa ed avendo una tassazione strafavorevole producono comunque i loro pezzi in Cina quindi non è necessariamente la tassazione bassa che incentiva ad assumere. Chi fa solo profitti non fa beneficenza e cercherà sempre di farne di maggiori. Con questo non dico che la tassazione italiana sia un modello e qualcosa va certamente rivisto ma, non sono certamente le grandi imprese a subirla quanto il piccolo imprenditore. La Fiat è andata via semplicemente perchè ridotta male per sue scelte passate di modelli sbagliati, strategie ecc ecc ha trovato un altra azienda ridotta peggio che in cambio di Know How ha ricevuto danaro sonante dal governo americano a patto di spostare li la produzione. In quanto agli sgravi…posso anche accettarli, fermo restando che certe imprese di aiuti ne hanno avuto fin troppi di sgravi ed aiuti…ma non capisco perchè se posso far produrre una cosa ad una compagnia pubblica che mi ripaga al 100% di tutto io debba favorire un singolo individuo che, inizialmente farà anche assunzioni ma, quando avrà raggiunto parità di bilancio farà come tutti ovvero andrà a produrre altrove e licenzierà qui chiudendo. Ripeto, il discorso è articolato e completo. Non difendo quello che c’è ma nemmeno penso che sia il liberismo a risolvere i problemi. E non certo li risolverà quella finanza che li ha creati! La corruzione poi è figlia della società. Società di persone oneste difficilmente tollerano ed accettano politici corrotti ma se qui esiste da sempre il voto di scambio forse la colpa è di gran parte degli italiani che questo l’hanno sempre accettato per le convenienze personali…vuoi un posto di lavoro, un prestito, una laurea, un condono…ecc ecc

      Liked by 1 persona

  3. Certo che ti sei poprio sfogato eh! Diciamo che di cose da siatemare ce ne sono swmpre troppe. .. ma se iniziassimo da qualche parte sicuramente andremo avanti e potremmo migliorare… a star fermi non cambia nulla e le parole van via col vento. Questa cmq si ciama interazione… vai leggi rompi e te ne vai… anche con violeta hai interagito… ma è venuta lei a cercarti.. se tu non ti muovi sui blog nessuno ti caga… e un like ad un commento va sempre o quasi accompagnato da un commento non solo presa di visione…. capito perché l’italia va a rotoli? Tutti li ad aspettare! Se ti ho aiutato.. se mi sono spiegata.. se hai voluto aprire la tua testa alle mie parole.. nessuno può saperlo… ma il fatto che io abbia passioni diverse dalle tue non aoglifica che tu non possa passare a leggermi. Comunità! Notte

    Liked by 1 persona

    • Ahahah mi hai fatto una lavata di testa praticamente! E sei riuscita s farmi sto shampoo pure se non ho capelli! 😂😂😂 Comunque io interagisco…credimi! Però cerco di intervenire solo dove ho qualcosa da dire o sento di poterlo fare. Insomma…ecco…io qualche volta sono anche passato da te ma io ti pare che mi metto a parlare di maskara e fondotinta? Non ce la faccio! Poi si, sul mio blog e sugli amici mi sfogo solo che di solito finisce sempre che passino anni prima che qualcuno mi dia ragione!
      Ps comunque mi hai fatto troppo ridere! 😂

      Mi piace

      • Beh son contenta che ti sia dato una svegliata e di averti fatto ridere ^.^ cmq anche io delle volte non ho voglia di rispondere o dire la mia su temi politici e quwstioni sociali… ma in quei casi lascio il mio like… un sorriso.. in semplice.. “buon giorno” ed ho interagito… poi se ho una persona sveglia passerà da me… sennò io ho incrementato perché ho letto cose nuove… loro son rimasti cpn un commento in più e basta. Filosofie di social. Buona giornata piccolo demonio… pensa che il mio picclino l’ho chiamato davvero Damon! Eh eh eh eh eh

