Perdenti? No, vincenti!

E’ raro che parlo di sport per tante ragioni non ultima quella per cui a parlarne si finisce sempre col trovare il tifoso accecato con cui si spreca solo tempo nel provare a ragionare. Inoltre credo che vi sia poca cultura sportiva e che per molti lo sport è solo ciò che attenua le proprie frustrazioni e si “ripaga” delle vittorie di qualcuno trovando sempre spazio sul carro del vincitore. Ed allo stesso modo è sempre pronto a denigrare lo sconfitto di turno.

Uno degli sport che seguo con curiosità ed ammirazione è il volley e quello femminile in particolare che trovo molto più divertente di quello maschile dove ormai la potenza ha soppiantato la tecnica e gli scambi durano davvero pochi secondi. In quello femminile invece trovo un misto di grazia, tecnica, potenza e velocità che rende gli scambi sempre emozionanti. Quindi oggi parlo della nazionale italiana. E ne parlo mettendo in luce due aspetti.

Il primo è quello sportivo. Ieri hanno perso contro la bestia nera Brasile. Ma, per larghi tratti le ragazze italiane hanno dominato, hanno espresso un gioco decisamente migliore e per quanto mi riguarda hanno vinto comunque! Potessi farlo direi un brave a ciascuna di loro e le incoraggerei a crederci perchè prima o poi vinceranno anche sul campo. Se lo meritano e ieri avrebbero indubbiamente meritato molto di più.

Squadra che si rinnovò in parte in occasione dei mondiali e che ben figurò anche allora, poi andò alle Olimpiadi e per tutta una serie di circostanze prese schiaffi un po’ da tutti e anche quegli schiaffi furono ingiusti. Io lo dicevo allora che il potenziale c’era ma ci credevano in pochi. Arrivate a questo World Grand Prix che è una manifestazione dove si incontrano solo le più forti del ranking nessuno credeva in loro. Io si, per me erano tra le migliori sei.

E lo hanno dimostrando restituendo gli schiaffi presi alle Olimpiadi battendo le campionesse del mondo statunitensi e le campionesse olimpiche cinesi (a casa loro) oltre che le campionesse d’Europa russe. Insomma Brasile a parte hanno battuto tutte ma anche con le sudamericane potevano vincere. Hanno pagato forse un po’ di inesperienza e di emozione e qualche piccola lacuna di squadra che ancora c’è ma brave davvero.

Brava innanzitutto alla palleggiatrice Lia Malinov (21 anni) che a mio avviso è una fuoriclasse assoluta! Batte benissimo, mura bene, ha una visione di gioco ottima ed una velocità di esecuzione formidabile. Per la sua età è incredibile! E’ imprevedibile e matta ma anche umile ed ha ancora margini di miglioramento. Meritava il premio come miglior palleggiatrice del torneo. Lo hanno dato alla cinese che è arrivata quarta…Va beh…

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - CLUB ITALIA

Altro applauso da standing ovation a Paola Egonu, il nostro opposto (l’attaccante), una forza della natura che colpisce la palla a 3 metri e anche oltre tirandola a 90-100 km/h, che ha una battuta micidiale e che ha solo 18 anni!! Anche lei con enormi margini di miglioramento ma anche lei umile. Partita per la manifestazione mentre ancora faceva gli esami di Stato, prima il diploma e poi la nazionale! Nemmeno lei ha ricevuto un premio individuale! Sebbene sia stata spesso la migliore realizzatrice a partita.Va beh…

GetImage3.asmx

La centrale, diventata capitana è la “veterana” Cristina Chirichella di anni 23! Anche lei molto forte, al momento inferiore alla brasiliana che ieri però non c’era Taisha ed alla statunitense Akirandewo, alla serba Stevanovich ed all’olandese De Kruijff  ma sicuramente una delle migliori al mondo con ancora tanti margini di miglioramento è potente e grintosa, quando è in prima linea induce spesso le avversarie all’errore perchè tocca spesso il pallone o mura. Una garanzia! Brava anche ieri con 14 punti, terza realizzatrice.

