Se questo è l’inizio…

Sono rimasto un po’ in silenzio poiché credo che non ci sia altro da dire o ad aggiungere a quello che è stato il mio pensiero in tutti questi anni. Però le vicende politiche nazionali ed internazionali le seguo sebbene da tempo ho imparato a distaccarmi da quelli che diventano poi flussi momentanei di notizie di cui tutti, in quel momento, sembrano essere i maggiori esperti.

E ho imparato anche a non accodarmi alle informazioni per determinati fatti di cronaca anche perché, spesso poi accade che successivamente si scopre che le verità sono altre. Insomma diciamo che pratico un vigile distacco ma seguo. Oggi, in odg, c’era l’insediamento delle Camere e la votazione per le due cariche istituzionali più alte dopo quella della presidenza della Repubblica. Ok.

Sinceramente non mi aspettavo nulla di diverso anche perché i nomi quelli erano e mai come in questo caso uno valeva l’altro. Al Senato l’ha spuntata uno il cui pedigree lo conoscono tutti. C’è poco da strapparsi i capelli. Invece, ed il titolo del post è riferito proprio a questo, ovunque mi giri nel campo avverso, è un proliferare di piagnucolii, brontolii e post come il seguente:

Bene…volete sapere cosa mi dà più fastidio tra l’elezione di un topodifogna e questi post? Ebbene sì, mi danno fastidio questi post e non tanto perché non abbiano ragione, anzi, ne hanno da vendere e vedere una vittima come Liliana Segre dover consegnare la presidenza del Senato a quello lì fa indubbiamente male.

Ma quello che fa più male è aver visto la maggioranza del paese fregarsene e non riuscire a trovare una sintesi elettorale che producesse un partito realmente alternativo a tutto ciò. Ecco, questo fa male. Fa male sapere che chi difende certi interessi sia riuscito a sedersi e far finta di essere unito e d’accordo per vincere le elezioni mentre la stragrande maggioranza del paese no. Loro sono uniti anche se non è vero, anche se si accoltellano mentre si sorridono a vicenda. Uniti per finta ma uniti.

Ecco perché ora mi incazzo. Perché non è tanto loro che hanno vinto quanto siamo tutti gli altri ad aver perso. Ed ora più che lamentele, piagnistei, accuse di essere fascisti (lo sono, lo sappiamo ma credete che a loro importi?), di essere corrotti, collusi, mafiosi, pregiudicati e chi più ne ha più ne metta… ecco, invece di vedere tutto ciò vorrei vedere ben altro. Perché tutto ciò lo conosciamo. Lo sappiamo. Hanno la faccia come il culo: non c’è bisogno di rimarcarlo tutti i giorni.

E non mi riferisco certo alla opposizione parlamentare che pur se ha perso ha molti più tratti in comune con gli altri che con me. No, mi riferisco ad intellettuali (ce ne sono ancora?), teste pensanti, organizzazioni civili , sindacati, ONG e tutti coloro che non sono minimamente rappresentati (se non in una minuscola parte) in questo Parlamento.

E tra costoro che vorrei vedere gente che si unisse per costituirlo un nuovo partito, con uno statuto chiaro, senza ambiguità. Gente che invece di lagnarsi iniziasse a costruire, a ragionare su qualcosa di diverso, a cercare alleanze in Europa tra altrettanta gente che vive la stessa situazione. Questo vorrei vedere ed invece si fa quasi festa perché un rimbambito manda affanculo uno e si litiga per mettere una tipa a quel ministero e trovare un posto ad un altro coglione.

La notizia è che tutto ciò, critiche, denunce, blog, articoli ecc ecc non cambierà di una virgola nulla. Loro hanno la maggioranza, litigheranno , faranno tutto ciò che è in loro potere per far contenti i loro elettori e incapaci come sono non è neppure sicuro che ci riescano. Ma intanto per cinque anni resteranno lì. Certamente la situazione del resto del popolo peggiorerà.

Ora la domanda da farsi è: gliela vogliamo dare una voce a tutta quest’altra gente o ogni giorno dobbiamo star lì a piangere che stanno al governo loro? No perché di questo passo ci resteranno anche più a lungo. Ma dire che fanno schifo, che sono moralmente impresentabili, che hanno dei passati (e dei presenti) così e colà non risolverà nessuno dei problemi di chi ha ben altri problemi tipo riuscire a sopravvivere con stipendi/pensioni bassi, inflazione alle stelle, recessione alle porte, rischio guerra e pubblica amministrazione sempre più devastata sempre contando sul fatto di essere in salute e non aver a che fare con visite esami e ospedali…

Pubblicità

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in Antifascismo, Argomenti vari, Politica, Post, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Se questo è l’inizio…

  1. PindaricaMente ha detto:

    Eppure avevi iniziato così bene: “Sono rimasto un po’ in silenzio …” 😭😭😭
    (Scusa ma me le servi sempre su un piatto d’argento…😂)

    Piace a 1 persona

  2. Demonio ha detto:

    Sei sempre adorabilmente stronzissima!😂😂😂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.