        Liked by 1 persona

      • Ahahahah ma non mi hai dato nessuna svegliata! Io capisco il tuo modo di ragionare però ecco, diciamo che non sono esattamente uno che ama farsi pubblicità gettando reti a strascico per racimolare follower, like e commenti! Diciamo che preferirei parlare magari con poche persone solo che molte delle persone con cui parlo per svariate ragioni smettono di farlo e questo ecco, mi dispiace un pò!
        Grazie per la buona giornata, pessima per me visto che piove e in bocca al lupo al piccolino!:-D

        Liked by 2 people

  4. Ops è partito il commento. .. il discorso di farsi conoscere è relativo al fatto che cmq parlo di prodotti se invece avessi un blog chiacchericcio avrei anche io voglia come te di confronto… ma adesso non far prevalere il lato brutto del tempo. Cmq se tu questi signori li vai a cercare vedrai che anche loro vengono da te… spesso mi rendo conto che chi scrive su un blog pretende che gli altri lo leggano… ma non sanno che ogni lettore è anche lui un blogger con idee e post. ^.*

    Liked by 1 persona

    • Diciamo che a dirla tutta se non fossimo entrati staremmo tutti molto molto peggio perchè la speculazione ci avrebbe annientati. Invece fare parte di un sistema monetario forte e stabile ci ha garantito anni di stabilità.Il problema purtroppo è stato entrare senza che si fosse garantito l’effettivo cambio.Mi spiego…se da una parte il lavoratore dipendente ha avuto il suo stipendio in euro esattamente congruo a quello che era il cambio di contro si è trovato di fronte gente che di colpo ha applicato un suo cambio che era il doppio e questo ha ucciso l’economia. Ma è avvenuto solo in italia ciò quindi certamente non fu colpa dello “strumento” monetario ma della politica e del sistema paese che come al solito, lascia i furbi liberi. Da una parte lavoratori dipendenti…dall’altra commercianti, ristoratori, albergatori, tassisti, fornitori di servizi et voilà…un paese diviso in due. Metà più povera e metà più ricca e…quando è finito l’effetto del ladrocinio di questi chi ha cominciato a lamentarsi? Ma guarda un pò proprio coloro che hanno rubato! E dando voce ai loro burattini dell’informazione si è iniziato a dar la colpa allo straniero, all’euro, alla Costituzione, allo Stato sociale e a qualsiasi cosa tranne che a se stessi!
      Gli economisti…a pensar male ci si azzecca…dato che non credo siano stupidi penso che siano complici e pagati per raccontare le verità che fanno comodo ai soliti noti…

      Liked by 1 persona

  5. Io invece sull’Euro la penso come te, ma per risollevarci, sarebbero necessari altri provvedimenti. Controllare dove vanno a finire tutti i nostri soldi (tasse), bilancio trasparente statale per esempio… controlli alle importazioni per tutelare la manodopera italiana, basta a assunzioni temporanee che creano soltanto l’illusione di un calo di disoccupazione, controllo aumenti prezzi, investimenti e sgravi per poter rendere tutta la nostra bella penisola più attraente per un turismo che possa riempire le nostre magnifiche coste e città d’arte, creando un aumento di occupazione in tutto il terziario. Basta buttare la nostra agricoltura a favore di sconsiderate importazioni di schofezze straniere. Dare un giusto equilibrio all’immigrazione.
    Pulizia al parlamento e ai suoi costi. Incentivi a scuole e a studenti, controlli di sperperi nella sanità e nella scuola ma senza tagli economici. Detto tutto, credo. Ciao.