GetImage.asmx

Il libero, per i calciofili potremmo dire che è un po’ il portiere è Monica De Gennaro (moky) e lei di anni ne ha invece 30 ed è un po’ la sorella maggiore delle altre ragazzine. Fenomenale! Indiscutibilmente la numero uno al mondo. Unica premiata individualmente( e volevo ben vedere…) recupera l’impossibile quando meno te lo aspetti!

4630schermata_05-2457525_alle_19-51-54

Raphaela Folie, 26 anni è la seconda centrale la cui dote è una grande elevazione ed un fenomenale anticipo nell’attaccare la palla.Se la Chirichella è più forte a muro e deve migliorare in attacco al contrario lei è fortissima in attacco e un po’ meno forte a muro ma è anche lei tra le migliori al mondo nel suo ruolo!

folie_raphaela_villa_cortese_14_09_2011

Una delle due ricevitrici-schiacciatrici di banda è Caterina Bosetti, 23 anni anche lei. Ci mette tanta volontà e determinazione, ieri dopo la Egonu è stata la seconda migliore marcatrice. Ma commette ancora tanti errori di ingenuità e di tecnica in ricezione. Può e deve migliorare!

italyvazerbaijanfivbwomenworldchampionshipnptgbyupyeql

Croce e delizia calza a pennello per la sorella Lucia Bosetti, altra schiacciatrice ricevitrice. Lei ha 28 anni ed ha purtroppo un solo grande limite: ad alto livello è bassa essendo alta solo 1 metro e 76 e questo purtroppo spesso ne pregiudica l’attacco di fronte a muri di 2 metri. Ma è indubbiamente molto intelligente, di testa è una fuoriclasse, in ricezione riceve davvero bene e compensa il suo deficit con pallonetti ed una battuta velenosa. Se non fosse bassa sarebbe una fuoriclasse assoluta…peccato davvero!

lucia-bosetti

Questo era il “settetto” base a cui però si aggiungono Myriam Sylla (22 aan) che ha anche lei il ruolo di schiacciatrice ricevitrice. Ha ancora tanti margini di miglioramento soprattutto in ricezione ma in attacco, quando è in palla e devastante!

marikambvisual-20160518-035152-56098

Altra riserva con ottimo futuro è la centrale Sara Bonifacio di 21 anni che quando chiamata in causa ha sempre fatto benissimo. Grande anticipo e velocità nei primi tempi, deve migliorare a muro ma brava giocatrice senz’altro che può ancora crescere tantissimo!ita-tpe-bonifacio-attacco

Il gruppo è completato dalla quarta centrale Anna Danesi (anche lei 21 anni) che è solo ancora poco convinta e timida ma che ha un grande potenziale che sono sicuro verrà fuori! Quindi ci sono Sara Loda che conosco poco per poter dare giudizi, Valentina Tirozzi che è stata una grande giocatrice , tra le anziane (31 anni) aggregata per “crescere” le ragazzine , Indre Sorokaite (29 anni) opposto forte ma con troppi limiti di testa, la seconda palleggiatrice Alessia Orro (solo 19 anni) fortissima anche lei ma non come Lia, il secondo libero Beatrice Parrocchiale (21 anni) che non conosco ma che sembra forte ed infine Anastasia Guerra (20 anni) su cui scommetto per il futuro sul ruolo di schiacciatrice ricevitrice. Se migliora in ricezione questa è micidiale ed ha una battuta in salto superlativa!GetImage8.asmx

Di nuovo brave a tutte: il futuro è vostro! E questo era l’aspetto sportivo: avrei ancora tanto da dire ma mi fermo qui! Invece veniamo all’altro aspetto che è l’aspetto sociale e che a me rende ancora di più orgoglioso di seguirle e che se vogliamo si ricollega all’altro post (La razza italiana, lo trovi qui) di qualche giorno fa in cui ironizzavo su certi concetti di italianità tanto stupidi quanto retrogradi. Ora, guardate queste foto:

Ditemi: vi fa così paura questo futuro? Trovate davvero così inquietante sapere che stanno nascendo e nasceranno italiani ed italiane i cui cognomi e le cui fisionomie risentiranno di origini più lontane ma che, saranno inevitabilmente e indubbiamente italiani in tutto e per tutto?

Beh, io di sicuro no. Io nel vedere queste ragazze giocare insieme, aiutarsi a vicenda, incoraggiarsi, abbracciarsi e gioire lo trovo semplicemente meraviglioso. Questa è l’Italia che mi piace. Questa Italia vince di sicuro e vincerà sempre!

GetImage7.asmx

 

Non ti arrivano le notifiche? Hai perso qualche post? Se vai qui  li trovi tutti!

 

Informazioni su Demonio

Disilluso da tutto senza un futuro vivo in questo presente oscuro senza aspettarmi nulla.
Questa voce è stata pubblicata in blog, Blog contro il razzismo, Blog sport, blog su donne, Blog su società, Blog vari e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Perdenti? No, vincenti!

  1. Marta ha detto:

    Anche a me piace un sacco guardare il volley, per lo sport.
    Poi, per rifarmi gli occhi, guardo un po’ anche quello maschile..perché anche lì, eh…

    "Mi piace"

  2. Demonio ha detto:

    Beh, tu hai anche la fortuna di stare a Bergamo dove c’era una squadra femminile eccezionale!Quest’anno la vedo dura però! Nel maschile io resto legato alla squadra del secolo ma era un altra pallavvolo!

    Piace a 1 persona

  3. cuoreruotante ha detto:

    Ma in quale canale le vedi? Nei tg sportivi non ne parlano mai..

    Piace a 1 persona

  4. Demonio ha detto:

    Ecco, brava, volevo anche parlare di questo ma poi avrei esagerato davvero con la lunghezza! Purtroppo questa competizione è stata snobbata da tutte le tv. Io l’ho seguita sul canale YouTube della FIVP . Le partite del campionato italiano (almeno una) di solito si vedono su RaiSport mentre quelle di coppa…ogni volta bisogna cercare in rete se si trova qualche streaming. Idem per le nazionali minori. In italia esiste solo il calcio…in alternativa golf e biliardo li trovi sempre…

    "Mi piace"

  5. cuoreruotante ha detto:

    Anche il ciclismo..però chissenefrega se l’articolo viene lungo?

    "Mi piace"

  6. Marta ha detto:

    Si forse è vero anche questo… Qui è piuttosto sentita la Pallavolo..

    "Mi piace"

  7. Demonio ha detto:

    Ti invidio, sappilo!L’anno scorso poi a Bergamo giocava anche la mia preferita Alessia Gennari, fossi stato li non mi sarei perso una partita!:-D

    Piace a 1 persona

  8. Che carineeeeeee….. anche io se dovessi seguire seguirei la nazionale femminile x i tuoi stessi motivi… quella maschile è talmente un ping pong che non je la si fa a gustarsela… e da ex giocattice.. sarebbe uno dei pochi sport che potrei seguire in tv…. dal vivo invece lo sport è più stimolante e coinvolgente secondo me

    Piace a 1 persona

  9. Demonio ha detto:

    Ah ne sono sicuro! Se vivessi in una città dove vi fosse una squadra di livello non mi perderei una partita!

    Piace a 1 persona

  10. Bella storia… ma siccome non hai legami…. potresti anche dedicarti maggiormente a questo tuo piacere… tanto le partite mica le fanno tutti i giorni?!?!?! E poi i tifosi vanno sempre dietro la squadra del cuore anche se giocano fuori casa ^.*

    "Mi piace"

  11. Demonio ha detto:

    quelli sono i tifosi che c’hanno i soldi! E comunque no…la televisione è comodissima guarda! 😀

    Piace a 1 persona

  12. Mmmmmmhh non saprei. .. io le partite le adoro dal vivo… la tv… mi crea ttoppo distacco ^.*

    Piace a 1 persona

  13. Demonio ha detto:

    Beh sicuramente l’atmosfera è tutta un altra cosa però ecco, non avendola vicino non mi resta che accontentarmi!

    Piace a 1 persona

  14. Bah…. piuttosto che piuttosto io preferisco niente. Ah ah ah ah

    "Mi piace"

  15. Demonio ha detto:

    Niente non mi piace per niente!

    "Mi piace"

  16. Pingback: L’Italia che mi piace! | Blog di Demonio

  17. EPA3Chelsea target Franck Kessie is being chased by 20 top European clubsKessie is expected to make .

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.