    Liked by 1 persona

    • Dunque, sul dove vanno a finire le nostre tasse non è difficile risponderti: basta controllare i dati ufficiali ( http://www.dt.tesoro.it/it/debito_pubblico/_link_rapidi/debito_pubblico.html) per capire che i nostri soldi servono in gran parte per pagare gli interessi sui titoli di Stato. E questo è un problema enorme infatti, prima dell’avvento dell’ondata liberista quei titoli erano in mano alle famiglie italiane in larga maggioranza. Quindi era tutto nostro. Un pò come il Giappone odierno che ha il più alto debito pubblico al mondo ma è tutto in mano ai giapponesi ed infatti nessuno gli può dire nulla. Invece il nostro è tutto in mano ad investitori stranieri che speculano su questo e “bussano” di continuo facendo si che in parole povere devi pagare più interessi. Quel che rimane è il costo dello Stato e delle pensioni.
      Il resto di quello che dici è in parte condivisibile ma dovrebbero essere cose “scontate” ed invece il problema è che determinati cittadini cercano sempre di trarre vantaggi da ogni cosa e la somma di tanti vantaggi personali si ripercuote negativamente sulla collettività. I prezzi invece, tendenzialmente sono stabili e questo proprio grazie al paracadute dell’Euro. Quando avevamo la Lira l’inflazione arrivò anche al 20% annuo. Ma molti se lo sono dimenticati! Il problema dell’agricoltura invece è mondiale ed è dovuto anche qui al tanto amato mercato di questi liberisti. E’ il mercato che decide quanto vale cosa e non l’agricoltore pertanto alla fine sono i grandi gruppi multinazionali che decidono chi compra e chi vende. Ad esempio se in questo momento qualcuno decide che scommetterà che il raccolto di pomodori italiano sarà scarso i prezzi saliranno ma contemporaneamente si compreranno per evitare perdite pomodori da altre nazioni e questo senza che vi sia stato assolutamente nulla!Chi perderà saranno i nostri produttori mentre chi guadagnerà in ogni caso saranno le multinazionali perchè nel frattempo avranno speculato.
      La pulizia della politica è una cosa sacrosanta ma dovrebbe essere una cosa scontata.Se non lo è la colpa è nostra in primis. Idem con gli sperperi. Invece i tagli fatti alla spesa pubblica riflettono proprio il desiderio di far peggiorare il pubblico per trasferire tutto ai privati: ancora una volta chi perde siamo noi, chi guadagna i soliti noti. Infine sul turismo tanto avrei da dire a cominciare dalle colpe che hanno albergatori e ristoratori che di fronte allo straniero si comportano come squali. Ma dopo che hai fatto pagare ad uno straniero un caffè uno sproposito, per una pizza gli hai chiesto un rene e gli dai pure servizi scadenti ma è normale che quelli la prossima vacanza se la fanno altrove! Insomma…per dire che tanti piangono ma le colpe sono proprio le loro. Ricordo certi alberghi che ti facevano pagare internet 5€ l’ora!!Ma dai!!La verità è che se stiamo dove stiamo le colpe sono ben definite ma qualcuno cerca di addossarle ad altro e la gente che non si informa abbocca! Ah…anche sui cibi…io non sarei così negativo sulle schifezze straniere nel senso che si, alcune saranno anche schifezze ma io ricordo benissimo anche vino all’etanolo, carni italiane bombate con steroidi, mozzarelle inquinate, pesci “rinfrescati” e mille altre truffe alimentari made in italy perciò ecco…ancora una volta i colpevoli ci sono eccome ma fa comodo cercarne altri! E scusami…mi è partita la parlantina e ti ho sommersa!:-D

      Mi piace

  6. anche secondo me non serve nulla uscire dall’euro… anzi, ora come ora forse anche peggio… pero se non si da na svegliata proprio l’italia…. non risaliamo piu…
    che bello ritrovarti bello ingazzatello come al solito tuooo!!!! mi sei mancato tesorooooo!

    Liked by 1 persona

    • E ti sei persa tutti i post precedenti che non erano incazzatelli !Sull’italia…stendo un velo pietoso perchè ribadisco che c’è gente che io sbatterei fuori dal pianeta e non sono gli stranieri! Gente che in questi anni si è arricchita schifosamente e che mo si lamenta pure…gente che mi fa proprio schifo…

      Liked by 1 persona

  7. non riesco a risponderti sul tuo commento… anche a me dispiace un po quando le persone, seppur virtuali, con cui chiacchieravo bene (non parlo di un solo commento o commenti sporadici) poi a un certo punto spariscono… ci rimango proprio male,.. ufffa… so un po sensibile a sta cosa… mo piango…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...